Battipaglia. Furti a Belvedere, l'allarme dei residenti

Si moltiplicano i furti nel quartiere Belvedere. A lanciare l’allarme sono i residenti di Via Monsignor Vicinanza, che negli ultimi giorni si sono dovuti letteralmente barricare in casa. Molti gli appartamenti scassinati e derubati, tante anche le razzie mandate all’aria per il coraggio di alcuni cittadini, che hanno immediatamente allertato le forze dell’ordine.  Sul posto, nei giorni scorsi, sono arrivati anche i Carabinieri che hanno cercato di mettere le manette ai malfattori, che si sono dati alla macchia. I raid dei delinquenti avvengono appena cala il buio in Viale Monsignor Vicinanza, che con disinvoltura entrano dai banconi degli appartamenti, per poi svolgere il loro “ sporco lavoro”.  Un gruppo di residenti nelle ultime ore oltre a recarsi presso la caserma per denunciare i fatti si sta anche organizzando per formare delle vere e proprie ronde.  Antonio Poto, un residente della zona, s’è sfogato sostenendo che “ormai la situazione è divenuta intollerabile. Lancio un appello a tutte le forze dell’ordine affinché siano presenti maggiormente in questa zona, per contrastare il disegno criminoso di questi delinquenti. Siamo costretti nelle ore serali a restare a casa per evitare di essere visitati da questi criminali. Questa situazione, purtroppo, si ripete dalla scorsa estate”.   

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Conto alla rovescia per "Vinora Village"

Inizia il conto alla rovescia per uno degli eventi più attesi dell'anno: il "Vinora Village".  Una manifestazione che cresce, di anno in anno, grazie all'associazione culturale "Babilonia" di Battipaglia ed in particolare  all'impegno ed alla passione di Valter Granese e Massimiliano Terminelli. Due nostri concittadini che hanno in comune l'amore sia per questa città, sia per le cose "buone e belle". Giunto ormai alla sua terza edizione il "Vinora Village" è una vetrina del vino alla quale partecipano eccellenti cantine della provincia di Salerno con l'accompagnamento di food davvero  qualificatissimo.Ma "Vinora" non vuol significare solo buon vino e buon cibo è, soprattutto, la capacità di unire il  "wine e food" all'arte ed al jazz.  Dal 24 al 28 giugno 2020, infatti, la Villa Comunale di via Belvedere si trasformerà in un villaggio di allegria e di grande qualità. Un evento imperdibile  con i suoi raffinati salotti letterali, i laboratori artistici in collaborazione di molte associazioni della provincia e  l'eccellente "Vinora Jazz", del direttore artistico Riccardo Conforti, che già lo scorso anno ottenne il grande gradimento del pubblico. E poi tante altre novità interessanti che scoprirete nelle varie tappe di avvicinamento all'evento.Vinora, cosa dire di più! "Ave color vini clari, ave sapor sine pari"

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Truffata nonnina da falso postino, la denuncia del nipote

Allarme truffe agli anziani. Ieri mattina alle ore 10,30 circa in via Francesco Spirito una nonnina è caduta nella trappola del pacco per il nipote. Parte una telefonata sul telefono di casa della vittima con una richiesta di Euro 4mila da consegnare al truffatore (o ai truffatori( per evitare che nipote perdesse il posto di lavoro. Soldi che avrebbe ritirato il postino in cambio del “pacco”, contemporaneamente i delinquenti chiamano a ripetizione sul cellulare (con numero anonimo) il nipote per evitare alla vecchietta di rintracciarlo.  Il disegno criminoso si concretizza in poco tempo, la vittima consegna al postino settecento euro,oltre delle catenine e anelli in oro. Il fatto è stato denunciato nel gruppo facebook Sei di Battipaglia il vero da  Antonio Montuori, che ha riferito che la mamma ha sporto querela ai Carabinieri.

e-max.it: your social media marketing partner

Allo Zauli la O.ME.P.S. Givova Battipaglia cade contro l'Empoli

Male. Anzi, malissimo. Al PalaZauli, la O.ME.P.S. Givova Battipaglia si gioca malissimo l'opportunità di tornare in scia a Torino, Costa Masnaga e Bologna (appaiate a quota 8 in classifica) perdendo un match che, se vinto, avrebbe ridato consistenza alle speranze di salvezza. Invece, per le bianco-arancio, arriva una sconfitta pesantissima che rende la salvezza una chimera ... e non tanto per la distanza dalle dirette concorrenti (non eccessiva e ancora recuperabile), quanto per l'atteggiamento messo in campo oggi da una Battipaglia che, oltre agli evidenti limiti strutturali, evidenzia, cosa ancora più grave, una rassegnazione ed una mancanza di voglia di lottare inaccettabili. Risultato finale: 50-59.         

La cronaca.

Inizio vivace su entrambi i fronti. I canestri di Morris da una parte e il dinamismo di Mazza dall'altra danno i primi scossoni alla gara che, nei primi minuti, viaggia sui binari di un sostanziale equilibrio: al 5', le toscane sono avanti di 1 (8-9). A metà frazione, il primo strappo della gara: a firmarlo, le padrone di casa che, grazie ancora a Mazza ed ai canestri di Ciabattoni (due triple ravvicinate per lei) piazza un pesante 11-0 di parziale che le manda in fuga. Il canestro dal campo di Manetti cristallizza il punteggio finale del primo quarto. Al 10', Battipaglia è avanti di 8 (19-11).

Ad inizio secondo quarto, però, l'inerzia si capovolge. Sono le ospiti, infatti, a fare meglio in questa fase: le triple di Trimboli trascinano la compagine toscana alla riscossa riportandola in scia alle bianco-arancio. Al 14', il vantaggio di Battipaglia è di 1 sola lunghezza (24-23). A cavallo di metà frazione, nel giro di pochi secondi, sorpasso e controsorpasso: a Mathias risponde rapidamente Jarosz. Al 15', la O.ME.P.S. Givova è ancora avanti di 1 (26-25). Nella seconda metà del secondo periodo, Battipaglia torna a comandare le operazioni e, sospinta da una incontenibile Ciabattoni (15 punti a metà gara per lei), vola sul +12. All'intervallo lungo, le padrone di casa conducono 37-25.

Nel secondo tempo, accade l'inspiegabile: Battipaglia non rientra dagli spogliatoi. In campo, ci sono solo i corpi. Mente, cuore e concentrazione, invece, restano negli spogliatoi a far compagnia agli asciugamani e ci restano fino a fine gara. La O.ME.P.S. Givova, nonostante l'elevata posta in palio, d'improvviso smette di giocare, disputando un secondo tempo di una inconsistenza che lascia basiti. Nel terzo quarto, Battipaglia segna appena 4 punti ... e se al 30' è ancora avanti è perché Empoli gioca una terza frazione sicuramente migliore di quella della O.ME.P.S. Givova (ci vuole poco), ma di certo non travolgente (12 i punti segnati dalle ospiti nel periodo), quanto basta, però, per ridurre a 4 le lunghezze di svantaggio a fine terza frazione (41-37).      

Se il terzo quarto è terribile, l'ultimo, se possibile, è ancora peggiore. Battipaglia ha completamente staccato la spina: distratta in difesa, impalpabile in attacco, spenta fisicamente e, soprattutto, mentalmente. Le ospiti, ovviamente, non si fanno pregare e prima raggiungono il pareggio (tripla di Morris al 34', 44 pari), poi effettuano il sorpasso (piazzato dalla media distanza di Mathias (44-46 al 35'), infine, vanno in fuga, volando, grazie ai canestri pesanti della ex Trimboli, sul +8 (46-54 al 38'). Il match, di fatto, finisce lì ... e, con esso, forse, la bella avventura di Battipaglia in A1. Perché se è vero che il tempo per risalire la china ci sarebbe ancora, è altresì vero che Battipaglia è una nave che continua ad imbarcare acqua perché gravata da numerose falle, ossia gli errori e le mancanze della società, dello staff tecnico e delle giocatrici ... tutti colpevoli, in egual misura, dell'indecoroso spettacolo offerto dalla O.ME.P.S. Givova in questi mesi. Allo Zauli si impone Empoli che, con merito, vince con il punteggio di 50-59.

O.ME.P.S. GIVOVA BATTIPAGLIA

Nori 2, Galbiati 9, Ciabattoni 21, Mazza 3, Jarosz 11, Cremona 4, Montiani N.E., Sasso, Scarpato, Opacic N.E., Bisogno N.E., Mattera N.E. Coach: Orlando.

USE BASKET ROSA EMPOLI

Stepanova 8, Morris 11, Ruffini 5, Trimboli 17, Mathias 8, Francalanci N.E., Malquori N.E., Manetti 4, Narviciute 6, Bastianoni N.E. Coach: Cioni.

Ufficio Stampa Polisportiva Battipagliese 

e-max.it: your social media marketing partner

“Negroni” il singolo di debutto di Lacasta

Lo scorso venerdì 17 gennaio 2020, è uscito sui portali di musica digitali “NEGRONI”, il singolo di debutto di LACASTA, progetto artistico inedito del cantautore battipagliese Manuel Castagna. Il brano, interamente autoprodotto, è stato scritto da Lacasta, e traccia la linea di partenza del suo percorso musicale.

Interrogato sul significato del brano, Lacasta spiega: «Negroni rappresenta una resa dei conti, un incontro che faccio con me stesso seduto ad un tavolino di un bar, dove tutte le mie convinzioni, tutto l’immaginario che mi ero creato, dove il mio ricercarmi tra la gente, incontra la realtà», e aggiunge: «Negroni rappresenta una chiacchiera che faccio tra me e me, una chiacchierata che prima o poi tutti ci ritroviamo a fare».

 ASCOLTA "NEGRONI": https://www.youtube.com/watch?v=3wTsG0MALSw

Un singolo, “NEGRONI”, che nonostante si rifaccia alla bevanda dal noto gusto forte e deciso, incontra un sapore del tutto dolce e delicato di un’idea artistica che incontra per la prima volta la luce del giorno. Una voglia di riportare in musica i suoi pensieri che Lacasta non è riuscito più a contenere.

«La musica è sempre stata presente nella mia vita. Dalle recite in quinta elementare, in cui ero l’unico bimbo a cantare, fino ai giorni nostri» racconta l’artista emergente. «La passione per quest’arte è stata sempre più forte grazie a mio padre, che mi ha educato alla buona musica, come quella di Mina e di Fabrizio De André. Non mi pongo mai dei limiti, mi piace sperimentare a 360° e non ho pregiudizi».

BIOGRAFIA

Lacasta, nome d’arte di Manuel Castagna, figlio del sud Italia e artista a tutto tondo. Cerca di esprimere al meglio le sue emozioni con qualsiasi forma di arte: dal disegno, alla scultura fino ad arrivare alla musica. Nel 2020 rilascia il suo primo singolo autoprodotto, “Negroni”.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Rapine e furti, arrestati gli autori

Ieri sera, i Carabinieri di Battipaglia in collaborazione con una pattuglia del locale Commissariato di Polizia, hanno tratto in arresto il battipagliese B.E. classe 2000 ed un minore di nazionalità marocchina O.A. del 2002,  perché responsabili di rapina ai danni di una donna in via Palatucci. I due malviventi hanno fermato la donna, l’hanno colpita con uno schiaffo e le hanno rubato la borsa dandosi precipitosamente alla fuga. Il tentativo di far perdere le proprie tracce è durato poco. Le forze dell’ordine sono riuscite in breve tempo ad individuare e bloccare i ladri poco lontano dal luogo della rapina ancora in possesso dello Smartphone della donna.  Nel corso delle indagini gli operanti, raccoglievano elementi di prova a carico dei medesimi in ordine ad altri due furti precedentemente consumati, uno all’interno di un supermercato, dove venivano asportate le chiavi dell’autovettura di un dipendente e l’altro nella pubblica via ai danni di un cittadino al quale veniva rubato il portafogli. La refurtiva rinvenuta è stata restituita agli aventi diritto, la vittima nell'immediatezza veniva soccorsa dal personale del 118, poiché in forte stato di agitazione. Dopo il foto-segnalamento il maggiorenne è stato arrestato e  tradotto presso il proprio domicilio, mentre il minore è stato associato al centro di accoglienza per minori di Salerno, come disposto dal P.M. di turno presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Salerno.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Vertenza Treofan, sindacati e lavoratori uniscono le forze

A distanza di un anno i lavoratori della Treofan Italy Battipaglia si trovano nella condizione di dover ricevere per la "seconda volta" l’attivazione della procedura di licenziamento collettivo. A seguito dell’avvio della procedura, le organizzazioni sindacali e i lavoratori si sono riuniti in assemblea per valutare le azioni più opportune da mettere in campo in concomitanza con il tavolo ministeriale che deve tenersi a breve. Si contestano fortemente le motivazioni alla base dell’avvio della suddetta procedura, in quanto essa fa riferimento all’ impossibilità di reindustrializzare il sito di Battipaglia. Tale condizione è, infatti, difforme dalle dichiarazioni della stessa Jindal che, con una nota di osservazioni in risposta alla Delibera Asi n.366/2019 in merito alla revoca dei terreni non utilizzati, chiedeva alla stessa di non procedere poiché è in corso il processo di reindustrializzazione. Alla luce dei fatti, oggi il processo di reindustrializzazione è legato alle azioni messe in campo da Vertus e da Asi, le quali, anche se apparentemente distanti, convergono verso un unico obiettivo. Riteniamo, pertanto, fondamentale, la presenza del Consorzio Asi al tavolo di crisi, assieme a tutte le altre parti coinvolte. Il MISE è ancora in condizione di poter apportare un contributo concreto, ma non tollereremo più eventuali ritardi o mancanze di risposte!! Intanto, nei prossimi giorni si intensificheranno gli incontri con i lavoratori al fine di poter rendere quanto più forte possibile la manifestazione da tenersi in Via Molise a Roma in occasione del tavolo di crisi.

FILCTEM Antonio Apadula

FEMCA Gerardo Giliberti

UILTEC Alessandro Antoniello.

LA RSA : Francesca Valeria Giordano, Antonio Glielmi, Vincenzo D’Amico.

e-max.it: your social media marketing partner
Sottoscrivi questo feed RSS