lunedì, Dicembre 5, 2022

Basket Seria A2 femminile. O.ME.P.S. Afora Givova Battipaglia sconfitta amara con il Cus Cagliari nei minuti finali

Al PalaCus, nell’incontro valevole per la sedicesima giornata (terza di ritorno) del campionato di Serie A2 Femminile, Girone Sud, sconfitta amarissima per la O.ME.P.S. Afora Givova Battipaglia che, nei concitati minuti finali di un match sostanzialmente equilibrato, viene condannata da quattro prodezze balistiche di Cecili: il play sardo, con quattro triple consecutive messe a segno, regala la vittoria al suo CUS Cagliari (nella foto). Risultato finale: 56-50.
La cronaca. 
Il primo quarto può essere diviso in due parti. Nella prima, le due squadre si equivalgono: entrambe contratte e imprecise (specie in fase offensiva) faticano a far decollare il match. Sono Puggioni (per il CUS) e Potolicchio (per Battipaglia) a fare le cose migliori, nei primi minuti, per le rispettive squadre. Al 5′, siamo sul 7-7. Nella seconda parte del primo periodo, il copione muta d’improvviso con le padrone di casa che crescono molto (specie in fase difensiva, dove mettono tanta intensità) e le ospiti che, invece, collezionano errori e palle perse. E Cagliari, con Ljubenovic in evidenza, allunga. Al 10′, il CUS è avanti di 6 (15-9).
L’inerzia non muta ad inizio secondo quarto: le sarde, in questa fase, giocano con maggiore tranquillità e, al minuto 15, raggiungono il massimo vantaggio (+9, 20-11). A quel punto, però, comincia la partita della O.ME.P.S. Afora Givova la cui riscossa è guidata da capitan Potolicchio: è lei la protagonista di una rimonta che, a fine frazione, è quasi completa. All’intervallo lungo, Cagliari è ancora avanti, ma di una lunghezza appena (22-21).
Dopo un primo quarto non esaltante ed un secondo discreto, Battipaglia, proseguendo nella crescita, disputa una terza frazione di buon livello (la migliore di serata) che le consente di mettere con decisione la testa avanti: la crescita delle ospiti coincide con quella di Seka che disputa un secondo tempo di grande spessore. Le ospiti (tra le cui fila non è affatto trascurabile anche la prova di Dione), al minuto 27, sono sul +6 (33-39). Il CUS, però, non si è affatto arreso e, nel momento più complicato della propria serata, si aggrappa a Striulli per rimanere a galla e, complice qualche disattenzione difensiva in cui incappano le avversarie, rosicchiano 3 preziosi punticini. Al 30′, Battipaglia è avanti di 3 (38-41).
L’ultimo quarto è quello della verità e comincia con la O.ME.P.S. Afora Givova che dà l’impressione di poter allungare e chiuderla da un momento all’altro. Ma, colpevolmente, non lo fa (al minuto 35 siamo ancora sul +3 esterno, 42-45) e Cagliari non perdona. E a non perdonare, nel finale, è soprattutto Cecili: il play sardo, negli ultimi 5 minuti, è, semplicemente, prodigiosa e, con quattro triple consecutive messe a segno (almeno un paio delle quali dall’elevatissimo coefficiente di difficoltà) regala alle sue una vittoria pesantissima. Dall’altra parte, Battipaglia esce dal campo con una sconfitta che fa molto male e che complica non poco le ambizioni play-off (con il CUS che ha anche ribaltata la differenza canestri negli scontri diretti). A parziale consolazione, l’ennesima prova consistente di Potolicchio e la prestazione di qualità e di personalità di una Seka in fase di ascesa. Risultato finale: 56-50.

Risultato finale 56-50 (15-9; 22-21; 38-41; 56-50).

Tabellino del match 
CUS Cagliari Basket 
Puggioni 8, Caldaro 7, Cecili 12, Prosperi 6, Ljubenovic 10, Martis NE, Striulli 9, Saias, Madeddu NE, Niola 2, Gagliano 2, Piludu NE. Coach: Xaxa. 
O.ME.P.S. Afora Givova Battipaglia 
Logoh, Seka 19, Gerostergiou 2, Potolicchio 19, Milani, Montiani, Dione 6, De Feo 2, Scarpato 2, Chiovato. Coach: Di Pace. 

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
82FollowerSegui

Ultimi articoli