lunedì, Ottobre 26, 2020

Bellizzi. Vertenza Maccaferri, Patuanelli pronto a convocare l’azienda al Ministero

La vertenza dello stabilimento Maccaferri di Bellizzi è all’attenzione del Governo. Il ministro Stefano Patuanelli è pronto a convocare un tavolo ministeriale per discutere del futuro dei 36 operai della fabbrica, che da luglio sono in cassa integrazione e sui quali pende il rischio di una procedura di licenziamento collettivo. Il titolare del Dicastero dello Sviluppo economico ha manifestato l’intenzione di affrontare la problematica in risposta a un’interrogazione della deputata salernitana Anna Bilotti, che ne aveva sollecitato l’interessamento.

Dal ministro è arrivata la totale apertura a raccogliere una richiesta di intervento da parte dei lavoratori: «Si esprime sin da subito – è scritto nella risposta all’interrogazione parlamentare – la disponibilità e l’impegno del Ministero dello sviluppo economico a monitorare lo sviluppo della vicenda, con eventuale possibilità di intervento attraverso la convocazione di un apposito tavolo di confronto, volto a garantire che venga preservata la continuità produttiva del sito di Bellizzi ed il mantenimento dei livelli occupazionali»

In più occasioni, da quando si è aperta la vertenza, gli operai hanno espresso il timore che il vero obiettivo dell’azienda sia quello di delocalizzare la produzione, chiudendo le sedi italiane e spostando la lavorazione all’estero. «È un rischio che non possiamo correre – sottolinea la deputata Bilotti – innanzitutto per le evidenti ripercussioni occupazionali e poi perché le Officine Maccaferri sono da settant’anni un leader mondiale nel settore delle opere di ingegneria ambientale volte al contenimento del dissesto idrogeologico e dell’erosione costiera. Parliamo di un asset fondamentale per un Paese come l’Italia, a maggior ragione in un momento in cui il Governo ha previsto contro il dissesto idrogeologico un piano da oltre 2 miliardi di euro. Non possiamo ritrovarci a dover dipendere da fornitori esteri proprio in un settore così delicato». Anche questo aspetto è stato evidenziato nell’interrogazione al Mise, che ora è pronto a intervenire con una convocazione a Roma.

[widgetkit id=”28″ name=”signoriello”]


Articoli simili

SEGUICI

10,235FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Battipaglia. Piazza Nenni, strada sconnessa. Pericolo per i cittadini (video)

Piazza Nenni, i residenti ci segnalano ancora una volta la situazione indecente del manto stradale. Le radici degli alberi adiacenti alla strada...

Lorenzo il Magnifico trascina il Napoli. Insigne si prende il derby

“È stata una bella partita, dura. Sono contento per il risultato e anche per la bella prestazione di mio fratello. Gli faccio...

Battipaglia. Il Comune, ok alla struttura commerciale della Md Spa sulla S.S.18

Il Comune autorizza l’apertura di una nuova attività commerciale sulla Strada Statale 18. Si tratta di una media struttura di vendita della...

Nuovo Dpcm sul Covid, spostamenti raccomandati solo per necessità

Chiusure dei ristoranti, bar, gelaterie e pasticcerie alle 18 nei giorni feriali e la domenica. Stop a cinema, teatri, casinò, sale scommesse....

Fipe-Confcommercio: “Restrizioni insostenibili per i pubblici esercizi”

Le misure annunciate dal governo costeranno altri 2,7 miliardi di euro alle imprese della ristorazione. Se non accompagnate da contemporanee e proporzionate...