martedì, Giugno 28, 2022

Il presidente del Rotary Club: la Francese si appropria di meriti non suoi

“E’ giunto a conoscenza del Rotary Club di Battipaglia un documento a firma della Sindaca del Comune di Battipaglia, Cecilia Francese, e dell’assessore all’Ambiente, Carolina Vicinanza, con il quale si pubblicizza la campagna “Ho sentito un cattivo odore”, contrabbandandola per attività posta in essere dal Comune in collaborazione con la Società Sense Square. Tali informazioni ed affermazioni, oltre che parziali, frutto di una non conoscenza del progetto, sono false: la paternità del progetto, la sua sponsorizzazione e la sua realizzazione sono fasi interamente realizzate dal Rotary Club di Battipaglia in collaborazione con la Sense Square srl, start up all’avanguardia nel campo ambientale. Indigna la circostanza che, a distanza di oltre un anno dalla partenza del progetto, dopo innumerevoli difficoltà opposte proprio dall’Ente Comunale, oggi Sindaca ed Assessore al ramo cerchino di accreditare il proprio operato agli occhi dei cittadini, appropriandosi di attività e meriti altrui, senza aver nemmeno il buon gusto di nominare l’Associazione che si è prodigata per offrire una soluzione al problema atavico dei miasmi in città, fornendo l’unico presidio tecnologico funzionante: nove centraline di rilevamento sull’intero territorio comunale che effettuano il prelievo e l’analisi dell’aria ogni tre minuti. Dopo il posizionamento di tutte e nove le centraline, dal mese di Giugno, è stata attivata dal Rotary e dalla Sense Square, incaricata dalla Associazione, la campagna “Ho sentito un cattivo odore”, per segnalare orari, zona, natura ed intensità delle emissioni odorigene, in modo da potere incrociare tali dati con quelli strumentali, offrendo uno screening ancora più completo. Il progetto è stato denominato “Safe Breath” ed il Comune di Battipaglia ne ha preso atto con la delibera di Giunta n. 91 del 17 maggio 2018. E’ noto che la riconoscenza è il sentimento del giorno prima, ma noi del Rotary Club di Battipaglia non pensavamo che si potesse giungere ad appropriarsi di meriti altrui, senza nemmeno citare gli ideatori ed i realizzatori di un progetto di pubblica utilità a favore della collettività”.

Il presidente del Rotary Club

Alfonso Truono


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli