lunedì, Giugno 27, 2022

Battipaglia. Il Comune non consegna 50 edicole funerarie, pronta l’azione legale

Edicole funerarie al nuovo cimitero, 50 concessionari pronti a chiedere i danni al Comune. Lunedì scorso una rappresentanza dei malcapitati si è recata presso un noto avvocato cittadino per verificare l’azione civile da avviare nei confronti del Comune di Battipaglia, responsabile di non aver ottemperato al contratto stipulato con i cittadini. Quest’ultimi, da anni attendono, senza aver avuto nessuna risposta certa, la consegna dell’edicola funeraria prenotata e parzialmente o totalmente pagata. L’opera, circa 10 anni fa, venne appaltata con una gara al ribasso d’asta al 35% sulla base di partenza di circa 12 milioni di euro. Appalto con progettazione esecutiva senza copertura economica nel bilancio del Comune. Cimitero nuovo autofinanziato solo ed esclusivamente con i soldi dei cittadini interessati all’acquisto. Progetto originario presentato dall’ex sindaco Giovanni Santomauro, con la possibilità di prendere in concessione per 99 anni un pezzo di terreno su cui costruire la cappella di famiglia al costo di Euro 16.000,00. Offerta al pubblico con l’opzione di scegliere tra due edicole funerarie: una di 5 posti o l’altra di 10, entrambe fornite di altrettanti ossari. La piccola al prezzo di 21.600,00 euro, la seconda invece al costo di euro 40.000,00. Questa la storia infinita che ad oggi non vede un grande futuro, con le proteste e le preoccupazioni dei 50 cittadini che non sanno a “quale Santo” rivolgersi. Ecco perché si sono rivolti ad un legale che nelle prossime settimane potrebbe rivolgersi all’autorità giudiziaria civile per la tutela degli interessi dei propri assistiti.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli