Vertenza Treofan, incontro tra lavoratori e parlamentari

Faccia a faccia tra lavoratori e parlamentari per valutare i possibili sviluppi della vertenza Treofan. I deputati Anna Bilotti e Cosimo Adelizzi hanno incontrato questa mattina, insieme al consigliere regionale Michele Cammarano, i lavoratori della Treofan di Battipaglia, che hanno trascorso nello stabilimento la mattina dell'Epifania e con i quali i tre esponenti del Movimento 5 Stelle hanno discusso a lungo di quali dovranno essere i prossimi passi per arrivare a uno sbocco positivo della vicenda.Faccia a faccia tra lavoratori e parlamentari per valutare i possibili sviluppi della vertenza Treofan. I deputati Anna Bilotti e Cosimo Adelizzi hanno incontrato questa mattina, insieme al consigliere regionale Michele Cammarano, i lavoratori della Treofan di Battipaglia, che hanno trascorso nello stabilimento la mattina dell'Epifania e con i quali i tre esponenti del Movimento 5 Stelle hanno discusso a lungo di quali dovranno essere i prossimi passi per arrivare a uno sbocco positivo della vicenda.«Nei giorni scorsi ho già indirizzato al Ministero dello Sviluppo economico la richiesta di un incontro – ha commentato Anna Bilotti – per avere aggiornamenti sullo stato dell'interlocuzione con Jindal e sui tempi di convocazione del nuovo tavolo ufficiale tra le parti, che dovrebbe tenersi prima di fine mese. So che il governo è impegnato a mettere in campo tutte le iniziative possibili per arrivare a una soluzione, che richiami gli imprenditori a un'assunzione di responsabilità e scongiuri l'attivazione della procedura di licenziamento dei lavoratori. Da parte mia continuerò a monitorare la vicenda in maniera costante, facendo tutto quanto è nelle mie prerogative per la salvaguardia dei posti di lavoro».

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Treofan, lavoratori in presidio anche a Natale

Treofan, i lavoratori hanno manifestato anche il giorno di Natale. Gli operai hanno voluto mantenere il presidio e tenere alta l’attenzione della loro grave situazione. Una vertenza che dura da svariati mesi contro la multinazionale indiana Jintal che ha deciso di mettere tutti fuori dall’azienda, con un licenziamento collettivo. Un anno dopo lo stop alle attività produttive e dopo tanti impegni e promesse, l’unica certezza è rappresentata dalla scadenza degli indennizzi il 31 marzo 2020.  Una data alla quale non guardano con serenità i lavoratori con l’auspicio che possano ottenere una proroga agli ammortizzatori sociali. Ciò potrebbe ancora far sperare  ai sindacati, al Governo e agli stessi lavoratori di cercare di arrivare ad un piano serio di reindustrializzazione per il sito.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Treofan tutti licenziati. Pubblichiamo la lettera integrale di Jindal

Purtroppo per i lavoratori della Treofan di Battipaglia è arriva la missiva che nessun lavoratore vorrebbe ricevere. Jindal Group  avvia le procedure di chiusura dello stabilimento battipagliese.

La comunicazione ufficiale, firmata dal ceo Manfred Kaufmann, è giunta da poco ai dipendenti ecco il testo:

Colleghi,

oggi, il management ha annunciato pubblicamente una decisione molto difficile: ci apprestiamo a chiudere il nostro stabilimento produttivo di Battipaglia in Italia. Sono in fase di avvio i negoziati per definire esattamente il processo e vogliamo assicurare che il management farà tutto quanto in suo potere per trovare una soluzione socialmente accettabile per tutti i colleghi coinvolti. Molti di loro hanno fatto parte della nostra organizzazione per parecchi anni e non hanno nessuna responsabilità per il fatto che lo scenario di mercato è cambiato così drasticamente negli ultimi anni. Dato l’estrema pressione sui prezzi e sui costi nel nostro settore, essere competitivi in ogni aspetto del nostro business è assolutamente cruciale per costruire il futuro: vogliamo diventare il fornitore Europeo di maggiore successo nelle pellicole per confezioni ed etichette, con il più ampio portafoglio di prodotti speciali. Sfortunatamente, Battipaglia è uno stabilimento relativamente piccolo, con tecnologie datate e focalizzate sui prodotti commodity. Tenendo presente il nostro assetto produttivo, la complessiva sovraccapacità esistente nel mercato e la nostra strategia basata su pellicole speciali ad alto valore aggiunto, mantenere questa produzione vorrebbe dire accumulare ulteriori perdite che potrebbero danneggiare tutte le altre componenti della nostra società. Viceversa, la nostra strategia è di costruire un assetto competitivo in termini di qualità, capacità produttiva, costo del lavoro, logistica e di tutti i parametri fondamentali. La missione che condividiamo è di realizzare questo disegno. Come noto, la principale priorità del management è di realizzare con successo l’integrazione delle due società a livello di gruppi di lavoro, processi e produzioni, costruendo la base per un futuro sostenibile. Lo faremo insieme per vincere e siamo a disposizione per rispondere alle vostre eventuali domande.

Cordiali saluti

Manfred Kaufmann

CEO

Deepak Jain

CEO

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Potere al Popolo, campagna di solidarietà per i lavoratori della Treofan

E’ partita da poco la campagna di solidarietà di Potere al Popolo a sostegno degli operai Treofan di Battipaglia. I lavoratori stanno rispondendo al nostro invito da diverse città d’Italia, inviando una foto scattata davanti al proprio luogo di lavoro, in segno di adesione alla loro battaglia. Diffonderemo questa campagna sui social perché la lotta di uno è la battaglia di tutti. Le Immagini saranno in continuo aggiornamento sulla nostra pagina fb https://www.facebook.com/poterealpopolo.salerno/ Intanto hanno aderito: le addette al servizio pulizie Unisa dell’Università di Salerno, gli operai della Bekaert di Figline Valdarno, ex Alma Viva di Roma, un gruppo di lavoratori in rappresentanza della città di Civitavecchia.
Da quando è scoppiato il caso Treofan di Battipaglia Potere al Popolo si è schierato al fianco degli operai svenduti dalla proprietà alla Jindal, sostenendo la protesta dei lavoratori con la costante presenza al presidio, divulgando la loro battaglia, distribuendo volantini informativi anche negli altri impianti collegati per partecipare la mobilitazione. Abbiamo condiviso con loro a Roma sotto la sede del Mise la delusione del tavolo di trattativa e siamo stati presenti questa mattina in piazza Amendola a Battipaglia.
“Jindal è uno dei maggiori gruppi industriali su scala internazionale. Non ha certo bisogno di ulteriori concessioni da parte dello Stato o di soldi pubblici che ha già incassato nelle molteplici attività industriali che già detiene nel nostro Paese – commenta Davide Trezza Coordinatore di Potere al Popolo Salerno - E’ il momento in cui il Governo deve fare la sua parte. La lotta deve avanzare senza timore e il Governo deve mettere Jindal davanti alle sue responsabilità”.
Abbiamo assistito in questi anni allo smantellamento di intere aree industriali della nostra provincia. Salerno senza che nessuna delle forze politiche elette abbia mosso un dito una volta giunte al Governo per cambiare questa drammatica realtà che asseconda sfruttamento e saccheggio. Oggi vogliamo ribadire la nostra attenzione alle azioni che il Governo metterà in campo. Non ci impressionano le passerelle politiche e non abbasseremo la guardia.
Ufficio Stampa Potere al Popolo Salerno

e-max.it: your social media marketing partner

L'Associazione Battipaglia Nostra: "Nazionalizzare Treofan Italy come Carige"

L’associazione Battipaglia Nostra rilancia la proposta di nazionalizzazione di Treofan. Gianni Corizzo è intervenuto sulla vicenda: "La politica locale e le forze sindacali si facciano interpeti di tale proposta presso il Ministero dello sviluppo Economico vista la complementarietà produttiva tra Eni Versalis e Treofan Italy. Non dimentichiamo le ultime dichiarazioni del Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio riguardo alla nazionalizzazione della banca Carige, che parlano di ------------primo caso in Europa in cui il popolo sovrano si riappropria di una banca- . Bisogna scovare e punire gli speculatori."

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. “Vertenza Treofan, svelata la strategia bluff del colosso indiano”

La deputata Bilotti e il consigliere regionale Cammarano: “Al Mise nessuna spiegazione sulla dismissione di ordini e commesse”

“Oramai è chiara la strategia messa in atto da tempo dalla società indiana Jindal, proprietaria della multinazionale Treofan di Battipaglia. Ovvero, dar vita a politiche aziendali finalizzate a giustificare l’inevitabile chiusura dello stabilimento di Battipaglia, con la perdita dei posti di lavoro per oltre 80 persone. Nell’ultimo tavolo al Mise, tenutosi questa mattina, il colosso indiano non solo non si è presentato senza alcun piano industriale, ma non ha neppure spiegato le ragioni di un’ingiustificabile operazione che ha comportato la dismissione di ordini e commesse. Né sono state prese in alcuna considerazione le raccomandazioni del nostro ministero a riattivare l’impianto di Battipaglia. In totale controtendenza, l’amministratore delegato si è limitato a tessere le lodi della Jindal Bridisi, parlandone in termini di realtà modello, sebbene vanti un debito di oltre 86 milioni di euro”. E’ quanto denunciano la deputata del Movimento 5 Stelle Anna Bilotti e il consigliere regionale M5S Michele Cammarano.

“Tutto ora è rinviato all’appuntamento di giovedì 24 gennaio, quando la Jindal sarà chiamata a presentare un piano industriale che auspichiamo non sia l’ennesimo bluff, ma che, con il sostegno del ministero, possa garantire un futuro a una realtà produttiva storica e importante per il tessuto produttivo del territorio e dia garanzie occupazionali ai lavoratori”.

e-max.it: your social media marketing partner
Sottoscrivi questo feed RSS