Battipaglia. Celano (F.I.): stop all'impianto di compostaggio

Il Presidente dell'Eda annuncia che starebbero valutando la possibilità di non realizzare l'impianto di compostaggio presso lo Stir di Battipaglia, ritenendo evidentemente corrette le valutazioni addotte dal gruppo provinciale  di FI. Non servono, né sono, però, sufficienti annunci in campagna elettorale. La regione revochi subito l'aggiudica definitiva (di oltre due anni fa!) alla ditta che ha vinto l'appalto e modifichi immediatamente il piano regionale dei rifiuti, eliminando dallo stesso il previsto impianto per l'umido a Battipaglia. Si proceda, inoltre, alla modifica della deliberazione con l'eliminazione della deroga, peraltro illegittima nella misura che l'idoneità sancita su presupposti tecnici e scientifici non può ammettere eccezioni. La rettifica della deliberazione appare necessaria per evitare che piani sovracomunali potranno, anche in futuro,  prevedere nuovi impianti a Battipaglia e Sarno e ad  evitare che imprenditori privati possano, impugnandola, ottenere l'annullamento della deliberazione appellandosi al mancato rispetto del principio di concorrenza tra pubblico e privato sancito dalla normativa nazionale ed europea.Il Presidente dell'Eda annuncia che starebbero valutando la possibilità di non realizzare l'impianto di compostaggio presso lo Stir di Battipaglia, ritenendo evidentemente corrette le valutazioni addotte dal gruppo provinciale  di FI. Non servono, né sono, però, sufficienti annunci in campagna elettorale. La regione revochi subito l'aggiudica definitiva (di oltre due anni fa!) alla ditta che ha vinto l'appalto e modifichi immediatamente il piano regionale dei rifiuti, eliminando dallo stesso il previsto impianto per l'umido a Battipaglia. Si proceda, inoltre, alla modifica della deliberazione con l'eliminazione della deroga, peraltro illegittima nella misura che l'idoneità sancita su presupposti tecnici e scientifici non può ammettere eccezioni. La rettifica della deliberazione appare necessaria per evitare che piani sovracomunali potranno, anche in futuro,  prevedere nuovi impianti a Battipaglia e Sarno e ad  evitare che imprenditori privati possano, impugnandola, ottenere l'annullamento della deliberazione appellandosi al mancato rispetto del principio di concorrenza tra pubblico e privato sancito dalla normativa nazionale ed europea.Le dichiarazioni del dott. Coscia smentiscano anche taluni soloni che sostenevano che l'impianto non avrebbe potuto "retroattivamente" evitarsi. Coscienti che le  nostra ragioni stiano servendo a sensibilizzare le Istituzioni, continueremo, in ogni caso, a dar battaglia in ogni sede per far sì che gli annunci   si concretizzino in atti amministrativi e non siano finalizzati alla sola ricerca del consenso in una città da sempre "bistrattata" dalle Istituzioni regionali e provinciali rette dalla sinistra.

Roberto Celano - consigliere provinciale FI

  • BCC

Battipaglia. Roberto Covino: "ci sentiamo orfani della Festa Patronale"

Quest’anno travagliato dall’effetto pandemico, ci sentiamo  soli e orfani per l’assenza  dell’atmosfera della FESTA PATRONALE, dovuta purtroppo all’immane tragedia epidemica. Immediato è il pensiero a BATTIPAGLIA, personalmente vista in questo periodo “triste”,” infelice” poco reattiva. Che dire: può apparire strano, ma tutto quello che sta succedendo  sia da lezione a livello politico-istituzionale, a quelle persone che credono in quello che fanno per la nostra Città; che ascoltino il popolo, che sviluppino idee costruttive. Non ultimo un pensiero per il mondo cattolico e sociale della nostra Città, dobbiamo dire solo GRAZIE per la totale dedizione e abnegazione per quello che svolgono. Concludo con un semplice “FORZA BATTIPAGLIA” abbiamo voglia di FAR FESTA!!!!

F.TO ROBERTO COVINO

Cancelliere- Trib.di Salerno

Battipaglia. L'anno scolastico che verrà, le preoccupazioni di Coscienza Sociale

Il laboratorio socio-politico “Coscienza Sociale” dell’Azione Cattolica della Parrocchia “Sant’Antonio di Padova” di Battipaglia esprime preoccupazione per la ripresa delle attività didattiche nell’anno scolastico venturo. Preoccupazioni espresse con un articolo molto approfondito pubblicato sul loro mezzo di informazione https://www.coscienzasociale.org/lanno-che-verra/. “Siamo consapevoli del fatto – si legge nell’intervento - che la revisione dei processi gestionali imposta dall’emergenza sanitaria avrà un impatto sulle dinamiche educative che concorrono a definire il profilo identitario di ogni comunità scolastica. Guardando al territorio battipagliese, se è evidente la diversità dei modi e degli stili di vita tra i quartieri, la comunità cittadina è tuttavia un corpo unico nella sua articolazione complessiva, sicché le scuole sono chiamate ad essere nel territorio, tanto più nella circostanza attuale, il collante del tessuto sociale. Auspichiamo, pertanto, che siano quanto prima convocate apposite conferenze dei servizi a livello comunale per focalizzare l’attenzione sulle misure più idonee da adottare nell’ottica della sussidiarietà orizzontale. Riteniamo, infatti, che soltanto integrando competenze ed ambiti operativi diversi nell’impegno per la sicurezza si possa davvero realizzare una ripresa didattica che tenga conto delle esigenze di quanti ogni giorno “fanno scuola”, ossia degli Alunni e del Personale scolastico in servizio”. Il  testo integrale dell’articolo può essere letto a questo indirizzo: https://www.coscienzasociale.org/lanno-che-verra/.

  • InFamily

Battipaglia. Musica popolare. "Le Sette Bocche" in concerto contro il Covid

Dopo il lockdown torna la musica con il concerto delle Sette Bocche. Il gruppo di musica popolare si esibirà sabato 11 luglio 2020 alle ore 21.30 presso il Centro Sociale CGL CISL UIL di Battipaglia. Sarà, comunque, un evento nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale. Le Sette Bocche cercheranno di esorcizzare la paura collettiva proponendo uno spettacolo dal titolo “Le Musiche della Festa”. Più che un concerto sarà un vero e proprio esperimento pilota per una nuova interazione e fruizione tra musica e società. Questo nuovo spettacolo conferma e rilancia gli elementi caratterizzanti della produzione musicale del gruppo composto da Daniela Dentato (danza e voce); Francesca La Ragione (danza e voce); Alfredo Marraffa (flauti); Angelo Plaitano (voce e chitarra); Antonio Rizzo (basso elettrico e voce), Pasquale Di Lascio (percussioni) e Giovanni Fasano (batteria). Una vera e propria sfida sociale che è partita, come spesso accade, dall’osservazione critica della realtà: “l’emergenza covid-19 e post quarantena – racconta il front-man del gruppo Angelo Plaitanoha messo tutti a dura prova, la nostra volontà però è più forte e con questo concerto, nel pieno rispetto dei parametri di legge, vogliamo tornare a fare quello che sappiamo fare meglio: un’ora di divertimento, per mettere alle spalle quello che abbiamo vissuto”.

  • InFamily

Battipaglia. Mondillo: quartieri e verde pubblico abbandonati

Svolta per Battipaglia, l’associazione politica presieduta da Antonio Mondillo, denuncia uno stato di degrado e abbandono dei quartieri cittadini. “Violentati gli standard urbanistici, la mancanza di verde attrezzato, parcheggi e servizi ha prodotto una città invivibile. Inoltre, che la società Alba ecologica non effettui la manutenzione del verde in modo decoroso è un mistero. Tutte le aiuole e le aree verdi della città sono totalmente abbandonate con erbe alte e sporcizia. Le essenze arboree subiscono da anni potature e capitozzature senza regole con il risultato che tante piante sono state eliminate senza un adeguata sostituzione, lasciando le piazze progressivamente senza alberature”.  L’associazione politica SVOLTA PER BATTIPAGLIA ha raccolto lamentele dei cittadini residenti nel quartiere Serroni basso, in via Moncharmont, alle spalle della chiesa di S. Antonio. “Recentemente sono state piantumate essenze arboree lasciate nel più completo abbandono. Tra le erbe alte e mai tagliate, ricettacolo di spazzatura e animali vari, si scorgono piante ormai secche. Una triste cartolina per una città senza cultura del verde”.

  • InFamily

Battipaglia. Incidente in via Buozzi, una persona finisce in ospedale

Carambola in via Buozzi questo pomeriggio intorno alle 17 e 15,  coinvolte tre automobili. Sul posto sono intervenuti gli uomini della polizia municipale per i rilievi di rito e per ricostruire la dinamica del sinistro. Nello scontro due persone sono rimaste illese mentre una terza ha subito delle lievi lesioni ed è stato trasportato immediatamente al pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria  della Speranza.

  • BCC

Sottoscrivi questo feed RSS