sabato, Giugno 25, 2022

Battipaglia. I Carabinieri del Noe sequestrano l’impianto di compostaggio

I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico del comando provinciale di Salerno hanno sequestrato l’impianto di compostaggio di Eboli. La misura cautelare è scattata stamattina a seguito di una mirata attività di indagine della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno. L’inchiesta è stata condotta dai carabinieri del Noe avvalendosi della collaborazione dei tecnici dell’Arpac. Decreto di sequestro preventivo dell’impianto di compostaggio e stabilizzazione delle frazioni organiche, che negli ultimi giorni emanava un puzzo nauseabondo insopportabile. Olezzi che si sono diffusi soprattutto nell’atmosfera della città di Battipaglia. Non sono mancate le numerosissime proteste e denunce di cittadini e comitati organizzati. In questa preliminare fase d’indagine la Procura ha accertato che tra giugno 2017 ad ottobre 2919 l’impianto avrebbe ricevuto quantitativi di rifiuti biodegradabili di cucine, mense e rifiuti biodegradabili notevolmente superiori ai limiti imposti, con un eccesso di circa 500 tonnellate. Situazione che avrebbe provocato, assieme al non corretto utilizzo dell’impianto, gli olezzi nauseabondi.   


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli