domenica, Giugno 16, 2024

Salerno. Galleria Sala Posa: venerdì l’incontro su “La vita di Scaramuccia di Angelo Costantini”

“Scaramouch, Scaramouch, will you do the Fandango!” canta Freddy Mercury in Bohemian Rhapsody: la sua maschera ha attraversato i secoli, anzi i millenni, se pensiamo che di Scaramuccia, della cui vita si parlerà venerdì 5 maggio alle ore 18.30 nella Galleria Sala Posa di Armando Cerzosimo, è ispirata dal Miles Gloriosus di Plauto. Nicola Fano, storico del teatro e direttore del webzine Succede Oggi, presenterà la nuova versione da lui curata per le edizioni Elliot, in dialogo con le giornaliste Olga Chieffi ed Erminia Pellecchia e le letture di Davide Curzio, de’ “La vita di Scaramuccia di Angelo Costantini”, pubblicata nel 1695 e tradotta in italiano per la prima volta nel 1781. “Con la presentazione di questo volume – dichiara Armando Cerzosimo –  prende il via inizia un nuovo progetto ideato dallo studio. Un’ idea che nasce dalla nostra volontà di rafforzare una propria identità nel mondo della fotografia e della comunicazione visuale. Avvertendo il grande appeal che Salerno riesce a motivare nel mondo della cultura nazionale ed essendo visitata da nomi prestigiosi che sicuramente lasciano segni importanti nella nostra comunità, attraverso conferenze, mostre e incontri, lo studio Cerzosimo si pone come interlocutore tra l’autore e la città. Una rappresentazione fotografica che si instaura con un “Dialogo” tra i tre attori principali: la città, il fotografo e l’autore. Una serie di scatti fatti con l’intento di far dialogare l’autore con il tessuto urbano di Salerno, sapientemente mediati affinché il risultato del progetto fotografico sia una preziosa documentazione del transito dell’autore nella nostra città. Una cartella fotografica di doppio valore: per le istituzioni, gli enti e per l’autore che diventa un testimonial del nostro territorio. Il percorso viene pensato ed organizzato in maniera assolutamente scevro da vedute consuete, lo Studio si prefigge di “esplorare ” con l’ autore angoli, viste e strade che tendono ad allargare con sapienti scatti, la “vision” di Salerno”.

Articoli simili

SEGUICI

17,836FansMi piace
1,950FollowerSegui
912IscrittiIscriviti

Ultimi articoli