martedì, Maggio 11, 2021

Battipaglia. Bruno sulle varianti Asi: la nota della Provincia è nulla

Si infiamma lo scontro tra l’esecutivo presieduto dalla sindaca Cecilia Francese, la provincia e il Consorzio Asi. Per dovere di cronaca: l’Amministrazione comunale su proposta dell’assessore all’urbanistico Davide Bruno ha approvato due delibere proponenti una variante al Piano Urbanistico Comunale in zona Asi (una parte degli 820mila metri quadrati da trasformare in zona commerciale) mediante la istanza d’indizione di una conferenza dei servizi. Ma la palazzo S. Agostino ha dichiarato non procedibile l’azione amministrativa della Giunta Francese, pertanto, rendendo nulle le due delibere di varianti urbanistiche. Sul tema è in tervenuto il presidente del Consorzio Asi Antonio Visconti richiamando Battipaglia al rispetto delle regole, della corretta procedura per affrontare nel merito le spinose questioni. Davide Bruno, assessore al ramo, non ha fatto attendere la sua risposta che è stata dura, negando la competenza della Provincia su quanto disposto. “La nota che arriva dalla Provincia è nulla, il Comune di Battipaglia ha rispettato le regole e proposto la programmazione del territorio. Invitiamo, ancora una volta, l’amministrazione Provinciale ad accompagnarci in questo percorso sia politicamente che amministrativamente, i tempi e le procedure sono scanditi dalle norme. Come avrebbe dovuto manifestare la propria volontà l’amministrazione? Richiedendo l’indizione di una conferenza di servizi così come previsto dalla legge, non parliamo genericamente, ma strutturiamo la nostra azione sul diritto amministrativo”.  L’assessore nel suo comunicato stampa chiede quale procedura avrebbe dovuto seguire se non quella posta in essere con la dovuta legittimazione.  “Noi siamo dalla parte delle imprese e del lavoro, ancora una volta. La “copianificazione” di cui sento parlare – continua l’assessore Bruno – , tra l’altro in maniera astratta, si svolge all’interno della conferenza di servizi unico strumento previsto dalla norma per acquisire i pareri degli Enti coinvolti e giungere ad un provvedimento condiviso. Far passare che la nostra richiesta sia stata bocciata è sicuramente un errore macroscopico, oltre che una distorsione della realtà. Dov’era la decantata “copianificazione” per la variante ex interporto proposta dall’Asi sul nostro territorio considerato che l’Asi ha proceduto in solitaria senza il Comune, producendo tra l’altro errori tecnici evidenti? L’art. 24 della LR 16/2004 stabilisce che la Provincia attraverso la conferenza di servizi verifica la compatibilità con gli strumenti di pianificazione territoriale sovraordinati e approva modifiche al PTCP per nuovi strumenti urbanistici o per varianti”.

[widgetkit id=”19″ name=”AXA”]


Articoli simili

SEGUICI

11,444FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Covid. 11 positivi a Battipaglia,129 casi nel salernitano

Aggiornamento quotidiano dell'Asl Salerno in merito ai contagi registrati nelle ultime 24 ore a Salerno e provincia. Su un totale di 1618...

Battipaglia. Istituto A. Gatto: sospese le attività scolastiche per covid

L’Istituto Comprensivo Statale A. Gatto di Battipaglia e i relativi plessi scolastici appartenenti saranno chiusi dall’11 maggio 2021 a tutto il successivo...

Salernitana in serie “A”. Strianese: “Complimenti alla squadra e al Club”

“Salernitana in serie A. Grande squadra e grande città che finalmente ritornano in serie A”. Sono le parole del Presidente della Provincia...

Viabilità, iniziativa per collegare direttamente i Picentini all’A2 e alla Tangenziale

La deputata Anna Bilotti incontra il sindaco di Pontecagnano Faiano Una “bretella” stradale e una rotatoria per collegare i...