martedì, Agosto 9, 2022

Università di Salerno. Presentata la tre giorni su “Armi votive in Magna Grecia”.

Presso la “Sala Giunta” della Provincia di Salerno, è stata presentata la tre giorni del Convegno Internazionale “Armi votive in Magna Grecia”, iniziativa promossa di concerto dall’Università di Salerno e il Parco Archeologico di Paestum, in collaborazione con il Museo RGZM (Romano-Germanic Central Museum). Il Convegno, in programma dal 23 al 25 novembre, si terrà al campus di Fisciano nelle prime due giornate per concludersi al Parco Archeologico il 25 novembre, quando contestualmente prenderà il via la Mostra “Le armi di Athena. Il santuario settentrionale di Paestum”, visitabile presso il Museo Archeologico Nazionale di Paestum fino al 31 marzo 2018. Hanno preso parte alla conferenza stampa: il Rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Aurelio Tommasetti, il Direttore del Parco Archeologico di Paestum, Gabriel Zuchtriegel; il Direttore del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale/DISPAC, Mariagiovanna Riitano e il prof. Fausto Longo, professore associato DISPAC.  “Si tratta di una tre giorni molto intensa che prenderà il via nell’Aula Magna del nostro Ateneo a partire dal 23 novembre per concludersi il 25 novembre al Parco archeologico di Paestum – ha esordito il Rettore Tommasetti. Il Convegno e la Mostra rappresentano una nuova progettualità nata dalla cooperazione fattiva che abbiamo avviato da tempo con il Parco archeologico di Paestum, un sito culturale decisivo per il nostro territorio. Grazie alla collaborazione tra il Parco e i nostri docenti e ricercatori dell’area archeologica del Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale, stiamo lavorando in sinergia per valorizzare al meglio le eccellenze del territorio”. Il Direttore Zuchtriegel ha dichiarato: “E’ un convegno che pone Paestum al centro della ricerca internazionale, grazie alla partecipazione di numerosi studiosi provenienti da Francia, Germania, Spagna e non solo. Interessante è la Mostra che si apre il 25 novembre al Museo e che racconta al pubblico il perché sono state ritrovate delle armi nel Santuario di Atena a Paestum e in molti altri luoghi, analizzando così il rapporto tra la Dea e il mondo della guerra”.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli