domenica, Gennaio 17, 2021

Battipaglia. La Fials provinciale denuncia: ospedale a rischio Covid 19


DIREZIONE GENERALE
DIREZIONE SANITARIA
DIREZIONE AMMINISTRATIVA
ASL SA
e p.c. Al Direttore Sanitario del P.O. di Battipaglia
Ai Lavoratori interessati


Oggetto: criticità P.O. Battipaglia, ricoveri promiscui e mancanza di percorsi “pulito” e “sporco”
Urgente necessità di creare area intermedia e multidisciplinare

Con la presente, la scrivente O.S, FIALS allo scopo di evitare il diffondersi del virus SARS CoV-2 richiama
l’attenzione dei vertici della DIREZIONE STRATEGICA GENERALE DELL’ASL SA su quanto sta avvenendo sul P.O.
di Battipaglia.
Le Linee guida espresse dal Ministero della Salute, richiamano l’attenzione di tutti su quello a cui dobbiamo
attenerci al fine di prevenire la fonte di trasmissione del contagio del virus.
Atteso che le segnalazioni ricevute dall’O.S. Fials sono gravi e in netto contrasto con le linee guida del
Ministero della Salute e della Regione Campania per il contenimento del contagio rilevato all’interno di alcune
Aree Operative del P.O. di Battipaglia dovuto proprio allo stazionamento prolungato di degenti a tampone
SARS CoV-2positivo, in Aree Operative a degenza normale di cura.
Premesso che :
 la nota Prot.97/COV a firma di un gruppo di lavoro per l’EMERGENZA COVID il cui
Commissario/Sovraintendente viene richiamo “alle armi” con una nota che non porta il protocollo
(ufficializzazione di rito) della DIREZIONE STRATEGICA AZIENDALE demandando su fatti importanti “che
toccherà’ ai Direttori Sanitari e ai Direttori di U.O. di concordare la identificazione di queste aree
contumaciali”;
Se il Ministero della Salute si è espresso così chiaramente attraverso la Direzione Generale di Prevenzione
Sanitaria per la situazione emergenziale. Cosa fanno le Direzioni Sanitarie Locali?
Perché c’è una duplicazione di incarichi?
 la nota Prot. Gen 2020/ del Direttore Sanitario del P.O. di Battipaglia disponeva giustamente che in
seguito della positività Covid di un degente della UOC di Ortopedia venissero temporaneamente trasferiti i
7 pazienti del reparto di Ortopedia presso la UO di Chirurgia del Rachide i cui posti letto sono attualmente
vuoti per consentire le operazioni di sanificazione.
Duole constatare a questa O.S FIALS che il dato numerico di contagiati tra Pazienti e Operatori pervenuti alla
nostra attenzione sono nettamente superiori a quelli indicati dalla nota Prot. Gen 2020/ del Direzione del P.O.
di Battipaglia., nella quale vengono ad essere ridotti ad uno.

In ottemperanza delle disposizioni pervenute dalla Direzione Sanitaria a nota prot. Gen.2020/178074 che con
responsabilità e lungimiranza si esprime al fine di limitare quanto più possibile il rischio ma poi fanno riflettere
certi dati…
Ancor di più fanno riflettere certi protocolli, certe misure operative che ancora sopravvivono nonostante sono
in netto contrasto con lo nota DGPRE 5889 del Ministero della Salute che sottoscrive chiaramente quanto
segue:
 nella fase di accoglienza per i sintomi respiratori che accedono al PS è necessario prevedere un percorso
immediato ed un’area dedicata per il triage per evitare il contatto con altri pazienti.
 Il paziente con sospetto COVID 19/polmonite va indirizzato alle Unità di Malattie Infettive .
L’ O.S. FIALS per tutto quanto espresso sin’ora, tenuto conto delle ripetute segnalazioni giunte alla Nostra
attenzione ritiene necessario RIDEFINIRE per la sicurezza di operatori e pazienti dei percorsi ben distinti e
separati per evitare la promiscuità tra degenti COVID e NONCOVID; tale separazione, a nostro avviso, può
essere attuata utilizzando i posti letto che sono attualmente vuoti dell’U.O.di Chirurgia del Rachide ( come da
nota Prot. Gen.2020 del 24/11820 DS), i quali possono essere temporaneamente utilizzati come degenza di
Posti Contumaciali dedicati a pressione negativa.
É di fondamentale importanza creare un’Area Intermedia Multidisciplinare delle UU.OO che ne hanno
necessità con stanze o camere dedicate, non promiscue ma distaccate dall’U.O. di degenza, utilizzabili in
primis con i pazienti in attesa di tampone o pazienti in attesa di trasferimento presso il reparto di Malattie
Infettive, Presidio COVID o DEA di II Livello.
Questo tipo di organizzazione garantirebbe alla UU.OO. del P.O di Battipaglia la netta riduzione del contagio (il
posto contumaciale al di fuori dell’Unita’ Operativa) tra operatori e gli stessi utenti.
Resta inteso che il personale infermieristico e operatori socio sanitari dovrà essere necessariamente reclutato
e articolato con percorsi differenziati di assistenza dalla degenza di cura normale.

In attesa di un gentile riscontro cordiali saluti
F.to Segreteria Provinciale Fials Salerno

Articoli simili

SEGUICI

10,235FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Salerno Covid-19. Sanzioni e controlli, il bilancio delle Forze dell’Ordine

La settimana appena trascorsa, con la conferma della Zona Gialla per la Regione Campania, ha visto, ancora una volta, le Forze dell’Ordine...

Mario Polichetti: “Giù le mani dal vecchio Tribunale di Salerno”

"Il vecchio Tribunale di Salerno non deve diventare l'ennesima occasione di lucro per i palazzinari che hanno cementificato la città capoluogo. Come...

Salerno. “Care compagne e cari compagni”, sarà presentato il 19 gennaio su Zoom

Si svolgerà il 19 gennaio alle ore 19, su piattaforma telematica Zoom, la presentazione del volume “Care compagne e cari compagni” edito...

Salerno e provincia. Ultimo aggiornamento Covid, 162 i positivi

L’unità di crisi della Regione Campania aggiorna il bilancio dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. Sono 162 in provincia di Salerno i tamponi...

Battipaglia. La sindaca: colpa del Covid se non ho fatto di più (VIDEO)

La sindaca di Battipaglia traccia un bilancio delle sue attività politiche in vista di una sua ricandidatura alle prossime elezioni di maggio...