mercoledì, Luglio 28, 2021

Cava de’ Tirreni. Joe Barbieri apre il “MoroSummerInTour”

Prende il via giovedì 1 luglio “MoroSummerInTour” la rassegna musicale organizzata dal Pub Il Moro di Cava de’ Tirreni (Sa). Una ripartenza d’estate con tre imperdibili appuntamenti al Complesso Monumentale di San Giovanni di Cava de’ Tirreni, nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19,per la tutela degli spettatori.
E’ il musicista napoletano Joe Barbieri, l’ospite del primo appuntamento di giovedì 1 luglio alle ore 21 che in concerto presenta il suono nuovo disco, dal tratto delicato ed inimitabile. Si chiama “Tratto da una storia vera” (Microcosmo Dischi/Warner Music) ed è forse il suo album più personale e sincero, realizzato con l’appoggio di una schiera di artisti di altrettanto, fine livello, amici come Tosca e Fabrizio Bosso, fino a nuovi incontri con Carmen Consoli e Jaques Morelenbaum.
In concerto con Joe Barbieri sul palcoscenico ci saranno Pietro Lussu al pianoforte, Daniele Sorrentino al contrabbasso, Bruno Marcozzi alla batteria e percussioni, con special guest Fabrizio Bosso alla tromba
L’album, prodotto ed arrangiato dello stesso Barbieri è composto da 11 brani (10 originali a firma del musicista napoletano e una cover (Lazzari felici) composta da Pino Daniele,  è di indubbia valenza grazie ad una serie di elementi. Innanzitutto la bellezza della linea melodica che caratterizza oramai da tempo le produzioni di Barbieri coniugata con una scelta di testi coerenti, mai banali. In secondo luogo la preziosità degli arrangiamenti tutti assai ben curati. In terzo luogo le straordinarie capacità interpretative del vocalist il cui stile oramai trascende i confini della musica pop, per situarsi in una sorta di sfera atemporale in cui è possibile trovare influssi provenienti da più fonti, dalla tradizione napoletana, alla musica brasiliana, dalla world music, al jazz, dalla bossa nova al cantautorato.
A tutto ciò occorre aggiungere la sapienza con cui Barbieri ha saputo circondarsi di musicisti strepitosi: ecco quindi la tromba di Fabrizio Bosso in “La Giusta Distanza” e “Tu, Io E Domani”, mentre il trombone di Mauro Ottolini si fa apprezzare in “Promemoria”. E ancora, Jaques Morelenbaum con il suo violoncello in “Niente Di Grave”, Luca Bulgarelli col suo contrabbasso, le voci di Carmen Consoli, di Tosca (con la quale Barbieri ha già altre volte collaborato) e di Sergio Cammariere, l’organo Hammond di Alberto Marsico in “Vedi Napoli E Poi Canta”.
La voce di Barbieri, morbida e calda, ricorda quella di Pino Daniele, che produsse due suoi dischi e  lo proclamò proprio erede; dell’indimenticabile cantautore viene proposta una suggestiva cover di Lazzari felici, in cui Barbieri riesce nel difficilissimo intento di reinterpretarne lo spirito, aggiungendo un arrangiamento di archi, che ne esalta l’impianto lirico e meditativo. Ma tutte le tracce sono permeate da un afflato sentimentale che non scade mai nel melenso o nel retorico, e si tiene a debita distanza dal neomelodico napoletano, di cui non condivide le scelte compositive e nemmeno la logica commerciale, mentre afferma con autorevolezza la matrice da melting pot del “Neapolitan Sound”.

In cartellone per la rassegna MoroInSummer 2021 giovedì 15 luglio GEGÈ TELESFORO 4TET con Domenico Sanna, Michele Santoleri, special guest Dario Deidda. mercoledì 26 luglio MAD TRIO, un piacevole incontro tra Amedeo Ariano, Dario Deidda e Julian Oliver Mazzariello.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
71FollowerSegui

Ultimi articoli