lunedì, Novembre 23, 2020

Intesa nell’Eurogruppo, contenti tutti: dall’Italia all’Olanda?

Intesa nell’Eurogruppo, contenti tutti: dall’Italia all’Olanda? Non vi è dubbio che un primo passo è stato fatto, ma occorre adesso scrivere nei dettagli tutto il patto e capire meglio se saranno varati gli Eurobond o verranno utilizzati i fondi del Mes? Pare che l’Italia potrà utilizzare i soldi del Meccanismo di Stabilità Europeo come prima arma di difesa senza particolari condizioni, se i Paesi useranno gli aiuti per le spese sanitarie. Nell’accordo non c’è traccia di titoli di debito comuni. Si allude solo a “strumenti innovativi di finanziamento” nel punto che riguarda il Recovery Fund, la proposta francese che piaceva all’Italia perché poteva essere il grimaldello per far passare gli Eurobond. L’Eurogruppo è d’accordo a lavorare ad un Recovery Fund per sostenere la ripresa, scrivono i ministri, che però, per ora, lo vedono come un mezzo per fornire fondi per la ripresa attraverso il bilancio Ue. Il fondo “sarà temporaneo e commisurato ai costi straordinari della crisi e aiuterà a spalmarli nel tempo attraverso un finanziamento adeguato”. Ma quale sarà questo finanziamento è presto per dirlo: i ministri si rimettono ai leader e rinviano “la discussione sugli aspetti pratici e legali del fondo, la sua fonte di finanziamento e strumenti innovativi di finanziamento coerenti con i Trattati” ad un futuro prossimo. Il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno prova a quantificare almeno il tempo: “Il Recovery Fund dovrà essere pronto quando l’emergenza sarà finita e dovremo affrontare la ripresa”. Il pacchetto finanziario europeo varato è questo: 500 miliardi di euro, se si sommano i 100 dello schema anti-disoccupazione Sure, i 200 della Bei per le imprese, e i 240 del Mes. Anche il salva-Stati è stato sdoganato per affrontare questa crisi: potrà fornire aiuti attraverso una nuova linea di credito (Pandemic credit line) che non avrà condizionalità se verrà usata per affrontare le spese sanitarie, dirette e indirette, legate alla crisi Covid-19. I Paesi possono richiedere fino al 2% del loro Pil, per l’Italia circa 35 miliardi.

[widgetkit id=”19″ name=”AXA”]


Articoli simili

SEGUICI

10,235FansMi piace
60FollowerSegui

Ultimi articoli

Battipaglia. La sindaca Francese: scuole (0-6 anni) chiuse fino al primo dicembre

La sindaca Cecilia Francese mantiene le scuole chiuse fino al primo di dicembre anziché fino al sette di dicembre come aveva annunciato...

Regione Campania. Covid -19, mercoledì ritorno a scuola in presenza (0-6 anni).

L'Unità di Crisi si è riunita per esaminare i risultati dello screening a campione,su base volontaria, relativo alla popolazione scolastica. Sulla base...

Campania coronavirus. Oggi 2.158 positivi su 15.739 tamponi

Aggiornamento dei dati sul coronavirus in Campania. I positivi del giorno sono 2.158 su 15.739 tamponi processati. Asintomatici: 1.931, sintomatici: 227. Il...

Covid-19: a Bellizzi focolaio in un’azienda. Il punto su Picentini, Alto e Basso Sele, Irno

Situazione covid-19 nei comuni dei Picentini, Alto e Basso Sele, Irno (dati aggiornati al 22/11). Notevole crescita di positivi ad Eboli e...

Battipaglia. Longo: l’attuale amministrazione ha tradito gli elettori (video)

Il neo letto al consiglio provinciale Valerio Longo, capogruppo consiliare di F.I.  intende portare avanti con tanta dedizione le istanze relative al...