mercoledì, Marzo 3, 2021

Napoli-Lazio, Immobile fa 36. Gattuso ringhia, le lacrime di Insigne e l’addio di Callejon

Napoli-Lazio è stata una partita vera, forse anche troppo, con gli azzurri che vincono per 3 a 1. Ciro Immobile conquista il titolo di capocannoniere e si aggiudica la Scarpa d’Oro. Raggiunge quota 36 gol, eguagliando il record di Higuain con la maglia del Napoli nella stagione 2015/16.

“Sono super felice, orgoglioso di quello che ho fatto – ha raccontato Immobile a fine gara – se guardo indietro e vedo la mia storia, credo di poter essere un punto di riferimento per i ragazzi. Non mollando mai, si possono raggiungere tutti i traguardi”

Il gol di Immobile è arrivato nel primo tempo dopo il vantaggio degli azzurri con Fabian Ruiz al 9°. Il Napoli è partito forte nei primi minuti, sfiorando il raddoppio con Insigne e creando altri pericoli alla difesa laziale. Dopo il pareggio biancoceleste, la partita è cambiata ed il pallino del gioco è stato in mano agli uomini di Inzaghi.

Nella ripresa pronti via è di nuovo il Napoli a comandare il match, arrivando al gol con Insigne su calcio di rigore. Il capitano dei partenopei a sei minuti dal termine si accascia a terra, un risentimento alla coscia sinistra. Lo spavento è tanto per Lorenzo che esce in lacrime, come conferma a fine gara Gattuso: “E’ un po’ preoccupato, ha sentito un fastidio, entro 48 ore farà una risonanza e vedremo se riuscirà ad esserci”

Il Napoli chiude il match con Politano al 93° concludendo un girone di ritorno di tutto rispetto, da terzi davanti ad Inter, Juventus e Lazio. “Abbiamo chiuso a 38 punti il girone di ritorno, numeri importanti, ora lo posso dire – è il bilancio di Gattuso – giocare 12 gare di lockdown ad obiettivo già raggiunto non è stato facile”

Come detto è stata una partita vera anche perché la Lazio si giocava il secondo posto e alcuni record personali. Ma si è esagerato soprattutto nel finale dove in un paio di occasioni si è sfiorata la rissa in campo e tra le panchine.

“Meritavo l’espulsione: un po’ di caciara l’ho fatta anche io, ci siamo detti qualche parola di troppo – fa mea culpa Gattuso – quando succedono queste cose devo far passare del tempo. Altrimenti rischio di fare ancora più danni” Il mister azzurro non entra nello specifico della questione, ma le immagini e gli audio di bordocampo non lasciano spazio ad interpretazioni.

In seguito ad un fallo di Manolas su Correa la panchina della Lazio è insorta, Inzaghi ha alzato la voce verso il quarto uomo e Gattuso ha risposto a tono. Ma la miccia che ha innescato la furia del tecnico calabrese è stata l’offesa di un collaboratore della panchina laziale. “Terrone di merda? Vieni a dirmelo in faccia” è l’urlo che Gattuso ha rivolto a chi lo ingiuriava.

“Con Gattuso non c’è alcun problema, capitano queste cose – minimizza Simone Inzaghi – c’era stato qualcosa tra un mio e un suo collaboratore, ma sono cose che si risolvono a fine partita”

In tutto ciò e con il silenzio spettrale di un San Paolo vuoto è andato in scena l’ultimo atto della storia d’amore tra Jose Maria Callejon ed il Napoli. Dopo 7 stagioni lo spagnolo non calpesterà più quell’erba che lo ha visto sfrecciare alle spalle degli avversari. I suoi tagli hanno fatto e faranno scuola, un calciatore dall’intelligenza superiore e dal sacrificio encomiabile. Al momento della sostituzione i giornalisti presenti in sala stampa si sono alzati in piedi per applaudirlo. Grazie Josè, Napoli ti ama e ti amerà sempre

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (33′ st Ghoulam); Fabian Ruiz, Lobotka (34′ st Demme), Zielinski (40′ st Politano); Callejon (34′ st Lozano), Mertens, Insigne (39′ st Elmas). All. Gattuso.

[widgetkit id=”17″ name=”ZIA ANTONIETTA”]


Articoli simili

SEGUICI

10,235FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Città del Sele, sulle “catene” della sindaca: Battipaglia merita rispetto, non ammuina

Comunicato Stampa È incomprensibile che la Sindaca si incateni, per protesta, davanti all’Ospedale, dopo avere omesso quanto di...

Salerno. Coronavirus, 37 decessi negli ultimi 7 giorni. 3.006 i nuovi positivi

Consueto report settimanale del dipartimento di prevenzione ASL Salerno. Numerosi i casi registrati nell’ultima settimana: dal 24 febbraio al 2 marzo, infatti,...

Salerno, arrestato spacciatore quarantenne

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno arrestato un quarantenne spacciatore salernitano, con pregiudizi per traffico di stupefacenti, in quanto colto in...

Roma. Polizia si scontra con un’auto. 14enne muore sul colpo

Roma. Finito in tragedia un inseguimento presso la periferia di Roma. Ieri sera una pattuglia della polizia stradale presa dall’inseguimento di un...

Covid: il punto su Picentini, Sele, Irno. 213 gli attualmente positivi a Battipaglia.

Situazione covid-19 nei comuni dei Picentini, Alto e Basso Sele, Irno (dati aggiornati al 1/3). Questo – in base ai dati trasmessi...