venerdì, Luglio 1, 2022

Sequestro impianto compostaggio. Cammarano e Adelizzi: vittoria del ministro Costa

Dopo l’operazione di ieri mattina dei carabinieri del Noe, che hanno portato al sequestro a Eboli dell’impianto di compostaggio che avrebbe smaltito ben oltre il quantitativo massimo consentito, nel Movimento 5 Stelle non sono mancate le reazioni. Il Consigliere regionale Michele Cammarano ha dichiarato: “è l’ennesima palese dimostrazione di quanto siano efficaci e tempestive le azioni dello Stato quando agisce in sinergia con i suoi cittadini. Il risultato di ieri è da ricondurre all’impegno incessante di una comunità, che abbiamo sostenuto con forza sia con atti istituzionali che con la nostra presenza in piazza al loro fianco, che non si è mai rassegnata e che ha continuato a lottare per il sacrosanto diritto alla salute e ad un’aria pulita”. Il deputato nazionale del M5S Cosimo Adelizzi sulla stessa posizione che ringrazia i Carabinieri del N.O.E. di Salerno che sono stati impegnati nell’operazione di sequestro preventivo. “Da tempo venivano sollevati dubbi su quelle che poi si sono rivelate irregolarità gravissime come il superamento dei quantitativi di rifiuti consentiti e le operazioni di deposito e triturazione eseguite in barba ad ogni regola nel piazzale esterno dell’impianto di compostaggio”, prosegue il portavoce. “Il mio impegno per la risoluzione del problema è stato costante e continuerà ad esserlo finché non sarà fatta piena luce sulle cause e sui colpevoli che hanno messo a serio rischio la salute dei cittadini di Eboli e di Battipaglia. Oggi ha vinto lo Stato e il mio più grande riconoscimento va al Ministro Sergio Costa e ai cittadini che, con il loro coraggio e la loro determinazione, hanno permesso di raggiungere questo importante risultato”.


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli