sabato, Maggio 21, 2022

Hospice Giardino dei Girasoli di Eboli. Al via la raccolta fondi per il restyling della cappella “Gesù Risorto”

È partita ieri mattina sulla piattaforma di crowfunding “DeRev” la raccolta fondi lanciata dall’Associazione “Noi amici dell’Hospice e dell’Ospedale di Eboli” per un’opera di restyling della cappella “Gesù Risorto” che si trova all’interno dell’Hospice Giardino dei Girasoli della Asl Salerno, ad Eboli.

L’organizzazione opera sul territorio da oltre vent’anni e si occupa di malati che non possono più guarire, di cure palliative e sostiene le famiglie dei malati durante il percorso di malattia, offrendo gratuitamente una serie di servizi, anche a domicilio. La decisione di avviare una raccolta fondi allo scopo di restaurare la Cappella del Gesù Risorto, che sorge nel distretto sanitario di Eboli dell’Asl di Salerno Hospice il Giardino dei Girasoli, è stata presa dal consiglio direttivo su proposta dell’artista ebolitana Diana Naponiello che ha pensato di mettersi in prima persona a servizio della causa svolgendo, a titolo gratuito per il lavoro di manodopera, l’opera di restauro. 

«In un momento particolarmente doloroso, vissuto non molto tempo fa – spiega Diana Naponiello – ho trovato conforto proprio in quella cappella. È un luogo di raccoglimento e di preghiera per i malati che sono ricoverati all’interno della struttura, per le loro famiglie e per tutto il personale medico e infermieristico che quotidianamente si prende cura di chi non può più guarire».

Ma, gli elementi decorativi della cappella come la grande Croce in altro e i pannelli dedicati alla Madonna e a Padre Pio sono ricoperti di ruggine. «L’obiettivo di ridare dignità ad un luogo è sempre un obiettivo nobile – spiega Armando De Martino, medico palliativista e presidente dell’associazione promotrice -. Adoperarsi per rendere più decorosa e accogliente la cappella dedicata a Gesù Risorto che si trova in quel contesto è, inoltre, segno di inestimabile sensibilità. Ringraziamo il Direttore Generale dell’Asl di Salerno Mario Iervolino e la Direttrice sanitaria del Distretto di Eboli, Marilena Montefusco per aver accolto con favore ed entusiasmo questa iniziativa. Abbiamo bisogno, ora, dell’aiuto di tutti affinché si realizzi quest’opera nel migliore dei modi e nel più breve tempo possibile: 2mila euro per acquistare il materiale che occorre alla realizzazione dell’impresa e con l’aiuto di tutti dobbiamo farcela».

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli