lunedì, Giugno 14, 2021

Cava de’ Tirreni. Il sindaco ordina la chiusura di scuole e ludoteche

Con Ordinanza n° 151 del 6 aprile 2021, il Sindaco Vincenzo Servalli ha sospeso le attività didattiche in presenza dal 7 al 10 aprile per la scuola dell’infanzia, scuola primaria e primo anno di frequenza della scuola secondaria di primo grado (pubbliche e private) con contemporanea attivazione della didattica a distanza DAD e disposto la chiusura delle ludoteche fino a domenica 11 aprile 2021.

Il provvedimento adottato rientra nelle deroghe previste per i sindaci dal D.L 44 del 1 aprile 2021, nei casi di rischio elevato di diffusione del contagio e in considerazione che attualmente sul territorio comunale, sulla base dei dati forniti dal Dipartimento di Prevenzione del’ ASL Salerno, la curva dei contagi è superiore alla media regionale; a partire dai rilevamenti della settimana 22 marzo – 28 marzo e fino alla settimana 29 marzo – 4 aprile, infatti, il contagio è in ascesa con un indice RT di 12,31% mentre l’indice della Regione Campania è pari al 11,31%;

In particolare, la piattaforma regionale Sinfonia sulla base dei dati di diffusione del contagio nella città, invita all’adozione di misure di contenimento tra le quali la sospensione delle attività didattiche in presenza. Ed infatti i dati della piattaforma regionale indicano la massima percentuale (positivi su tamponi) pari a 20% nella fascia di età 0/5 anni; di 13,79% per la fascia d’età 6/10 anni; e di 22,56% nella fascia di età 11/13 anni. Persiste, inoltre, la presenza di un quadro epidemiologico tale da non consentire la ripresa delle attività didattiche in presenza, in assoluta sicurezza, in quanto occorre monitorare e verificare i dati della settimana in corso e l’andamento della curva dei contagi.

E’ opportuno, sempre al fine di contenere il contagio, sospendere l’attività delle ludoteche, che essendo luoghi con i più diversi tipi di giochi e giocattoli, di mezzi audiovisivi e di libri, per lo svago e l’arricchimento culturale dei bambini, possono essere paragonate alle scuole dell’infanzia, anche per evitare lo svolgimento di riunioni o festeggiamenti, che potrebbero essere causa di nascita di focolai di contagi.

Come previsto dall’art. 2 del D.L. 1 aprile 2021 n. 44, comma 1, resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’istruzione n. 89 del 7 agosto 2020 e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento telematico con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
61FollowerSegui

Ultimi articoli

Covid. Oggi 3 positivi nel salernitano, netto il calo dei tamponi processati

Il netto calo di tamponi processati nelle ultime 24 ore ha fatto registrare appena tre nuovi positivi al covid nel salernitano. Si...

Battipaglia Nostra: No all’abbattimento albero secolare in Via Plava

Comunicato stampa Associazione Battipaglia Nostra L’Associazione Battipaglia Nostra, venuta a conoscenza dell’abbattimento, in Via Plava n.4/6, dell’albero secolare cedro...

Scafati. Emergenza sicurezza, l’appello di “Scafati Arancione”

Scafati. "Alla luce degli ultimi episodi di violenza, che stanno caratterizzando il ritorno alla "normalità" dopo un anno e mezzo di restrizioni,...

Omicidio Vassallo, domani audizione della Fondazione Vassallo in parlamento

Dario e Massimo Vassallo, presidente e vice della Fondazione “Angelo Vassallo” e fratelli del Sindaco Pescatore: “Un’audizione che potrebbe segnare un punto...

Italia. Covid-19, 13 regioni in zona bianca

Covid. Zona bianca per Lombardia, Lazio, Piemonte, Emilia Romagna, Puglia e provincia autonoma di Trento. 13 sono le regioni nella fascia più...