Skin ADV

Omicidio Migliaro. Niente sconti per il Killer. Il processo il 7 dicembre

Battipaglia - Ionut Alexa, presunto assassino di Natalino Migliaro, giovane battipagliese ucciso tra il 4 e il 5 ottobre del 2014 in località Lido Lago; è stato rinviato a giudizio presso la Corte d’Assise di Salerno. L’udienza è stata fissata il 7 dicembre. Alexa, ha sempre negato di aver commesso il fatto, nonostante il suo DNA sia risultato perfettamente compatibile con i campioni prelevati nel luogo della tragedia

Battipaglia1929.it

(fonte Sudtv)

e-max.it: your social media marketing partner

Il battipagliese Gennaro Buono, rappresenterà l’Italia al concorso “Il miglior Sommelier del Mondo”

eradigitale battipaglia1929

Gennaro Buono è un giovane battipagliese, classe 1984. Diplomato all’alberghiero di Gromola, da subito ha sviluppato un grande interesse verso tutto quello che era il mondo del vino. Proprio la passione per “Nettare degli Dei” l’ha portato in Toscana, dove ha potuto toccare con mano tutto quello che aveva assimilato dai libri. Nella terra del famoso Chianti, ha iniziato a visitare cantine e a confrontarsi con i maggiori produttori, passando intere giornate tra i vigneti. Dopo una lunga esperienza a Siena, al Resort Hapimag, approda alla corte dello chef “Anthony Genovese”, proprietario del famoso ristorante stellato, il Pagliaccio di Roma. Buono non si ferma alla qualifica di sommelier professionista ma nel tempo diventa anche: maitre sommelier, assaggiatore di salumi, assaggiatore nazionale di caffè, master trainer per l’Inei, master professional in analisi sensoriale, idrosommelier, tea sommelier e ancora Sommelier ASI Internazionale, Sakè sommelier e il titolo di Certified Sommelier per il Master Sommelier. Nel 2012 il giovane battipagliese vince il titolo di “Miglior sommelier d’Italia”. Ma quali sono i prossimi obiettivi? “Il titolo di Sommelier Advanced per Il Master Sommelier ma soprattutto, ad aprile dell’anno prossimo arrivare primo alla più grande sfida professionale della mia carriera”. Conclude emozionato Gennaro “Con orgoglio posso dire di rappresentare l’Italia al concorso per Il Miglior Sommelier del Mondo ASI, che si terrà a Mendoza in Argentina”. E’ proprio il caso di dirlo, Battipaglia sarà al tuo fianco e battipagliesi tiferanno due volte per te, perché sei italiano ma soprattutto battipagliese!!!

Rosario Galdi

e-max.it: your social media marketing partner

Cinema e Cibo da Pizzart a Battipaglia

eradigitale battipaglia1929

Giovedi 3 Dicembre serata di Cinema e Cibo da Pizzart a Battipaglia con inaugurazione della mostra  “Ciak, si mangia. La storia del cinema a tavola”

Avete mai detto che Forrest Gump è un personaggio tenero e dolce, e che “Apocalypse now” racconta una vicenda di guerra dura e amara? Probabilmente sì, senza tuttavia rendervi conto che vi siete serviti di due sensi (il gusto e il tatto) che nulla avrebbero a che vedere con il cinema. Nasce da qui la Cinegustologia® di Marco Lombardi che vi permetterà di “rivivere” un film assaporando un piatto che abbia all’interno le stesse consistenze e gli stessi sapori.

E… se le pizze di Vito De Vita fossero dei film, che film sarebbero? Sarebbero delle pellicole campane, e cioè una di Massimo Troisi, una di Eduardo De Filippo e una di Totò. Ma a quali di questi autori saranno associate le 3 pizze che Vito cucinerà la sera del 3 dicembre alle ore 20,30 presso Pizzart, via Rosario, 14 a Battipaglia ? Venite a scoprirlo degustando i suoi 3 “capolavori”: la pizza alla crusca con pomodorini cotti e cacio ricotta, la pizza ai 7 cereali con vellutata di castagne e porcini, e la pizza al carbone vegetale il cui condimento è tutto da scoprire! 3 “opere gastronomiche” che Marco Lombardi assocerà con la Cinegustologia® a 3 film, di cui verranno proiettati dei brevi spezzoni. Mentre il piatto che verrà servito come dessert corrisponderà a una celebre canzone che potrete ascoltare degustandolo.

Giovedì 3 dicembre sarà inaugurata nello stesso locale “Ciak, si mangia. La storia del cinema a tavola”, la mostra di scene di culto del cinema legate al cibo, curata da Donato Ciociola, ideatore di Cinecibo, il Festival del Cinema Gastronomico presieduto da Michele Placido giunto alla quarta edizione. Si tratta di un percorso di immagini che compongono che, attraverso le scene più amate del grande schermo, ricostruisce la storia cinematografica, dal celebre e grottesco dialogo con gli spaghetti di Alberto Sordi in ‘Un americano a Roma’ (del 1954) allo sguardo sfrontato e divertito di Totò in ‘Miseria e nobiltà’ mentre, in piedi sul tavolo, fa incetta di spaghetti che infila finanche nelle tasche dei pantaloni, dai piatti  vuoti dei quali ci si nutre "idealmente” in ‘7 kili in 7 giorni’ di Carlo Verdone, alla scena in cui Claudio Bisio presenta all’Accademia del Gorgonzola, un enorme formaggio bianco chiamato la ‘zizzona’ di Battipaglia, salita alla ribalta del pubblico nazionale grazie al film, campione d’incassi, ‘Benvenuti al Sud’ di Luca Miniero. Per prenotazioni e informazioni è possibile telefonare allo 08281840582 o collegarsi a www.pizzaart.eu

Battipaglia1929.it

e-max.it: your social media marketing partner

Arrestato per spaccio il battipagliese Palmieri

eradigitale battipaglia1929

Ieri sera a Bellizzi, i Carabinieri della Compagnia di Battipaglia, hanno tratto in arresto il pregiudicato Lorenzo Palmieri, 26enne battipagliese. Il giovane, gestore di un bar a Bellizzi, è stato colto in flagranza di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Oltre a Palmieri è stato denunciato in stato di libertà, per la stessa tipologia di reato, il pregiudicato V.S., 25enne di Montecorvino Pugliano.

Gli uomini del Capitano Erich Fasolino, impegnati nel servizio serale finalizzato a contrastare i reati inerenti agli stupefacenti, hanno proceduto, al controllo di V.S., il quale, alla vista dei Carabinieri, ha tentato di disfarsi, gettandolo sotto le autovetture, un pezzo di hashish di 50 grammi, subito recuperato dai militari. In seguito, si è proceduto alla perquisizione del bar, dal quale lo stesso era stato notato uscire qualche istante prima. Il bar, di fatto gestito da Lorenzo Palmieri, presente all’interno dei locali, ha dato modo di rivenire, ulteriori 150 grammi hashish, divisi in due panetti e un coltello da cucina, con lama ancora intrisa di stupefacente. Palmieri, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato al carcere di Fuorni.

e-max.it: your social media marketing partner

Antonello Amato, a 20 anni dalla sua morte "Battipaglia non l' ha dimenticato"

Sono passati venti anni da quando l’intera comunità di Battipaglia fu gelata dalla notizia della morte di Antonello Amato. Oggi a ricordare quel giovane promettente e Diego Calabrese che posta su Facebook, il suo triste stato d’animo. Erano le 19 e 29 del 25 novembre 1995 quando Antonello si spense.  Nato il 7 giugno del 1975, nel 1980 iniziava già a dare i primi calci al pallone, alla Scuola Calcio Spes, amante dello sport e della vita dopo il diploma aveva deciso iscriversi al primo anno di Economia e Commercio all'Università di Salerno. Tutto filava liscio fino a quel maledetto 17 ottobre, quando gli fu diagnosticata la Leucemia. Antonello non fu solo nel giocare la partita più difficile della sua vita, sempre vicini e con amor ineguagliabile la mamma Rita e il papà Marcello, e tutta la città di Battipaglia. Ciao Antonello, vent’anni dopo Battipaglia non ti ha dimenticato, oggi mi piace pensare che tu possa leggere queste righe scritte col cuore da un tuo amico: In questo giorno di novembre il mio pensiero corre a te amico mio!!!! Sono passati 20 anni da quel giorno ma il tuo ricordo è vivo dentro me. Non c'è stata partita in cui non mi sono rivolto a te prima di entrare in campo chiedendoti di starmi vicino come facevi sempre quando stavi in campo. Oggi la mia mente cerca di immaginare la persona che saresti stato, forse un commercialista, forse un allenatore, magari ancora calciatore. Di sicuro saresti stata una persona perbene ma forse proprio per questo il Signore ha preferito averti al Suo fianco. SEMPRE NEL MIO CUORE AMICO MIO!!! (Diego Calabrese)

Rosario Galdi  

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia - “Una violenza ogni otto minuti”

 eradigitale battipaglia1929

Battipaglia – “Una violenza ogni otto minuti”, il titolo dell’incontro organizzato dall’associazione Nonseisola di Battipaglia in collaborazione con il Rotary Club. La manifestazione, in concorso con la giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, si terrà il 25 novembre alle ore 17,30 presso il Salotto comunale di Battipaglia, dove verrà messa in scena una rappresentazione teatrale a cura di Baderia Teatro. Lo scopo è sensibilizzare la cittadinanza al contrasto e alla prevenzione della violenza di genere e creare spunti di riflessione tra professionalità diverse per contenere il fenomeno. Cornice dell’evento sarà una mostra d’arte a cura di noti artisti Salernitani.

Battipaglia1929.it

manifesto

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia, grande interesse per il seminario "Cyberbullismo e i rischi dei social network"

eradigitale battipaglia1929

Si è tenuto, sabato 21 novembre , presso il salotto comunale di Battipaglia il seminario dal titolo "Cyberbullismo e i rischi dei social network". A organizzare l’incontro che ha visto coinvolte le scuole di Battipaglia, l’associazione "Orizzonte Comune" rappresentata dalla dott.ssa Stefania Greco. Al seminario hanno partecipato l’Ispettore capo Grimaldi Ciro e Giannattasio Alfonso, Adriana Volzone vicepresidentessa dell’associazione “Orizzonte comune” e moderatrice dell’incontro, il candidato a sindaco Cecilia Francese e Fabiana Gattola, responsabile provinciale del movimento femminile di Forza Italia. Grande interesse è emerso durante l’evento da parte di tutti, in particolare dai giovani che non si sono risparmiati nel fare domande agli esperti.   Il cyberbullismo (cyberbullying) è il termine coniato dall'insegnante canadese Bill Belsey. indica il bullismo telematico che avviene tra minorenni. Come il bullismo nella vita reale, il cyberbullismo può a volte costituire una violazione del Codice civile e del Codice penale e, per quanto riguarda l'ordinamento italiano, del Codice della Privacy (D.Lgs 196 del 2003). Oggi il 34% del bullismo è online, in chat, quest'ultimo è definito cyberbullismo. Pur presentandosi in forma diversa, anche quello su internet è bullismo: far circolare delle foto spiacevoli o inviare mail contenenti materiale offensivo può costituire un danno psicologico.

Rosario Galdi

 

e-max.it: your social media marketing partner
Sottoscrivi questo feed RSS