CONTATTACI OK

Anche la Battipagliese deve partecipare allo sciopero generale... l’opinione di Andrea Laganà

A livello sociale la città di Battipaglia sta toccando, da un paio di anni a questa parte, uno dei suoi livelli più bassi. La paura di uscire la sera di casa è palpabile. L’impossibilità della classe dirigente, o politica che dir si voglia, di cambiare rotta è sintomo di un’incapacità generale che parte dal vertice e arriva giù giù fino all’ultimo gradino della scala sociale. Una generazione, l’ultima, che non ha né capo, né coda, né ideali positivi da seguire ma ha occhi per spiare nel buco della serratura e osservare Cecilia e Ignazio chiusi nell’armadio. Fa rabbia tutto questo, molta rabbia. In tutto questo squallore e immobilismo si piazza il calcio, lo sport che (qualche eccezione è lecita soprattutto negli oratori e in qualche scuola calcio) non fa nulla per smuovere tutto ciò che lo circonda. Nel corso degli anni abbiamo avuto occasioni, possibilità di poter cambiare rotta, alzare la coperta di indifferenza che ci copre e dire la nostra, alzare la voce indipendentemente da tutto quello che ci circonda, indipendentemente da come la si pensi su un determinato argomento. E il calcio, la Battipagliese può e DEVE far parte di questo processo di protesta a guida di tutto il mondo sportivo cittadino. Giovedì mattina c’è questa grande occasione, c’è la possibilità di unificare ancor di più la squadra di calcio alla propria città di appartenenza. E allora insieme agli studenti, agli operai, alle chiese sarebbe bello, caro presidente Palmentieri, che tutta la Battipagliese indossasse la tuta di circostanza della società e con a capo il capitano Emilio Criscuolo si unisse al corteo pacifico di protesta contro l’ampliamento del sito di compostaggio sulla zona industriale. Con loro i ragazzi della tifoseria (in molti già presenti nel comitato organizzatore dello sciopero), la squadra di basket e pallavolo (capito presidenti Rossini e Minutoli?): solo insieme Battipaglia può far sentire la propria voce.
P.S. Permettetemi di aprire anche una piccola parentesi calcistica. Raccogliamo la meritata seconda vittoria consecutiva contro il Positano (ben poca cosa). E’ presto per dire se la scintilla è scoccata. Adesso, il “mentore” Lucio, vuole andare nella “conca” di Sant’Agnello a giocare sul tappeto di biliardo per provare il tre su tre e far scendere dal “piedistallo” qualcuno. C’è aria di svolta…era ora!

e-max.it: your social media marketing partner
  • Pubblicato in Sport

Battipaglia. Scontro tra due auto, un morto e due feriti

Un morto e due feriti, questo il bilancio dello scontro finito in tragedia di questa sera. É accaduto a via Olevano, in direzione Olevano S.T, dove una Yaris di colore verde scuro con a bordo una donna e un uomo ha impattatato una Skoda grigia, guidata da un ragazzo. Purtroppo l'uomo ha perso la vita, mentre la donna e il ragazzo versano in grave condizioni. Sul posto gli uomini del comandante Gerardo Iuliano per i rilievi e la ricostruzione della dinamica dell' incidente. Il magistrato di turno, Catia Cardillo, ha disposto il trasporto della salma in obitorio,  in attesa dell'autopsia.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Discariche, audizione in Regione per la bonifica

Questa mattina a Napoli, presso la sede della Direzione Generale per l’Ambiente e l’Ecosistema della Regione Campania, si è tenuta la riunione preliminare per la valutazione dei progetti di bonifica dei siti di stoccaggio provvisorio ammessi a tale procedura.
Alla presenza del dott. Ferraro e degli incaricati di Invitalia, dott. Di Nardo e dott. Morra, il Comune di Battipaglia, che già in precedenza aveva trasmesso tutte le schede relative alle indagini condotte, alla caratterizzazione dei rifiuti, ed i progetti redatti per gli interventi a farsi per i due siti cittadini di Castelluccio e di Buccoli, ha illustrato lo stato dell’arte e la urgenza di provvedere alla rimozione dei rifiuti in essi contenuti.
L’assessore all’Ambiente, avvocato Stefania Vecchio, e l’architetto Angela Costantino, Responsabile dell’Ufficio Ambiente del Comune di Battipaglia, hanno altresì ribadito la necessità di ripensare anche una soluzione delle problematiche relative alla discarica di Grataglie, a confine con il Comune di Eboli che, allo stato, non risulta essere stata affidata ad alcuno per la gestione finale. Entro fine mese questa fase sarà completata e sarà possibile conoscere l’entità dei finanziamenti e la tempistica degli interventi.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Tozzi a Forza Italia: "Sono perplesso, attaccano me e invocano l'unità del centrodestra?"

Non tarda ad arrivare la risposta del vice sindaco Ugo Tozzi all'attacco dei Forzisti :"Mi ha molto meravigliato l'intervento del gruppo consiliare di Forza Italia nei miei confronti. Rimango abbastanza perplesso: come si può attaccare Ugo tozzi e nel contempo inneggiare alla unità del centrodestra? Vogliamo fingere di non ricordare la storia appena passata, fingere di non sapere che purché non fossi io a rappresentare il centrodestra alle scorse amministrative forza Italia e rivoluzione cristiano scelsero strade alternative? Ma tant'è, oggi ci si trova insieme al governo della città, e purtroppo questa circostanza mi sembra sia poco chiara per gli amici di Forza Italia, che continuano a mettere avanti le questioni personali a scapito dell'unità e del governo sereno del territorio. Mentre il sottoscritto si impegna, davanti e soprattutto dietro le quinte per cercare di far fronte ai mille problemi di questa città, al fianco della nostra sindaca Cecilia francese e con l'obiettivo di creare una forza politica di coalizione, gli altri si affidano al classico, trito e usato, "inciucio".L'occasione comunque è giusta per ribadire il mio massimo impegno affinché si creino le condizioni, ognuno per i propri ruoli e le proprie competenze e responsabilità, per l'unità del centro destra, auspicata tanto a Battipaglia quanto in tutta l'Italia".

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. I Forzisti attaccano Tozzi. "Dopo 17 mesi si é fatto vivo"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Forza Italia Battipaglia: " Sulla rimozione di Provenza, dopo il Sindaco, secondo cui l'assessore è stato rimosso perché non avrebbe preso le distanze dal documento dei sette consiglieri, adesso, dopo un silenzio di quasi 17 mesi, si è fatto finalmente vivo il vicesindaco Tozzi, che dice cosa diversa, incolpando il capogruppo di F.I. Longo. L'ultima volta che Tozzi aveva deciso di far sentire la sua voce è stato ad agosto, smentendo clamorosamente e facendo saltare di fatto un accordo preso dal Sindaco con il Presidente della Provincia sulla questione del controllo sullo STIR, dimostrando mancanza di rispetto istituzionale e miopia politica.
La leadership non si conquista stando nell’ombra, pensando una cosa e dicendone poi un'altra. Bisogna sempre essere chiari e lineari. Non è possibile preoccuparsi in privato dei limiti politici e dello stallo dell'azione amministrativa e in pubblico interessarsi esclusivamente del proprio ruolo e della gestione del potere. Non si diventa leader concentrandosi unicamente per farsi trovare in pole position quando c'è da fare una nomina e smantellando invece una rete di centinaia di persone e sostenitori che si sono candidati, portando voti utili a chi poi li ha abbandonati.
Se si aspira a diventare parlamentari e/o sindaci occorre scendere in campo, assumendosi sempre le responsabilità. Perché solo oggi Tozzi si preoccupa dell'unità del centro-destra? Visto il suo ruolo avrebbe dovuto interessarsene fin dall'inizio.
In ogni caso Forza Italia, partito guida del centro-destra, lavorerà sempre per mantenere l'unità della coalizione, anche in vista delle imminenti elezioni politiche.
Sul versante locale, nonostante la vicenda Provenza, rimosso senza alcuna ragione politica e amministrativa, Forza Italia, come ha sempre fatto, continuerà a ragionare in termini politici e dare il proprio contributo per invertire la rotta e dar vita ad un’azione amministrativa finalmente concreta, per risolvere i problemi della città".
Coordinamento Cittadino Forza Italia Battipaglia

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Botta e risposta tra il sindaco e i 7 dissidenti. “Siamo stati eletti in maggioranza e in maggioranza resteremo”.

Botta e risposta tra la sindaca e i sette dissidenti. Alla conferenza stampa di stasera ha partecipato anche l’ex assessore Giuseppe Provenza, per spiegare che mai nessun ricatto è stato posto in essere nei confronti di chicchessia. All’unisono: “noi siamo stati eletti in maggioranza e in maggioranza rimaniamo”. Valerio Longo, Gerardo Zaccaria, Angelo Cappelli, Giuseppe Salvatore, Giuseppe Provenza, Roberto Cappuccio, Francesco Marino e Isidoro Amendola: un gruppo compatto, che nei prossimi giorni insisterà in Consiglio Comunale per integrare le linee programmatiche del documento non condiviso da Cecilia Francese. Non v’è dubbio che il primo cittadino debba riconoscere di essere diventato un sindaco di minoranza in quanto il suo destino politico è nelle mani della neo maggioranza che di fatto oramai si è determinata. 7 dissidenti di maggioranza, più il critico di sempre Antonio Sagarese, che sommati ai 5 dell’opposizione storica, originaria; a questo punto, la Francese può contare, se non ci saranno altri mal di pancia, su 11 consiglieri dei 24 eletti. Sarà necessario, per evitare le elezioni anticipate, una verifica politica di maggioranza, con l’azzeramento di tutti gli assessori dopo la cacciata di Provenza di Forza Italia. Non va dimenticato, inoltre, il cristallizzato dissenso di Fernando Zara, le dimissioni dell’ex coordinatore Brunello Di Cunzolo, le dimissioni dell’assessore alla bellezza Marco Onnembo e la dichiarazione di indipendenza del capogruppo di Etica del Buon Governo Roberto Cappuccio. Sul tavolo della sindaca ci sono molte patate bollenti: a partire dall’azzeramento dell’esecutivo al problema dell’organizzazione dello sciopero generale contro l’insediamento dell’impianto di compostaggio. 

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia 4 Novembre. La caserma dei Carabinieri apre le porte alla città

Questa mattina, dalle 09:00 alle 13:00, la sede della Compagnia Carabinieri di Battipaglia, aprirà le porte a tutti i cittadini desiderosi di conoscere il funzionamento di una Caserma dell’Arma e di avere un contatto diretto con l’operato dei Carabinieri.

Sarà, infatti, possibile visitare la Centrale Operativa, cuore della Compagnia, chiamata a coordinare, su indicazione del Comandante di Compagnia, il Maggiore Erich Fasolino, l’attività delle pattuglie presenti sull’intero territorio di competenza, comprendente ben 9 Comuni situati fra la Piana del Sele ed i Monti Picentini, per un’estensione complessiva pari a 400 kmq e con un bacino di utenza ammontante ad oltre 140mila cittadini ufficialmente censiti, e dove giungono, e successivamente smistate, le chiamate sull’utenza di pronto intervento 112.
Sarà, inoltre, possibile visitare il laboratorio fotografico, dove vengono fotosegnalate le persone di interesse investigativo e dove sarà illustrato il processo di esaltazione delle impronte in occasione di delitti.
Infine, nel piazzale antistante la caserma, sarà possibile ammirare i veicoli in dotazione al Nucleo Radiomobile, storicamente reparto di eccellenza dell’Arma, chiamato a contrastare il crimine diffuso per strada, fra cui l’Alfa Romeo 159, la Seat Leon e le motociclette BMW 850.

e-max.it: your social media marketing partner

Battipaglia. Sequestrate calzature contraffatte

Ieri mattina la polizia locale  ha sequestrato, al mercato di Battipaglia, sessantacinque paia di calzature griffate contraffate in possesso di un ambulante abusivo. I caschi bianchi, diretti dal tenente colonnello Gerardo Iuliano, oltre ad aver effettuato il sequestro hanno sanzionato l’ambulante per una cifra di 5.000 euro. Sempre nella giornata di ieri i controlli sono stati estesia nche ai parcheggiatori abusivi e ai venditori di fiori a ridosso del cimitero e in tutta la città.

e-max.it: your social media marketing partner
Sottoscrivi questo feed RSS

Battipaglia