mercoledì, Maggio 25, 2022

Battipaglia. Fdi: «Finita l’emergenza, ora una nuova regolamentazione per il suolo pubblico»

Comunicato stampa Fratelli d’Italia Battipaglia.

“Finito lo stato di emergenza covid è terminata anche la possibilità per gli esercizi commerciali di occupare il suolo pubblico gratuitamente per esercitare secondo le disposizioni anti covid relative soprattutto al distanziamento e all’aria aperta. Dal primo di aprile dunque chiunque occupi spazi esterni senza autorizzazione e senza aver pagato la relativa tassa di occupazione di suolo pubblico potrebbe essere soggetto a verifica e sanzione. Per evitare questo rischio, per andare incontro alle esigenze degli esercenti e per evitare eccessivi esborsi abbiamo richiesto all’assessore al ramo e alla sindaca Cecilia Francese di studiare una nuova regolamentazione per l’occupazione del suolo pubblico. Partiamo dall’idea che questi introiti non sono mai stati messo a bilancio pertanto qualsiasi valutazione economica non impatterà sulle case dell’ente: pertanto proponiamo di prevedere una nuova regolamentazione tale per cui oltre i metri quadrati che ogni esercente aveva già chiesto, ottenuto e pagato prima del covid (e che ovviamente vanno pagati) un ulteriore ampliamento dell’area a disposizione possa essere ottenuto pagando una tariffa ridotta. Ponendo le dovute limitazioni di spazio e tenuto conto di come ci si era organizzati in periodo covid gli esercenti avranno un tempo che strabilieranno gli ufficio competenti per chiedere di mettersi in regola seguendo le regole classiche per l’occupazione di suolo pubblico. L’obiettivo è sanare le irregolarità limitando al minimo il rischio di sanzioni, allertate gli esercenti e spingerli a regolarizzare la propria posizione, e prevedere un nuovo introito nelle casse dell’ente. Ai consiglieri Pietro Cerullo e Franco Falcone va il plauso per aver immediatamente posto in essere tutte le azioni necessarie affinché questa nuova regolamentazione diventi esecutiva in tempi stretti. I consiglieri hanno già avuto un confronto con l’assessore al ramo Egidio Mirra, il quale ha confermato la possibilità per l’ente di procedere in questa direzione e nei prossimi giorni convocherà una riunione urgente con i dirigenti dei settori interessati e con gli operatori per affrontare la problematica”.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli