sabato, Maggio 21, 2022

Parte una petizione per un Consiglio Comunale monotematico sulla Litoranea di Pontecagnano Faiano

Una Firma per la “Richiesta di un Consiglio Comunale monotematico sulla Litoranea di Pontecagnano Faiano”. Sabato 30 Aprile 2016, dalle 10 alle 13, appuntamento sul Belvedere di Magazzeno.

Il Comune di Pontecagnano Faiano ha la fortuna di avere 7 km di costa, che affacciano sullo splendido Golfo di Salerno.

Un panorama ampio che dalla punta di Agropoli spazia, passando per la Divina Costiera, fino all’Isola di Capri. Uno sviluppo sostenibile della zona garantirebbe presenze, sicuramente dai Comuni limitrofi e non solo, interessate ad un turismo balneare che abbia criteri di giusto compromesso tra attività antropiche (servizi alla balneazione, spiagge attrezzate, punti di ristoro, facili vie di accesso, percorsi ciclo pedonali, parcheggi) ed ambiente naturale (mare non inquinato, dune costiere, aree naturalistiche attrezzate fronte mare).
La Litoranea soffre da anni un totale stato di abbandono, una zona del territorio comunale che, per le proprie specificità, potrebbe essere una risorsa per creare sviluppo e occupazione mentre si lascia invece al degrado. Mancanza di sicurezza per assenza di controllo e conseguenti manifestazioni di illegalità diffusa; forte presenza di immigrazione clandestina e prostituzione; frequenti episodi di microcriminalità; abbandono illegale dei rifiuti in strada; bivacco sui pochissimi spazi pubblici; abusivismo e mancanza di decoro urbano dovuto alla poca manutenzione, all’incuria per l’igiene urbana e alla presenza di edifici fatiscenti; forte inquinamento marino. Problemi che aggiunti alla totale assenza di servizi essenziali, spazi di aggregazione e all’isolamento dovuto ad un sistema di trasporto pubblico inesistente, hanno fatto diventare la zona invivibile per i residenti e per nulla attrattiva dal punto di vista turistico. Il poco rispetto per le regole di convivenza civile sta trasformando, inoltre, il centro abitato in un ghetto dove forte è ormai la percezione di trovarsi in un luogo malfamato. Il Litorale va valorizzato per garantire, innanzitutto, il diritto di cittadini e turisti di fruire dei suoi spazi pubblici e per permettere ad operatori turistici e commercianti di lavorare ed operare affinché la zona possa sviluppare le sue potenzialità. 
Una discussione seria è ormai improrogabile per affrontare concretamente le problematiche che richiedono una somma urgenza.

La Pro Loco di Pontecagnano Faiano “Etruschi di frontiera”, insieme all’Associazione Costa Picentina, insieme ai Comitati di residenti in Litoranea, alle Comunità parrocchiali di Picciola e di Corvinia e supportata da partiti e movimenti politici non presenti in Consiglio Comunale, nonchè da diverse altre Associazioni cittadine, ha avviato una raccolta firme che ha coinvolto i nostri concittadini ed i cittadini dei Comuni limitrofi, per chiedere al nostro Consiglio Comunale di interessarsi della Litoranea e di cominciare a trovare reali soluzioni per i mille problemi che affliggono questa parte di territorio cittadino, senza necessariamente aspettare l’applicazione del PUC, almeno per gli interventi più urgenti.

Questo territorio è di tutti noi, lo vogliamo vivere e ci deve essere quindi restituito “a misura d’uomo”. 
Centinaia di cittadini hanno già risposto al nostro appello ed hanno già firmato.

Sabato 30 Aprile 2016, dalle 10 alle 13, appuntamento sul Belvedere di Magazzeno per la tua firma e per la consegna ufficiale ad un Consigliere Comunale delle firme, per poi procedere alla richiesta al Presidente del Consiglio Comunale, dott. Alfonso Gallo.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli