venerdì, Maggio 20, 2022

Calcio-Serie A. Napoli, si riparte da Firenze

Tranquilli non è la data delle nuove elezioni nazionali, né quella dell’inizio dell’evacuazione a Battipaglia , ma il giorno più bello per tutti i calciofili…. Ricomincia il Campionato, torna la Serie A, si riparte… da Firenze.

Il Napoli inizia la sua stagione 2019/20 proprio dal capoluogo Toscano, ambiente da sempre molto ostico per gli azzurri, di cui è ancora fresco il triste ricordo del 29 aprile di un anno fa dove la compagine campana vide svanire il sogno di uno scudetto eroicamente sfiorato.

Come ci arriva la truppa di Ancelotti? Sicuramente un po’ distratta, come tutte le altre squadre, da un calciomercato ancora aperto. Ha da poco fatto il suo ingresso in gruppo l’ultimo arrivato Hirving Lozano, (apprezzato ai mondiali da un Carlo Ancelotti in versione commentatore TV per una rete messicana) preceduto dagli arrivi nelle settimane trascorse di Elmas, Manolas e Di Lorenzo. L’ansia e l’attesa però sono per il grande colpo che patron Aurelio De Laurentis vede in Mauro Icardi, mentre il Mr. Carlo impazzirebbe per James Rodriguez. Il 2 settembre è ormai alle porte, vedremo chi arriverà e a quanto salirà il numero di abbonati per ora fermo a quota 9 mila.

Mercato, grandi trattative, grandi colpi, prezzi abbonamenti ai minimi storici… tutte operazioni simpatia per far tornare l’entusiasmo di un tempo a Fuorigrotta, perché un San Paolo pieno e gioioso fa la differenza!

Ma sabato 24 agostosarà il campo a parlare, Fiorentina Napoli alle ore 20.45. Partenopei che dovranno fare a meno di Lozano e MIlik, in compenso si potrà assistere alla prima partita ufficiale della coppia Manolas – Koulibaly, da molti insignita come il duo difensivo più forte del campionato. Ci sarà l’esordio di Di Lorenzo a destra, apparso già in forma nel precampionato, e completerà la difesa Faouzi Ghoulam tornato ai fasti di un tempo. Allan e Zieliński a centrocampo dietro a Insigne – Fabian Ruiz – Callejon a supporto di Ciro Mertens. Un 4-2-3-1 a tutti gli effetti che Carletto Ancellotti ama definire 4-4-2 in fase difensiva e 4-1-4-1 tutto fantasia in avanti. Proprio quest’ ultimo aspetto sarà motivo di verifica, perché se è vero che con la coppia Manolas – Koulibaly puoi avere una squadra con un baricentro più alto, e avendo dal centrocampo in su 5 giocatori offensivi su 6, acquisendo quindi una maggiore dimensione Europea, puoi incorrere in contropiedi da squadre che si chiudono a riccio e ripartono. Ma al timone della barca azzurra c’è l’uomo delle 3 Champions League che sin dai primi giorni del ritiro a Dimaro ha tracciato una rotta precisa: grande qualità e intensità, giocatori totali e non specifici. This is Carletto Ancellotti.

Il Napoli si troverà di fronte una squadra risvegliata da un lungo periodo di pessimismo calcistico e dai mal pancia di Chiesa, grazie al colpo da Star del presidente Commisso che ha portato in Italia il 36 enne Frank Ribery, il quale verrà convocato ma, come ammesso da lui stesso, non è ancora pronto per giocare.

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski, Milenkovic, Pezzella, Ranieri, Terzic; Benassi, Badelj, Pulgar; Chiesa, Boateng, Sottil. All. Montella.

A disposizione: Terracciano, Ceccherini, Lirola, Zurkowski, Dabo, Castrovilli, Montiel, Ribery, Simeone, Vlahovic.

Indisponibili: Rasmussen.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Zielinski; Callejon, Fabian Ruiz, Insigne; Mertens. All. Ancelotti

A disposizione: Ospina, Karnezis, Malcuit, Luperto, Maksimovic, Chiriches, Hisay, Ghoulam, Elmas, Gaetano, Verdi, Younes.

Indisponibili: Milik, Ounas


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli