lunedì, Settembre 27, 2021

Battipaglia. Mare inquinato, la sindaca ordina il divieto di balneazione postumo e dopo lo revoca (vedi ordinanze)

 Battipaglia. “Arpac: “Acque del mare in località Lido Lago non balneabili. Gli escherichia coli superano il limite di legge”. Questo il titolo del nostro articolo sulle condizioni delle acque del mare pubblicato ieri mattina. Qualche ora più tardi la sindaca Cecilia Francese diramava una nota stampa per fare alcune precisazioni non avendo emesso ordinanza di divieto di balneazione. Nel comunicato pur ammettendo i dati negativi delle analisi, sosteneva di aver richiesto analisi suppletive e, pertanto, sarebbe stato illogico adottare qualsiasi provvedimento inibitorio nell’attesa dei risultati.  L’Arpac il 17.08.2021 ripete le analisi e le rende note solo ieri mattina, decretando il rientro nei parametri della balneabilità delle acque del mare in località Lido Lago. La notizia ha scatenato le ire dei “tifosi” della sindaca, scrivendo di tutto e di più contro il giornale, con offese gratuite, ledendo la onorabilità di tutta la redazione di www.battipaglia1929.it. Accusandoci di pubblicare notizie false e tendenziose. Notizia pubblicata a seguito di un comunicato stampa dell’Arpac  sull’inquinamento del mare nella regione. Tutto falso? Direi proprio di no. Noi abbiamo fatto solo il nostro dovere: abbiamo informato la città su quanto stesse avvenendo. Il resto non ci riguarda. A conferma della veridicità della notizia sul divieto di balneazione è stata proprio la prima cittadina, quando stamane ha emesso e pubblicato sull’Albo Pretorio del Comune di Battipaglia un’ordinanza postuma di divieto di balneazione in località Lido Lago e una seconda ordinanza di revoca del divieto dopo aver appreso che le analisi del 17 agosto 2021 avevano dato esito favorevole a tuffarsi nelle acque del mare. Una domanda è d’obbligo: perché l’Ordinanza del divieto di balneazione è stata fatta stamattina e non il 12 agosto scorso? La risposta: la lasciamo a quei “tromboni” che in mala fede si sono sperticati su facebook a buttare “escherichia coli virtuale” su di noi e su chi ha riscontrato i dati dell’Arpac.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
73FollowerSegui

Ultimi articoli