venerdì, Febbraio 3, 2023

Battipaglia in Azione. Torsiello, Cennamo e Sellitto denunciano ritardi nella ricostruzione delle Fiorentino

Battipaglia in Azione denuncia  i ritardi nell’abbattimento  e nella ricostruzione soprattutto dell’edificio della scuola Francesco Fiorentino.  Il partito di Carlo Calenda esprime preoccupazione anche per la condizione strutturale degli altri istituti scolastici. Raffaele Torsiello, coordinatore di Azione e i militanti del movimento cittadino Vincenzo Cennamo e Antonietta Sellitto si sono affidati ad una nota congiunta. “Con la Determina Dirigenziale n. 1686 del 12 dicembre 2022 Palazzo di Città ha rinnovato fino al 2026 il contratto di locazione della ex scuola Bertoni, struttura che dal 2018 ospita gli alunni della scuola elementare Giancarlo Siani, parte dell’Istituto Comprensivo Fiorentino. Nei prossimi quattro anni, il Comune di Battipaglia corrisponderà ai Padri Stimmatini, titolari dell’edificio, altri € 650.000, che si aggiungono alle somme già spese per l’affitto e la riqualificazione della struttura. Questo atto fa presumere, che, diversamente da quanto previsto, la nuova struttura non sarà consegnata entro il prossimo anno scolastico (2023/24). A subirne i disagi non sono solo gli studenti e i genitori – continua la missiva di Azione – costretti ad allontanarsi di molto per raggiungere le scuole, ma anche tutti gli altri residenti del quartiere Sant’Anna. In particolare, i lavori di abbattimento degli ex Padiglioni, iniziati solo ad agosto 2022, hanno aggravato la già difficile situazione legata ai posteggi delle auto (soprattutto in Via Carlo Alberto Dalla Chiesa), diminuiti in maniera considerevole a causa delle recinzioni di un cantiere che è ormai fermo da più di tre mesi. Nell’area della Scuola Media Fiorentino, che non è stata ancora abbattuta, invece proliferano le erbacce e rifiuti. Considerata questa situazione, riteniamo fondamentale che i lavori ripartano al più presto, anche in virtù degli incessanti rincari delle materie prime che rischierebbero di rendere insufficienti le risorse stanziate in fase di progetto. Ma oltre alle sorti delle Scuole Fiorentino è necessario prestare attenzione anche al destino delle Scuole Marconi di Via Serroni, per le quali il Comune ha vinto il Bando PNRR del Ministero dell’Istruzione “Realizzazione di nuove Scuole, Innovative, sostenibili, sicure e inclusive”. Anche in questo caso, quindi, si dovrà andare incontro a demolizione e ricostruzione, durante le quali sarà necessario individuare ulteriori strutture adeguate ad accogliere “temporaneamente” gli studenti. La natura dei fondi PNRR, inoltre, impone il completamento delle opere finanziate entro il 2026, tra soli tre anni. A questo punto – conclude il comunicato stampa –  ci chiediamo se, al fine di raggiungere i diversi obiettivi prefissati, non sarebbe opportuno nominare un Assessore ai Lavori Pubblici che sia in grado di gestire i progetti già cantierati e quelli che partiranno nei prossimi mesi”.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
82FollowerSegui

Ultimi articoli