lunedì, Settembre 26, 2022

Rifiuti marini: Salerno aderisce al Progetto FIRM

Molteplici fattori stanno mettendo a repentaglio la biodiversità marina e costiera, e soprattutto il delicato equilibrio su cui regge il suo ecosistema. Uno fra questi è l’enorme quantitativo di rifiuti sversati in mare, galleggianti o ormai sedimentati nei fondali marini: purtroppo, ancora oggi si stima che oltre 731 tonnellate di plastica entrano nel Mar Mediterraneo ogni giorno.

Per affrontare in modo pro-attivo il problema dei rifiuti marini, il comune di Salerno ha aderito al progetto FIRM “Una rete da pesca per la filiera dei rifiuti marini” nato con la finalità di sperimentare e creare le basi per lo sviluppo di una innovativa filiera dei rifiuti marini nella Regione Campania.

Il progetto prevede la co-progettazione di una serie di soluzioni innovative in grado di generare valore economico, sociale ed ambientale per l’intero territorio e le comunità locali in una prospettiva di sviluppo sostenibile.

I rifiuti marini saranno raccolti, depositati e differenziati in appositi contenitori per la raccolta, in aree opportunamente predisposte dal comune per essere successivamente destinati ad un processo virtuoso di recupero e riciclo, trasformando la “scarto” -rifiuti marini- in risorsa -nuovi prodotti.

Il progetto è patrocinato da MareVivo onlus, uno dei principali promotori della Legge Salvamare, che da anni lotta per la tutela del mare e dell’ambiente, e per la valorizzazione delle aree marine protette.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
80FollowerSegui

Ultimi articoli