martedì, Ottobre 20, 2020

Torna il Comicon a Salerno

Torna il Comicon a Salerno…e lo fa in grande stile, con una mostra sul personaggio più famoso dei fumetti: Tex. Dopo il successo delle mostre “Mulieres”, di Milo Manara e “L’incredibile Marvel”, ancora una volta Salerno è pronta ad accogliere la nona  arte in città, grazie al supporto della Regione Campania. Si aprirà il 18 settembre, al Palazzo Fruscione, la 4° tappa della mostra Tex. 70 anni di un mito (18 settembre – 18 ottobre 2020), nell’ambito del programma “COMICON Extra”, realizzato grazie al sostegno della Regione Campania. L’esposizione è curata da Gianni Bono, storico e studioso del fumetto italiano, in collaborazione con la redazione di Sergio Bonelli Editore e COMICON. Per l’occasione non mancheranno collaborazioni con: la cattedra di Sociologia dell’immaginario tecnologico, Dipartimento di Studi Politici e Sociali dell’Università degli Studi di Salerno, il festival Linea d’Ombra, la scuola di fumetto Comix Ars, e gli autori storici della città che hanno contribuito a rendere grande il mito di Tex. La mostra racconta la storia della fortuna editoriale del personaggio Tex che, grazie al suo profondo senso di giustizia e alla sua generosità, è riuscito, dal 1948, a entrare nelle abitudini di lettura degli italiani e a diventare un vero e proprio fenomeno di costume. Nella mostra i visitatori potranno ammirare, tra i tanti documenti, la prima vignetta di Tex in più lingue, il ritratto di Gianluigi Bonelli e famiglia realizzato da Ferdinando Tacconi, le fotografie di Aurelio Galleppini e la macchina da scrivere di Gianluigi Bonelli: l’Universal 200 decorata dallo stesso Bonelli e conservata nella sala riunioni della Casa editrice, con la quale sono state create le prime storie di Tex. In mostra saranno esposte le prime pagine di alcuni quotidiani che consentiranno, inoltre, di ripercorrere settant’anni di storia italiana: una sorta di parallelo tra le avventure del coraggioso Ranger e le vicende del nostro Paese. Uno spazio sarà interamente dedicato all’esposizione dei materiali a opera di due noti fumettisti senesi: Giovanni Ticci, che nel 1968 firmò la sua prima avventura texiana, e Alessandro Bocci, disegnatore per Sergio Bonelli Editore dal 2001.

[widgetkit id=”18″ name=”InFamily”]


Articoli simili

SEGUICI

10,235FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Impianti sportivi comunali, passivo per circa 300mila euro

Il Comune di Battipaglia ha aderito alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale e, pertanto, sussiste l’obbligo di garantire la copertura minima del...

Salerno. La Polizia arresta Stellato Domenico, sorpreso con una pistola 9x21mm

Una notte di intenso lavoro per i poliziotti della Volante della Questura di Salerno. A seguito della recente esplosione...

Coronavirus in Campania. 1593 positivi su 12.695 tamponi, 79 i sintomatici

L’unità di crisi della regione Campania aggiorna il bollettino dei contagiati al coronavirus al 19 ottobre 2020. Su 12.695 tamponi processati sono...

Campania. De Luca proroga al 13 novembre 2020 le misure anti Covid

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato l’Ordinanza n. 81 con la quale vengono confermate le disposizioni delle precedenti. Salva...

Caritas. Il coronavirus fa aumentare lo stato di povertà

Nel periodo maggio-settembre 2020, confrontato con gli stessi mesi del 2019, l'incidenza dei "nuovi poveri" per effetto dell'emergenza Covid passa dal 31%...