martedì, Giugno 28, 2022

Napoli-Parma. Gattuso inizia al San Paolo

Con Napoli-Parma alle 18:00 di sabato 14/12/2019 al San Paolo inizia l’avventura di Gennaro Gattuso sulla panchina azzurra. “Ringhio Star”, come lo ha subito ribattezzato De Laurentis, è chiamato a dare da subito un forte segnale, una sterzata decisiva in campionato, dove conta solo vincere per recuperare il terreno perduto con l’obiettivo di agguantare il 4° posto lontano 8 punti.

Gattuso si presenta in conferenza stampa a suo modo, schietto e senza filtri, non nascondendo che l’incontro con il presidente c’era stato domenica e che aveva accettato subito, rifiutando tantissime altre offerte (ben 18). Il fascino di Napoli e del Napoli, una squadra che negli ultimi anni è stata al vertice in Italia e protagonista in Europa con ottimi calciatori funzionali alla sua idea di calcio, queste sono state nello specifico le motivazioni che hanno spinto Gattuso a sposare il progetto Napoli. Ovviamente non è mancato un elogio sentito al suo maestro Ancelotti, con parole di rispetto ma ricche di sincero affetto. Tatticamente, il tecnico calabrese, ha dichiarato che difficilmente giocherà con due linee da quattro, alludendo alla concretissima possibilità di rivedere un Napoli in formato 4-3-3 come da sua naturale genesi, nonostante le assenze strutturali di un regista e di un vice Allan. Proprio il brasiliano potrebbe essere il fulcro del nuovo Napoli di Rino, proponendolo come uomo davanti alla difesa come quando schierava Bakayoko mediano nel suo Milan. Di fatto un centrocampo a 3 con il vertice basso con caratteristiche più difensive che costruttive, un argine difensivo piuttosto che un classico regista. Questo aspetto tattico dovrebbe favorire Fabian Ruiz e Zieliński, infatti le due mezz’ali azzurre potranno esprimersi al meglio nei loro ruoli preferiti, con lo spagnolo mezz’ala destra come ai tempi del Betis e della Nazionale spagnola, e il polacco finalmente come nuovo Hamsik (ruolo per il quale fu acquistato). Nei primissimi allenamenti Rino è stato protagonista facendosi sentire a gran voce, imponendo ritmi alti e palleggio, partecipando lui stesso alle varie sessioni.

L’era Gattuso vedrà tornare al centro del progetto Lorenzo Insigne, sicuro protagonista nel suo ruolo di attaccante esterno nel tridente che ha un profumo di passato con Milik al centro dell’attacco e Callejon a destra, mentre Mertens è stato provato nella stessa posizione di Insigne. Per il belga è un ritorno alle origini, quando ai tempi di Benitez si contendeva il posto con lo scugnizzo azzurro, prima della sua esplosione da bomber (quasi) più prolifico della storia del Napoli.

I partenopei sono dannatamente indietro in classifica e non possono più permettersi altri passi falsi, motivo per il quale la partita contro il Parma e investita di un duplice significato, la curiosità speranzosa di vedere il nuovo Napoli di Gattuso e l’impellente necessità di portare a casa i 3 punti a prescindere da tutto.

Buona prima Rino…

PROBABILI FORMAZIONI:

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo Manolas, Koulibaly, Hysaj; Zielinski, Allan, Fabian Ruiz; Callejon, Milik, Insigne

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Brugman, Barillà; Kulusevski, Cornelius, Gervinho


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli