sabato, Giugno 25, 2022

Napoli, con Koulibaly la Champions diventa possibile

Si torna a giocare di domenica pomeriggio alle 15:00 per i partenopei, contro il Lecce di Liverani il Napoli vuole continuare a vincere difronte ai propri tifosi al San Paolo. Gattuso non si fida e chiama questa partita “il trappolone”, il tecnico calabrese è conscio che sembra tutto apparecchiato per una bella vittoria, un avversario che gioca e fa giocare, i 45 mila di Fuorigrotta, l’entusiasmo del gruppo e nell’ambiente in generale per le vittorie ritrovate… ecco che qui si cela il trappolone del tutto da perdere. Per tanto ci sarà bisogno della stessa umiltà vista contro Juve e Lazio, ma anche di dare continuità al palleggio e alla voglia di buttarsi dentro per creare pericoli al Lecce senza mai mollare.

Sicuramente avere la rosa la completo, eccetto Fabian e i lungodegenti Malcuit e Ghoulam, darà un aiuto fondamentale nel corso delle gare e considerando gli impegni ravvicinati di queste settimane, facendo la differenza come avvenuto contro la Sampdoria dove chi è subentrato ha dato un grande contributo per la vittoria.

Ci sarà il ritorno dal primo minuto di Koulibaly e già questa è una notizia meravigliosa per gli azzurri, perché se il senegalese gioca come sa è il vero e proprio top player azzurro in grado di risolvere tanti problemi nella retroguardia. Ovviamente Koulibaly dovrà ripartire dalle prestazioni di livello mondiale fatte negli ultimi anni cercando di dimenticare gran parte delle partite di questa stagione. Grazie a questo importante rientro si rivedrà Di Lorenzo nel suo ruolo di terzino destro dove può esprimersi al meglio in vista anche di ricoprirlo in Nazionale nei prossimi Europei. In mezzo al campo con Demme e Zieliński si giocano un posto Allan ed Elmas con Lobotka che darà staffetta a Diego Demme, la novità invece potrebbe esserci nel terzetto offensivo. Politano ha grandi chance di essere nei primi 11 contro il Lecce in luogo di Callejon, mentre per Lozano potrebbe esserci spazio nei minuti finali per far rifiatare Insigne da attaccante sinistro, il nuovo ruolo che Gattuso ha disegnato per lui.

Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per continuare a vincere e portare l’entusiasmo dei tifosi azzurri al San Paolo per fare in modo che faccia la differenza come già successo in tante occasioni e allora anche le cose impossibili possono diventare possibili. Dalla rincorsa Champions in campionato all’ottavo di finale da brividi contro il Barcellona di Messi, il Napoli deve solo ritrovare sé stesso fino in fondo e vincere partita dopo partita, poi la magia dei partenopei farà il resto.

PROBABILI FORMAZONI:

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Demme, Zielinski; Politano, Milik, Insigne

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Donati, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Deiola, Petriccione, Majer; Mancosu; Falco, Lapadula


Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
79FollowerSegui

Ultimi articoli