domenica, Febbraio 25, 2024

Battipaglia. Il Tar rigetta il ricorso della società Oreste Anzalone contro il Comune. “L’archiviazione della S.C.I.A. in via Olevano è legittima”

Il Tribunale Amministrativo Regionale – Sezione di Salerno – ha rigettato il ricorso della società “Oreste Anzalone” proposto contro il Comune di Battipaglia.

Gli uffici di via Italia avevano archiviato la s.c.i.a. alternativa a p.d.c. depositata dalla società in data 30.06.2023, ai fini della realizzazione di un intervento di demolizione e ricostruzione in sagoma con ampliamento alla via Olevano (si precisa, a scanso di equivoci, che il provvedimento amministrativo non riguarda l’edificio in costruzione di 7 piani).

La società Oreste Anzalone ha lamentato che la P.A. aveva chiesto un’integrazione documentale, assegnando il termine di 30 giorni, nel periodo festivo; pertanto, poteva trasmettere solo una parte della documentazione richiesta, riservandosi di depositare quella residua.

Il Comune non concedeva alcun termine e disponeva l’archiviazione della s.c.i.a., diffidando la società di costruzione dall’intraprendere i lavori.

“La motivazione del provvedimento impugnato – si legge nel provvedimento del Tar – è legittima e tiene conto, per un verso, dell’omessa produzione di tutta la documentazione ritenuta necessaria ai fini del compiuto esame della pratica (e tanto, sia contestualmente che successivamente al deposito della s.c.i.a.) e, per altro verso, della mancanza di un’istanza di assegnazione di un nuovo termine da parte della società richiedente (tale non essendo la mera riserva di produrre altra documentazione fuori termine).

Tuttavia, trattandosi – conclude il Tar – di una mera archiviazione della s.c.i.a. – e quindi di un arresto procedimentale disposto per ragioni formali e non già di un rigetto per ragioni sostanziali – l’interessata ben potrà, nel prosieguo, presentare la documentazione richiesta e chiedere la riapertura della pratica”.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
85FollowerSegui

Ultimi articoli