Eccellenza: molto attive le salernitane sul mercato

/

Settimana densa di ufficialità per le squadre salernitane impegnate nel prossimo campionato di Eccellenza. Attivissimo l'Angri, pronto a recitare un ruolo da protagonista: oltre ai numerosi riconfermati, i grigiorossi hanno chiuso l'accordo con il portiere ex Faiano Amabile, con i centrocampisti Siciliano, Lopetrone, Novi e Mejri e con gli attaccanti Merola e Pellegrino. La rosa a disposizione di mister Criscuolo è quasi completa: si attende ancora un innesto per reparto. Continuano le conferme, invece, in casa Castel San Giorgio: i rossoblu hanno rinnovato l'accordo anche con il centrocampista Natiello. Stesso discorso per l'Amalfi, che ha riconfermato anche il terzino sinistro De Angelis, l'attaccante Apicella e i giovani centrocampisti Reale e Bovino.  Situazione critica in casa Battipagliese: in caso di una mancata svolta societaria, la squadra bianconera rischia di non prendere parte alla prossima stagione agonistica. Nuova guida tecnica, invece, in casa Faiano: i picentini si affidano ad Amedeo Ceresoli. Sfida interessante per il giovane tecnico faianese. Il primo innesto in casa biancoverde è l'esperto centrocampista classe '83 Cammarota. Da segnalare anche il ritorno dell'estremo difensore Senatore. Nessun cambio in panchina in casa Calpazio: i capaccesi ripartono da mister Marino. Ufficiale anche l'ingaggio del centrocampista  Bencardino.

  • Signoriello

Gara 11. Vota la Battipagliese più forte di sempre!

L'undicesimo confronto del primo turno mette di fronte tre formazioni entrate a vario titolo nella storia della Battipagliese.

Sexy Polling: there is nothing to show!

Battipagliese 1988-89. Esordio nei professionisti col botto: 5-1 alla Salernitana nel primo match di Coppa Italia nel nuovo stadio Pastena! Nel campionato di C2, trascinata da 13 risultati utili consecutivi, arriva tra le prime quattro del girone. Seguiranno 13 giornate senza neppure un successo che la rilegheranno nell'anonimato del centro - bassa classifica. L'organico è quello che ha vinto l'Interregionale con gli innesti dei terzini Capone e De Ponte, la seconda punta Lucidi e il centravanti Ricci. Causa l'infortunio di Pasquariello e la cessione di Lardo, si avverte l'assenza di un regista. Formazione tipo: Di Giulio, Capone, De Ponte, Aversano, Iannuzzi, Di Vece (Smiraglia), Lucidi, Cantile, Fontanella, Improta, Condemi.

Battipagliese 1989-90. Con Villa in panchina si passa alla zona. Superate le difficoltà tattiche iniziali che portarono al sacrificio di Lucidi a favore del centrosinistra De Ponte, gli infortuni dello stopper Iannuzzi (all'andata) e del regista Marino (al ritorno) surrogati egregiamente dalle riserve Toledo e Aloi, la squadra, già campione d'inverno, si erge ad assoluta protagonista nel girone di ritorno distanziando le dirette rivali Nola, Frosinone e Turris. Il clou, le 5 vittorie consecutive contro Vigor Lamezia, Cavese, Frosinone, Latina e Martina che ne sanciscono la leadership indiscussa e la promozione in C1. Migliore attacco (40 reti) e migliore difesa (20), Mazzini capocannoniere del girone (14 centri), con Lucidi a suo fianco (8 gol). Formazione tipo: Pascarella, Capone, Biasi, Improta, Toledo, Aversano, Smiraglia, Crucitti, Mezzini, Marino (Aloi), Lucidi.

Battipagliese 1990-91. Inserita per dovere di cronaca nel contest, in quanto squadra al debutto assoluto in C1. Con le partenze dei maggiori artefici della precedente promozione sarà un disastro. Le zebrette restano in corsa per una stentata salvezza finché regge la difesa, l'attacco è assolutamente spuntato (solo 15 reti segnate). La sconfitta casalinga contro il Nola sancisce l'anticipata retrocessione dei ragazzi di Villa. Formazione tipo: Pascarella, Biasi, Di Dio, Toledo, Iannuzzi, Aversano, Colagiovanni, Sacco Melli, Esposito, Pirozzi.

Gara 4. Vota la Battipagliese più forte di sempre!

Il quarto scontro diretto del primo turno contrappone tre squadre degli anni 50. Avete un voto a disposizione!

Scegli la fomazione e clicca su VOTE

Sexy Polling: there is nothing to show!

 

Battipagliese 1952-53.

 Al debutto nel campionato di Promozione, la compagine bianconera contende il primato al Cral Cirio di San Giovanni a Teduccio. Perde entrambi gli scontri diretti e chiude al secondo posto. La difesa non è imperforabile ma l'attacco è stellare: 104 gol all'attivo col fondamentale contributo dell'allenatore - giocatore Vincenzo Margiotta, capace di 31 reti in 29 partite! Gli altri goleador bianconeri rispondono ai nomi di Di Luccio (18 gol), Chiariello (24), entrambi, come Margiotta, di Agropoli, e il battipagliese Adesso (12). Formazione tipo: Cerrato, Iannone, Di Candia, Biancullo, Codeca', Martucciello, Adesso, Savastano, Margiotta, Chiariello, Di Luccio.

 

Battipagliese 1953-54. 

 La lotta al vertice vede in lizza oltre ai bianconeri di Menotti Bugna, anche Torrese, Paganese ed Ercolanese. La Battipagliese è prima quando ospita l'Ercolanese, sull'1-1 l'arbitro Iorio ne fa di tutti i colori e il presidente Jemma decide di ritirare la squadra dal campo. Gara persa a tavolino, Margiotta squalificato per aver affrontato l'arbitro lontano dal Sant'Anna e primato perso definitivamente. Si chiude al quarto posto con una squadra che schiera i ragazzi del vivaio Toriello, Califano, Grimaldi, Ferraro. Formazione tipo: Bertolotti, Margiotta L., Iannone, Caruso, Jacovazzi,  Musella, Adesso, Giannini, Chiariello, Margiotta V., Martucciello.

 

Battipagliese 1957-58.

 Dopo qualche anno di anonimato, la Battipagliese, allenata da Guglielmo Francese, contende inizialmente il primato alla Scafatese che vince largamente lo scontro diretto e relega i bianconeri nelle posizioni di rincalzo. Da segnalare la vittoria sul campo della vice capolista Turris e la convocazione nella rappresentativa "All Star" del girone B di Promozione di Spera, Compagnone, Parmigiano (tutti battipagliesi) e Abate. Formazione tipo: Spera, Margiotta L., Compagnone, Caruso, Adamo, Parmigiano, Adesso, Rosa, Salzano, Fico,

 

Seconda gara. Vota la Battipagliese più forte di sempre!

Ieri si è conclusa la prima sfida per decretare la Battipagliese più forte di sempre.

Con il 55,1% di preferenze, vince e passa il turno l’US Battipaglia 1935-36.

Oggi nella Seconda gara, si affrontano:

Sexy Polling: there is nothing to show!

Us Battipaglia 1937-38

La squadra bianconera diretta dal pugliese Nanula nella doppia veste di allenatore e giocatore, con 7 battipagliesi titolari, contende la promozione in serie C allo Spolettificio di Torre Annunziata. La netta sconfitta esterna nello scontro diretto costa ai bianconeri l'imbattibilità e anche il primato. Il Battipaglia chiuderà terza in classifica. Con Margiotta in campo, invece, arriva la Coppa Striano dopo il vittorioso spareggio con la Palmese deciso da Francese Guglielmo. Questa la formazione vincitrice della coppa: Spinelli, Gennatiempo, Anzalone, Persico, Nanula, Francese F., Panico, Santoro, Margiotta, Fumai M., Francese G.

Baratta Battipaglia 1938-39.

Nell'anno dell'adozione del nome Baratta, la compagine bianconera, diretta dall'allenatore - giocatore Alfredo De Vivi,  in virtù di un regolare cammino in campionato (imbattuta in casa dove supera il Benevento per 11-1 e il Nola 8-2), conquista la promozione in serie C! Manca solo il titolo di campione Campano di I Divisione perché si piazza alle spalle della Salernitana B, pure battuta in casa per 2-1. La certezza della promozione in C arriva con due turni d'anticipo grazie al successo casalingo contro la diretta rivale Caivanese, decisivo il debuttante Gracovia. Formazione tipo: Spinelli, Anzalone,  D'Errico, Gennatiempo, Persico, Scauta, Panico, Barboni, Meo, De Vivi, Francese. Guglielmo Francese è il cannoniere dei bianconeri con 13 reti.

 

Vota la Battipagliese più forte di sempre!

A un anno dal novantesimo anniversario dalla fondazione della Battipagliese, Battipaglia1929 e Spunti&Appunti hanno selezionato (senza non poche  dolorose rinunce) le 42 migliori formazioni bianconere di tutti i tempi, che si sfideranno in un tabellone ad eliminazione diretta che eleggerà "La Battipagliese più forte di sempre!". 

tabellone ok

 

La scelta delle 42 concorrenti si è basata sul piazzamento in campionato, dal periodo storico d'appartenenza e/o dall'impatto che la squadra ha avuto sul pubblico di Battipaglia che l'ha vista all'opera. Si parte dai sedicesimi di finale con i primi scontri "fratricidi" tra squadre che si sono messe in luce a pochi anni di distanza le une dalle altre.Inizia quindi, un inedito viaggio nella storia della Battipagliese, a partire dagli Anni 30 fino ad arrivare ai giorni nostri, o quasi. Sarà un modo anche per conoscere le squadre di un tempo che hanno fatto la storia del sodalizio bianconero. Ai tifosi delle zebrette il compito di votare per la Battipagliese del loro cuore. Potranno farlo, da Mercoledì 13 maggio, sulle pagine Facebook di "Battipaglia 1929", "Spunti&Appunti", "Quelli che... lo sport battipagliese" e "Battipattipaglia1929 news". Ogni giorno una nuova votazione per un nuovo inedito confronto. La votazione è semplice, una volta aperto il link troverete foto ed anno di riferimento delle squadre, a quel punto a voi la scelta. Buon divertimento!

  • naimoli

 

 

Il Buccino rifila un poker alla Battipagliese

Dura un tempo, la resistenza di una giovane Battipagliese, piegata dal Buccino. I primi quarantacinque minuti si sono chiusi con i volceiani avanti di un gol: alla mezz'ora, l'ex bianconero Blasio sblocca il match. Al decimo della ripresa, Ola raddoppia e chiude anzitempo la sfida. Dopo la rete del 2-0 c'è gloria anche per Troiano e Donnantuoni. La situazione in casa bianconera è sempre più delicata.

Battipagliese: con il Buccino potrebbe giocare la prima squadra

Sembra imminente la svolta in casa Battipagliese: alla vigilia della gara con il Buccino – che si disputerà domani a porte chiuse a San Gregorio Magno – iniziano a trapelare notizie positive. Contro i volceiani potrebbe infatti scendere in campo la prima squadra. Il chiarimento tra le parti dovrebbe giungere dopo una settimana burrascosa: la squadra – attraverso un comunicato stampa – aveva auspicato una soluzione mediante un tentativo di mediazione. I toni, però, sembravano essersi perfino inaspriti in seguito all’allontanamento del tecnico Cerminara. Di fatto, a scendere in campo per le consuete sedute di allenamento era stata solo la formazione giovanile delle zebrette. In vista dell’incontro di domani con il Buccino, tuttavia, potrebbe giungere questa importante svolta, al fine di evitare un’ennesima debacle. Ancora da decifrare il rebus tecnico: la squadra, infatti, potrebbe chiedere anche il reintegro del tecnico Cerminara, che – ad ora – risulta esonerato. La fumata bianca appare imminente, ma non possono essere comunque esclusi ulteriori colpi di scena: la formazione giovanile delle zebrette resta in “pre-allarme”. La gara sarà diretta dal signor Bruno Tierno di Sala Consilina, coadiuvato da Davide Zammarrelli di Agropoli e da Roberto Celotto di Nocera Inferiore.

Sottoscrivi questo feed RSS