Skin ADV

Battipaglia. Domani la proclamazione degli eletti in consiglio comunale

  • Scritto da Giovanni Coscia
  • Pubblicato in BATTIPAGLIA

BATTIPAGLIA: Slitta forse nel primo pomeriggio di domani, la proclamazione dei consiglieri comunali eletti. Un ritardo dovuto al controllo minuzioso delle schede. Un controllo minuzioso, che non è motivo di alcuna preoccupazione o magari dare adito a malelingue, ma solo un conteggio rigoroso dei voti, in considerazione che qualche consigliere comunale, risulta eletto con un solo voto in più nei confronti del primo non eletto.  Tiene alta l’attenzione sul nuovo vice sindaco che rimane sempre più ancorata alla figura di Ugo Tozzi. E proprio qui, nasce il problema. Dalla spinta iniziale dello stesso medico anestesista, nel voler ricoprire la carica, inizia un lieve ripensamento proprio in virtù del futuro che potrebbe defenestrarlo dal consiglio comunale. Va considerato infatti, che per ottemperare alla carica di vice sindaco, Tozzi dovrà dimettersi da quella di consigliere comunale e rimanere quindi scoperto ufficialmente, senza possibilità alcuna, nel caso di ripensamento, di ritornare a ricoprire la carica che gli è stata assegnata con il voto amministrativo. Confermato invece Michele Gioia, che rivestirà la carica di assessore allo sport e nel contempo, lascerà la carica di commissario straordinario per Fratelli D’Italia. A conferma degli altri assessori, rimane una piccola incertezza sulla figura dell’avvocato Giuseppe Provenza, che eletto in Forza Italia, gradirebbe elargire una nomination ad una sua persona di fiducia e legata la partito, e anch’egli rimanere nella carica di consigliere comunale. Da assegnare le quote di sotto governo, quali ALBA srl, che sembra correre verso Fernando Zara, così come il centro sociale, potrebbe riabbracciare il fratello Carlo, unitamente alla struttura che accoglie gli anziani, l’Americanino. Sempre per quanto riguarda i bene informati, nella lingua politichese, e quindi degli addetti ai lavori, non è piaciuto il diniego nei confronti dell’Ingegnere Massimo Panico, voluto sempre da Zara, quale figura dirigenziale nella sezione urbanistica. Ormai manca solo l’ufficialità di Falcone alla carica di presidente del consiglio comunale. Mentre si prepara già una opposizione dura e tenacia, così come promesso dai consiglieri di minoranza e dallo stesso Motta. Insomma, si vedono i cinesi lungo il fiume aspettare….

Giovanni Coscia

e-max.it: your social media marketing partner