sabato, Maggio 28, 2022

Battipagliese: contro la Scafatese si cercano conferme

Dopo il ritorno al successo nella gara esterna con la Virtus Avellino, la Battipagliese cerca continuità: i bianconeri – ancora a caccia della prima vittoria interna stagionale – ospiteranno domenica pomeriggio (ore 15,30) al “Pastena” la Scafatese. Cinque i punti in classifica per i canarini, frutto di un successo, due pareggi ed altrettante sconfitte. Per la gara con le zebrette, i gialloblu dovranno rinunciare al centrocampista classe 2001 Andrea Tartaglione, che dovrà scontare il secondo turno di squalifica. Rientra, invece, il difensore centrale classe ’89 Renzo Ayari. Il tecnico Mario Di Nola – che in occasione della gara con le zebrette sarà assente per squalifica – ha a disposizione una rosa completa in ogni reparto: a difesa dei pali, l’esperto portiere classe ‘91 Luigi Sorrentino, nella scorsa stagione tra le fila di Gragnano e Pomigliano. Diverse le scelte per la retroguardia: di sicura garanzia i vari Luca Cassese (’92), Carmine Signore (’88) e Davide Iovinella (’93)  – per tutti e tre importanti trascorsi in serie D. Funzionale anche l’innesto di Francesco Rossi. Il classe 1997 può giocare sia in difesa che a centrocampo: anche lui vanta molte presenze in Serie D (ex, tra le altre, di Savoia e Sarnese). Per la mediana, inoltre, notevoli gli ingaggi di Giuseppe Iuliano (’93)  – cresciuto nel settore giovanile del Napoli ed ex di Turris, Agropoli, Nocerina, Ebolitana e Sorrento – e di Carmine De Stefano (’92), esterno offensivo, con due anni di esperienza in serie C a Teramo e Chieti ed una lunga militanza in D. In attacco, i canarini sono ripartiti dalla riconferma di Lino Siciliano. Esterno classe 1991, Siciliano è stato il miglior realizzatore dei gialloblu nella passata stagione. Il tecnico Di Nola conta di recuperare a pieno il calciatore: a causa di una lieve problematica fisica, infatti, nell’ultimo turno di campionato contro il Cervinara, il forte attaccante è subentrato solo a partita in corso. Importante anche l’innesto di Vincenzo Liccardi (’89). La punta centrale – oltre 100 gol in carriera e detentore per due volte del titolo di capocannoniere – ha militato tra le fila di Savoia, Montesarchio, Ebolitana, Nocerina e Gladiator. Altro elemento di spicco è Giovanni Carfora (’92): l’ esterno offensivo – ex San Vito Positano – vanta trascorsi in serie D con il Gragnano. Completa il reparto l’ex di turno Antonio Cibele, attaccante centrale classe 1992: per lui una breve parentesi a Battipaglia nella stagione 2017/2018. Oltre ad una folta presenza di calciatori esperti, la squadra gialloblu presenta, ovviamente, un nutrito gruppo di under. In casa Battipagliese, mister Viscido dovrà far fronte alla pesantissima assenza per squalifica del centrale di difesa Russo. Coppia centrale, dunque, da “reinventare” per il tecnico bianconero. Difficile immaginare che la scelta possa ricadere su un under: con ogni probabilità, ad adattarsi nel delicato ruolo di difensore centrale sarà un elemento esperto. Il prescelto ad affiancare capitan Manzi dovrebbe dunque essere Mejri. Per il resto, non si registrano defezioni: in via di recupero anche il centrocampista Giannattasio, che però non dovrebbe ancora essere tra i convocati.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli