martedì, Agosto 16, 2022

Colliano, 21^ mostra mercato del Tartufo

Prenderà il via questo pomeriggio la 21° edizione della Mostra Mercato Nazionale del Tartufo e dei Prodotti Tipici Locali organizzato dall’Associazione Pro Loco di Colliano e dal presidente Mauro Iannarella. Dopo il taglio del nastro e l’apertura degli stand espositivi, la manifestazione, che quest’anno sarà ancora più ricca di iniziative tese ad aumentare l’interesse per il tartufo e per i piatti tipici che stanno creando una nuova cultura gastronomica nell’area Sele–Tanagro, proseguirà alle ore 20,30, con un importante appuntamento. La presentazione del libro di Enzo Landolfi “158 Salerno, una provincia da gustare”. L’incontro si terrà a piazza Epifani, a Colliano e vi parteciperanno, oltre all’autore del volume, anche il sindaco di Colliano dottor Adriano Goffredo, il presidente della Provincia di Salerno dottor Giuseppe Canfora, il presidente provinciale Unpi Mario De Iullis, il presidente della Pro Loco Mauro Iannarella, le coautrici Maria Luisa Albano, Milena Carducci, Marinella Cavalieri, Rosanna De Vita, Gerarda Forlenza, Maria Rosaria Paganini, Renata Pozzi, Pina Robertiello, i coautori Giordano Criscuolo, Antonio Vacca e Luca Zarra. Modererà l’incontro la giornalista Margherita Siani. La manifestazione ha il patrocinio e la collaborazione del Ministero delle Politiche Agricole, della Regione Campania,dellaCamera del Commercio di Salerno, dell’EPTdi Salerno,dell’UNPLI,del Comune di Colliano,delle Comunità Montane Zona Alto Sele e Tanagro ed altre associazioni e comuni. Nel corso di questa tre giorni si potranno visitare stand di prodotti tipici come tartufo, olio extravergine, miele, fagioli, segale, noci, castagne, pane, biscotti, piante aromatiche,patatedimontagna, cicerchie, lenticchie, grano saraceno, caciocavallo podalico, ricotta di pecora,formaggi freschi e stagionati, zampogne, ciaramelle, lavorazioniinlegno,rameeferrobattuto,ceramiche,ricami. Gli espositori saranno rappresentati dai ricercatori di tartufo di Colliano e dei paesi vicini, da allevatori di cani da tartufo, dagli operatori agro-turistici, dagli artigiani, dagli allevatori e dagli agricoltori e dagli operatori commerciali che operano in questi settori per far sì che gli sviluppi della tecnica, vengano diffusi capillarmente.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
80FollowerSegui

Ultimi articoli