sabato, Giugno 22, 2024

Battipaglia. Papocchio Puc, Radici e Valori: l’Amministrazione Francese si dimetta

Continuano le critiche all’Amministrazione comunale dopo l’annullamento in autotutela della delibera di adozione del Piano Urbanistico Comunale. Sull’importante vicenda sono intervenute quasi tutte le forze politiche di opposizione. Annalisa Spera, segretario politico del Movimento Radici e Valori, chiede del Puc le dimissioni della maggioranza guidata dalla sindaca Cecilia Francese. “La vicenda che si è consumata in meno di 120 giorni a Palazzo di Città ha davvero dell’incredibile. Una manovra che se non fosse, come noi riteniamo, studiata a tavolino, sarebbe davvero una bocciatura dell’attività amministrativa della sindaca Francese. Oltre 160 osservazioni – scrive in una nota il segretario di Radici e Valori – tra le quali una fatta dallo stesso ufficio tecnico del comune, il che ha dell’incredibile, poco meno di 20 ricorsi al TAR e in autotutela la giunta decide di annullare lo strumento e iniziare a metterci mano di nuovo. Ma siamo al paradosso: tutto ciò non prima di aver compiuto un vero e proprio assalto alla rappresentatività del consiglio comunale sollevando i consiglieri dall’onere e onore di approvare lo strumento urbanistico che disegna la città con la modifica di 23 articoli dello statuto comunale, non prima di aver portato la città a venire fuori con le 160 e più osservazioni, non prima di dover rimettere mano allo strumento,riaprire i 120 giorni per consentire nuovamente le osservazioni, e portare il nuovo puc all’approvazione di chi non è stato eletto dai cittadini ma nominato dalla Sindaca stessa, qualcuno dei quali non vive nemmeno a Battipaglia: nel frattempo però, solo per chiarirlo alla città, non varranno le norme di salvaguardia che hanno “protetto” il territorio dall’ uso indiscrimato del cemento o da eventuali speculazioni edilizie. A noi tutto questo – conclude Radici e Valori – sembra un discorso già scritto: resteremo alla finestra come fatto finora, ascolteremo con attenzione le parole dell’amministrazione nella conferenza stampa in programma per sabato ma siamo altresì convinti che rassegnare le dimissioni e liberare il comune sarebbe un gesto di grossa responsabilità da parte di una amministrazione fallimentare sotto ogni aspetto”.

Articoli simili

SEGUICI

17,836FansMi piace
1,950FollowerSegui
912IscrittiIscriviti

Ultimi articoli