venerdì, Agosto 12, 2022

BATTIPAGLIA: NON SI ESCLUDONO COLPI DI SCENA. RIMPASTO IN GIUNTA? EX CAPO STAFF ASSESSORE?

Sarà un marzo come le storiche idi, quella che entro la fine del mese, vedrà il consiglio comunale, impegnato nella votazione per il bilancio? La maretta, o se preferite, le onde agitate della maggioranza, lasciano presupporre ad un mare forza 9 e checché non fuoriesca nulla dal suo interno, sono almeno 6 o in numero maggiore, i consiglieri che avrebbero chiesto ufficialmente il rimpasto della giunta. Non se ne parla, pare abbia riferito il sindaco/a, a meno che il discorso possa essere ripreso dopo l’approvazione del bilancio. Come si nota, qui ci si nutre di carne selvatica, ovvero di volpi, che furbescamente cercano di evitare l’accalappiamento e di continuare la propria vita, agitandosi nelle notti calde di primavera, evitando le trappole. E tornando alla conta, quella numerica, ci si accorge, che i consiglieri a pretendere il rimpasto, in maggioranza sono almeno 6 e ci limitiamo, ai quali vanno aggiunti altri 5 dell’opposizione e si potrà raggiungere un numero cospicuo di oppositori, che metterebbero in seria crisi la votazione del bilancio. Si pretende nei fatti concreti, la dimissione di almeno 2 assessori e di qualche altra carica istituzionale, affinché scorrano serene e limpide le acque e si ritorni a quelle chete, che sembrano solo una chimera. Da vagliare la posizione del PD, ma il braccetto con De Luca, ha ufficializzato certe posizioni. Le stesse che noi avevamo preannunciato 5 mesi or sono. Al vaglio anche la posizione di Rivoluzione Cristiana, che rimane ancora in un punto strategico, ma da ectoplasma, nell’attesa che rivenga quel giorno di una carica assessoriale. Un possibile avvicinamento a questa giunta, quindi, che dopo la dipartita politica del coordinatore di maggioranza, è orfana del capo staff, dimessosi chissà per quale santa ragione. E’ da ritenere, quasi con certezza matematica, che la stessa ex capo staff del/la sindaco/a, assurga addirittura alla carica assessoriale, nel caso ipotetico di un rimpasto. In carica ad Etica del ….buon governo. Fantapolitica? Lingua politichese? No. Assolutamente no. Qui succede di tutto ed anche il contrario, ritenendo, senza dubbio alcuno, che alcune figure, orbitanti nell’ambito di palazzo di città e non solo, rappresentino una forza portante di spessore notevole e predominante, quasi come quella di Padre Pio, capace di trovarsi alla stessa ora e nello stesso momento, in due posti diversi. Ecco perché non si può fare a meno di certe persone. Neanche un premio Nobel, avrebbe questa posizione sovrastante. Chissà di quali intelligenze sono esse dotate. E la città tutta, è fiera di annoverare queste persone iper dotate di intelletto, le quali sapranno di sicuro proiettare la città verso orizzonti e mete, sino ad oggi, inimmaginabili. Le condizioni di 12/13 consiglieri comunali, in attesa di “rivoluzione cristiana”, possono quindi creare tensioni. Rivoluzione cristiana, potrebbe di contro, ottenere lo scranno di assessore, attraverso una nota e vecchia figura politica locale. Stanca per lo più ed in cerca di un rilancio. Quella posizione di contrasto tenuta sino ad oggi, che potrebbe addolcirsi, nella eventualità sopra indicata. Come dire: “ nu me ne pò fregà de meno”. Addio cara Battipaglia”. Le tue mani sibilline, portano ad una verità sconcertante: Non fu Giuda a tradire Cristo.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli