Battipaglia. Scontro tra Sindaca e Legambiente

Scontro tra la Sindaca Cecilia Francese e Legambiente sulla balneabilità del mare di Battipaglia. L’impianto di depurazione di Tavernola “funziona correttamente come attestato peraltro dalla costante attività di monitoraggio delle acque di scarico che ha restituito, da oltre un anno, risultati pienamente conformi alla norma. A dirlo è il Sindaco di Battipaglia Cecilia Francese. La notte tra il 2 ed il 3 agosto u.s. l’impianto è stato oggetto di furto di cavi elettrici e danneggiamento delle apparecchiature elettromeccaniche da parte di ignoti - : “Abbiamo sporto immediata denuncia – prosegue il primo cittadino - Tuttavia, ciò ha inciso negativamente sulla situazione di balneabilità di un modesto tratto del litorale a ridosso della foce del fiume Tusciano. Difatti, a seguito della campionatura delle acque effettuata dall’Arpac nei giorni immediatamente successivi a tale episodio, è stata emessa Ordinanza di divieto di balneazione sul tratto di litorale che va dalla foce del Tusciano sino, in direzione sud, all’ex Villaggio IRIS, prima del resort Sunrise. Il restante tratto del litorale resta completamente balneabile. “  Alfredo Napoli, presidente di Legambiente Battipaglia,  ai microfoni di Battipaglia1929 in una recente intervista ha affermato che i prelievi nel fiume Tusciano sono stati effettuati prima del furto delle attrezzature che ha mandato in tilt il depuratore. “Grazie ai dati di Goletta Verde stiamo denunciando da anni l’inquinamento del Fiume Tusciano. Noi facciamo il prelievo nel fiume per dimostrare che è la depurazione in città che funziona male. Sensibilizziamo le persone a non scaricare rifiuti in mare o in spiaggia. Per quanto riguarda la depurazione è chiaro che deve essere l’istituzione a muoversi. Il depuratore di Tavernola anche al massimo splendore non funziona per tutta la città di Battipaglia, c’è una grande parte della litoranea che non viene affatto ripulita” – è quanto dichiara Alfredo Napoli.

  • biomedical