Zangrillo a "Mezzora in più": il coronavirus clinicamente non esiste più

Emergenza sanitaria e crisi economica: a che punto è l'Italia? Ne hanno discusso ieri gli ospiti di Lucia Annunziata nella puntata di "Mezz'ora in più"  su Rai3, il ministro della Salute Roberto Speranza, quello dell'Economia Roberto Gualtieri, il presidente della Regione Sardegna Christian Solinas, il primario dell'Unità di terapia intensiva e rianimazione dell'Ospedale San Raffaele di Milano Alberto Zangrillo e il presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta.A scatenare il putiferio sono state le dichiarazioni di Alberto Zangrillo sul fatto che il Coronavirus dal punto di vista clinico non esiste più."Oggi è il 31 maggio e circa un mese fa sentivamo epidemiologi temere per la fine del mese e inizio giugno una nuova ondata e chissà quanti posti di terapia intensiva da occupare. In realtà il virus dal punto di vista clinico non esiste più. Questo lo dice l'università Vita e Salute San Raffaele, lo dice uno studio fatto dal virologo direttore dell'Istituto di virologia, il professore Clementi, lo dice il professor Silvestri della Emory University di Atlanta".

Ultima modifica ilLunedì, 01 Giugno 2020 07:43