sabato, Settembre 25, 2021

Scontro sulla puzza in città. Francese: controlli ok. Visconti: la sindaca candida chi gestisce impianti di rifiuti?

Si infiamma lo scontro elettorale sul puzzo nauseabondo che anche quest’anno nei mesi estivi ha molestato i cittadini. Duello a colpi di note stampa tra la sindaca Cecilia Francese e il candidato sindaco Antonio Visconti. Dopo le accuse d’inerzia e di fallimento amministrativo della gestione Francese mosse da Visconti, la reazione della prima cittadina non si è fatta attendere. “Lascia francamente interdetti la presa di posizione del candidato a Sindaco del PD & c. sulla questione dei miasmi. Verrebbe voglia di chiedere se ha una minima conoscenza delle cose fatte in questi 5 anni, o se parla solo per sentito dire! I controlli li conduciamo da sempre, e i provvedimenti di chiusura sono stati adottati senza guardare in faccia a nessuno! Si deve, anzi, a questa amministrazione. Se si è riusciti a porre un freno a ulteriori insediamenti di fabbriche del rifiuto, attraverso il tanto contestato ” fattore di pressione”. Si deve a questa amministrazione se si e’ riusciti, per adesso a fermare la realizzazione di un nuovo impianto di compostaggio dentro lo STIR così come deciso dalla Regione”. La replica di Antonio Visconti è stata veemente, accusando la prima cittadina di candidare nelle proprie liste chi si occupa di smaltimento di rifiuti in città. “La sindaca continua a non rispondere. Vorremo sapere: quali monitoraggi sono stati eseguiti? Cos’ha fatto la task force? Quali miglioramenti ci sono stati? E invece niente, si prova ancora una volta a scaricare la colpa sugli altri. Oggi è il turno del Comune di Eboli, dove non ha competenze, e addirittura dell’Asi: la sindaca a quale insediamento si riferisce? Faccia i nomi, perché a noi non risulta”.  Visconti, infine, conclude con una stoccata sulle aziende “amiche”: «La sindaca uscente nega il fatto che i miasmi provengano anche da altri impianti, considerato il silenzio sull’insediamento e l’ampliamento di aziende di rifiuti “amiche”. Probabilmente perché qualcuno oggi è candidata tra le sue liste”.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
73FollowerSegui

Ultimi articoli