Skin ADV

Battipaglia. La "Palmeco" presenta alla città il suo impianto per il trattamento dei rifiuti

La Palmeco s.r.l. apre le porte del suo impianto per il trattamento dei rifiuti sito a Battipaglia, ed invita cittadini, amministratori e giornalisti a partecipare alla presentazione dell'impianto, che si terrà  il giorno 2 febbraio 2019, e a visitare l'intera area industriale di via Spineta.

L'impianto Palmeco s.r.l. è atto al trattamento di rifiuti urbani provenienti dalla raccolta differenziata. In particolare tratta in maniera distinta la frazione dei rifiuti organici e la frazione del cosiddetto “secco”, cioè i rifiuti indifferenziati che non è possibile conferire in altre frazioni.

L'impianto Palmeco s.r.l. è dotato dei più moderni sistemi di abbattimento di emissioni in atmosfera e di gestione dei rifiuti, che sarà possibile visionare il 2 febbraio 2019.

Negli ultimi anni è salito alla ribalta mediatica il tema dei miasmi, imputabili alla presenza di diversi impianti di trattamento rifiuti nella zona, in particolar modo nella Piana del Sele. Una preoccupazione per la propria salute e per la tutela del territorio che la Palmeco s.r.l. condivide appieno con la popolazione di Battipaglia e dei comuni vicini.

La Palmeco s.r.l. ha dato molto risalto al problema dei cattivi odori che potrebbero sprigionarsi dall'impianto e negli ultimi anni ha messo in atto tutte le azioni necessarie alla prevenzione di disagi legati ai miasmi e alla dispersione di sostanze nell'aria. Si è così dotata dei più efficienti sistemi di abbattimento delle emissioni in atmosfera e nel 2014,  per la durata di un intero anno, sono stati effettuati accurati studi atmosferici con relative analisi dati con riferimento a particolari fenomeni ambientali quali vento, pioggia, temperatura estiva. Tali analisi hanno accertato l'impossibilità che eventuali odori presenti nell’impianto possano diffondersi sino alle zone del centro cittadino e nelle zone limitrofe.

Questi dati sono di natura pubblica e in possesso dell'amministrazione comunale. Dai dati si evince che è praticamente impossibile che eventuali odori invadano la città di Battipaglia.

In particolare l'impianto è dotato di:

-          Sistema abbattimento emissioni di polveri  in atmosfera

Le emissioni costituite da polveri e da composti ammoniacali (sostanze inorganiche) prodotte durante il trattamento dei rifiuti vengono intercettate da una cappa posta in corrispondenza della bocca di alimentazione del trituratore meccanico, per poi essere trasferite, per mezzo di un elettroventilatore centrifugo, e convogliate in un impianto di abbattimento dotato di filtri a maniche completo di scuotitore meccanico.

-          Sistema abbattimento emissione di sostanze inorganiche in atmosfera

L'impianto Palmeco  s.r.l. è uno dei pochi impianti dotati di tale sistema. Il sistema di abbattimento delle emissioni di sostanze inorganiche è stato messo in funzione nel 2011. Il sistema agisce per evitare la fuoriuscita di emissioni odorigene durante il trattamento della frazione secca e/o organica. È composto da un impianto di aspirazione capace di tenere l’intero corpo di fabbrica in depressione. Costituito da un elettroventilatore centrifugo di aspirazione collegato ad un condotto di lamiera zincata ove sono stati posizionati bocchettoni di ripresa aerea atti a convogliare i composti inorganici in un sistema di abbattimento, costituito da una torre di lavaggio ad acqua (scrubber).

-          Portoni sezionali

L’impianto Palmeco s.r.l. è dotato di porte sezionali ad impacchettamento, capaci di ridurre al minimo i tempi di apertura per tutti i varchi d’accesso.

-          Sistema di deodorizzazione delle aree esterne

Lungo tutto il perimetro dell’area dell’insediamento industriale è stato installato un impianto di nebulizzazione di deodoranti a base enzimatica per l'abbattimento degli eventuali odori residui.

-          Vasca seminterrata per lo stoccaggio della frazione organica

La frazione organica viene stoccata in una vasca seminterrata di circa 80 m3,  dotata di telone ad azionamento meccanico. A questa vasca si aggiunge una cisterna interrata di 20 m3 a perfetta tenuta idraulica, idonea a ricevere il percolato formatosi durante la giacenza della frazione organica.

-          Vasca seminterrata per lo stoccaggio della frazione secca indifferenziata 

-          Impianto di disoleatura per le acque di dilavamento dei piazzali

-          Vasca di raccolta dei reflui biologici

Nella breve conferenza che precederà la visita all'impianto verranno inoltre presentati i risultati raggiunti attraverso il sistema della raccolta differenziata in termini ambientali ed economici.

Il sistema della raccolta differenziata e l'attività di trattamento dei rifiuti svolta da impianti come quello di Palmeco s.r.l., infatti, permettono una più efficiente gestione dei rifiuti.

I dati parlano di una riduzione dei rifiuti conferiti in discarica, di una riduzione dei rifiuti trattati in impianti di incenerimento e di una riduzione dei costi di gestione del singolo kg di rifiuto urgano prodotto (il costo del rifiuto indifferenziato nel 2017 è pari a 26,6 eurocent/kg, mentre il costo per kg del rifiuto differenziato è di 17,9 eurocent/kg), a fronte della creazione di un vero e proprio settore dell'economia che da lavoro a centinaia di persone.

Nel 2017, infatti, lo smaltimento in discarica è calato del 6,8%, pari a 6,9 milioni di tonnellate, ossia il 23% del totale dei rifiuti urbani prodotti nell'anno.

Grazie alla raccolta differenziata e al successivo trattamento dei rifiuti, nel 2017 sono stati recuperati:

  • 4,5 milioni di MWH di energia elettrica
  • 2 milioni di MHV di energia termica

I rifiuti urbani prodotti nel 2017 sono stati gestiti in oltre 644 impianti in tutta Italia; tuttavia non tutte le regioni sono dotate delle infrastrutture necessarie al trattamento dei rifiuti raccolti e mancano soprattutto impianti appositi per il riciclo delle frazioni da raccolta differenziata.

Impianti di trattamento rifiuti come Palmeco s.r.l. sono capaci di trasformare i rifiuti in una vera e propria risorsa ambientale ed economica.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia-Treofan. Potere al Popolo bacchetta i parlamentari locali del Movimento 5 Stelle

Sulla vertenza Treofan interviene Leo Canale , responsabile locale del  -Dipartimento Lavoro- di Potere al Popolo :" A seguito della riunione sindacale sulla vicenda Treofan presso il Centro Sociale di Battipaglia, Potere al Popolo con un intervento ha ribadito la vicinanza alla lotta dei lavoratori da più di venti giorni in presidio. Ci colpisce l’assenza dei parlamentari locali del Movimento 5 Stelle e delle altre forze di Governo all’assemblea di ieri. L’operazione predatoria portata avanti sul nostro territorio dalla multinazionale Jindal deve essere fermata in ogni modo. E’ il momento in cui il Governo deve dimostrare da che parte sta, con le multinazionali o con i lavoratori?”. Canale ha inoltre ribadito "Potere al Popolo sarà presente Sabato mattina alla manifestazione convocata alle 9.30 in Piazza Madonnina a Battipaglia e nelle ulteriori tappe della mobilitazione al fianco dei lavoratori".

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Poliziotto ferito durante l’arresto del presunto killer dei gatti

Grazie all’intervento della Polizia Locale ieri si è potuto evitare il peggio in via Gramsci a Battipaglia. Gli uomini del comandante Gerardo Iuliano a seguito di una richiesta d’ intervento per la presenza di uomini armati presso il domicilio di A. V. D. J. Cittadino extracomunitario di nazionalità Cubana, già deferito all’ A. G. per il reato di maltrattamento e/o uccisione di animali, gli uomini della sez. di  P. G.  Di Vita Domenico e Pietropinto Giuseppe, immediatamente si portavano sul posto. In loco giungeva per dare supporto, una volante del Commissariato di Polizia Statale di Battipaglia. I poliziotti identificano nella vicina autorimessa tre persone, riconducibili all’equipe televisiva della nota trasmissione “Striscia la Notizia”. Di lì a poco giungeva l’extracomunitario, che in forte stato di agitazione, si dirigeva contro la troupe televisiva di “Striscia”, a quel punto l’Ass. Capo di Polizia Locale Di Vita ha bloccato l’uomo che opponeva resistenza attiva.  Durante le fasi di colluttazione l’Ass. Capo si è accorto che il cubano aveva un coltello da cucina di dimensioni rilevanti. L’uomo è stato disarmato e tratto in arresto. Nello scontro fisico è rimasto ferito alla mano sinistra l’ Ass. Capo Pietropinto. Fortunatamente le ferite riportate sono state giudicate guaribili con prognosi di 5 giorni.

e-max.it: your social media marketing partner

Treofan Givova Battipaglia sconfitta in casa dalla Pallacanestro Palestrina

Treofan sconfitta tra le mura amiche. Nell’incontro valevole per la sedicesima giornata del campionato di serie B maschile “Old Wild West” allo Zauli finisce 54-99. 

Come oramai accade da qualche tempo, è una Battipaglia imbottita di giovani quella che scende in campo. Tra essi, fa il suo esordio (esordio molto positivo, tra l’altro) Alessandro Zaccaro, ala pivot classe ’99 arrivato in settimana dalla Givova Scafati e messosi subito in evidenza con 8 punti in 18 minuti. Questo fa sì che Battipaglia fin da subito non riesca a tenere il ritmo di una delle più forti squadre del girone D, quella Pallacanestro Palestrina che, fino all’ultimo, si giocherà chance consistenti per la promozione. 

Il match, come detto, perde il proprio equilibrio fin da subito, con gli ospiti che, dopo 2 minuti, sono già sullo 0-8. Battipaglia prova a tenere botta e, almeno nel primo quarto, riesce a contenere il distacco entro margini accettabili. Al 10′, infatti, i biancoarancio di coach Gibboni sono sotto di 12 punti (6-18). A partire dal secondo quarto, però, Palestrina imprime un’accelerazione fortissima che costringe Battipaglia a rimanere parecchio indietro nel punteggio. Il 16-35 di parziale la dice lunga sulle difficoltà di Battipaglia che, all’intervallo lungo, è già sotto di ben 31 lunghezze (22-53). Il match, oramai, è già deciso … e questo permette a Palestrina di gestire la gara nei secondi venti minuti … minuti nei quali Battipaglia ha il merito, con dignità, di provare a giocarsela e, soprattutto, di mettere in campo dei giovani dai quali ricostruire un futuro ricco di vittorie. Negli ultimi due parziali, il vantaggio ospite aumenta ancora, ma in misura assai inferiore rispetto all’andamento del primo tempo. Al 30′, Palestrina è sul +34 (41-75). Al suono della sirena conclusiva, il vantaggio è cresciuto ancora (+45, 54-99), ma questo cambia poco in sede di commento. Palestrina si conferma solida. Battipaglia conferma da un lato le proprie difficoltà, dall’altra la voglia di guardare al futuro investendo sui giovani talenti. Tra i padroni di casa, bene Ronconi (15 punti) e il nuovo arrivato Zaccaro. Tra gli ospiti, è Gianmarco Rossi il migliore (21 punti).

TABELLINO DEL MATCH 

TREOFAN GIVOVA BATTIPAGLIA – PALLACANESTRO PALESTRINA 54-99 (6-18; 22-53; 41-75; 54-99)  

TREOFAN GIVOVA BATTIPAGLIA

Ronconi 15, Dispinzeri 11, Zaccaro 8, Vietri 6, Melillo 4, Romanelli 3, Coppa 3, Volpe 2, Vigilante 2, Guzzo, Di Biase, Gallo. Coach: Gibboni.  

PALLACANESTRO PALESTRINA

Rossi G. 21, Beretta 17, Moretti 15, Rischia 13, Fiorucci 12, Cecconi 8, Carrizo 7, Ochoa 6, Mattei, Rossi F N.E. Coach: Ponticiello.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Beni confiscati alla camorra, stilato il bando per l’assegnazione del “Dolce Caffè” e un Box Auto

Battipaglia. Pronto il bando per l’assegnazione del bar di via Salvator Rosa, il “Dolce Caffè”, e del garage di via Rosa Jemma, entrambi confiscati alla camorra. L’ingegnere Salerno ed il responsabile dell’Ufficio beni confiscati, Angelo Mirra, hanno approvato il bando per l’assegnazione dei due beni. Tutte le associazioni interessate avranno trenta giorni di tempo per proporre :”«un progetto a servizio delle fasce più giovani della comunità quale luogo di aggregazione per offrire concrete opportunità occupazionali anche a soggetti lavorativamente svantaggiati». Sul sito del comune si può scaricare tutta la documentazione.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Aggiudicata la gestione del “Caffè 21 Marzo” e degli “Orti Sociali”

L’ingegnere  Carmine Salerno con una determina dirigenziale, ha concesso  al circolo locale di Legambiente, la tanto attesa proroga per la gestione degli orti sociali. La proroga garantirà per altri tre anni a Legambiente di gestire gli orti sociali di via Bosco primo, a Taverna Maratea, confiscati alla camorra. I volontari del circolo, attraverso il Servizio civile, coinvolgeranno anche i giovani della città. Con l’arrivo dell’aggiudicazione definitiva riapre i battenti anche il “Caffè 21 Marzo”. Il bar fermo da un lungo periodo per vicende burocratiche, fu definito «bar della speranza», da don Luigi Ciotti nel giorno della sua inaugurazione.

e-max.it: your social media marketing partner

L'Associazione Battipaglia Nostra: "Nazionalizzare Treofan Italy come Carige"

L’associazione Battipaglia Nostra rilancia la proposta di nazionalizzazione di Treofan. Gianni Corizzo è intervenuto sulla vicenda: "La politica locale e le forze sindacali si facciano interpeti di tale proposta presso il Ministero dello sviluppo Economico vista la complementarietà produttiva tra Eni Versalis e Treofan Italy. Non dimentichiamo le ultime dichiarazioni del Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio riguardo alla nazionalizzazione della banca Carige, che parlano di ------------primo caso in Europa in cui il popolo sovrano si riappropria di una banca- . Bisogna scovare e punire gli speculatori."

e-max.it: your social media marketing partner
Sottoscrivi questo feed RSS