venerdì, Gennaio 15, 2021

Norme anti Covid, tutto quello che si può fare oggi.

Italia anche oggi 26 dicembre è zona rossa. Attenzione alle norme da rispettare per contrastare il contagio da coronavirus. Pertanto, è sempre legittimo rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione; consentiti gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità sono sempre possibili, senza distinzione tra giorni e orari. Da decreto, sarà possibile spostarsi in un altro comune, purché all’interno della propria regione, una sola volta al giorno, per fare visita a parenti o amici, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. E’ importante ricordarsi sempre di portare con sé l’autocertificazione. E’ permesso lo spostamento per dare assistenza a persone non autosufficienti.

Quanto a negozi e ristoranti si applicano su tutto il territorio nazionale le disposizioni previste per le ‘zone rosse’. Quindi resteranno chiusi ma sarà consentito l’asporto (fino alle 22) e le consegne a domicilio. I negozi che, in generale, possono restare aperti nei giorni rossi sono:

– supermercati, ipermercati, discount, alimentari, minimarket, surgelati;

– elettronica di consumo, computer, apparecchiature informatiche e telecomunicazioni;

– tabaccai;

– stazioni di servizio;

– negozi di ferramenta, vernici e piastrelle;

– librerie;

– illuminazione e sistemi di sicurezza;

– edicole;

– cartolerie;

– farmacie e parafarmacie;

– ortopedie;

– profumerie;

– erboristerie;

– fioristi e vivaisti;

– negozi di prodotti per animali domestici;

– ottici;

– fotografi;

– negozi di vendita di combustibili per uso domestico e per riscaldamento;

– negozi di saponi, detersivi, prodotti per la pulizia e affini;

– pompe funebri;

– commercio ambulante di prodotti alimentari e bevande, ortofrutta, pesce, carne, fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti, profumi e cosmetici, saponi, detersivi ed altri detergenti, biancheria, confezioni e calzature per bambini e neonati;

– lavanderie e tintorie;

– barbieri e parrucchieri.

– Disponibile anche il commercio al dettaglio di qualsiasi prodotto via Internet, per corrispondenza o tramite qualsiasi altro mezzo a distanza, così come nei distributori automatici.

Articoli simili

SEGUICI

10,235FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Battipaglia. La Cassazione: Paolo Pastina non è mafioso. Annullata la condanna a 14 anni

“La Cassazione ha detto la parola fine al calvario annullando l'ultimo grave capo di imputazione che vedeva il nostro assistito accusato di...

Battipaglia. E’ morto Aldo Zangaro, imprenditore molto conosciuto in città

E’ morto Aldo Giulio Zangaro, per gli amici “Alduccio”. Un’altra bruttissima notizia per la città, che nel 2020 ha visto contare la...

Battipaglia. Atelier Monaco, inaugurata nuova sede [VIDEO]

https://www.youtube.com/embed/KPGqluZbtN4

Battipaglia. Longo a Volpe sul sostegno alla Francese: interferenza elettorale maliziosa a danno della città

Sul sostegno elettorale del sindaco di Bellizzi Mimmo Volpe alla collega uscente Cecilia Francese è intervenuto a “gamba tesa” Valerio Longo consigliere...

Battipaglia. Francese: pronte 2 liste per la riconferma a sindaco. Spunta il sostegno di Volpe e Cairone

La sindaca Cecilia Francese in conferenza stampa annuncia: “pronte due liste civiche a sostegno della mia candidatura”. Nella sua lunga dichiarazione pone...