lunedì, Dicembre 5, 2022

Eboli – Scuola. Assistenza alle famiglie che abbiano figli con disabilità: prorogato il servizio

Eboli. Obiettivo primario dell’amministrazione Conte è garantire la continuità del servizio di assistenza alle famiglie che abbiano figli con disabilità. Pertanto, nelle more dell’espletamento della gara di appalto per l’assistenza specialistica nelle scuole, che è partita, si è deciso di optare per una proroga tecnica limitata ai tempi burocratici necessari per la nuova assegnazione. L’affidamento precedente è scaduto solo a fine dicembre.

L’indirizzo politico dell’amministrazione è comunque  stato, fin dall’inizio, quello di procedere il più celermente possibile ad indire la gara.

La coordinatrice del Piano di zona ha pertanto indetto una gara a procedura aperta per l’importo stimato di 741mila euro ed una durata di 15 mesi. Le offerte dovranno pervenire entro 20 giorni dalla pubblicazione del bando in modo da procedere con la massima celerità, vista l’urgenza di garantire il servizio.

Tra i requisiti richiesti per la partecipazione al bando è specificato che “gli operatori economici devono possedere, pena l’esclusione dalla gara, l’iscrizione nell’elenco dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa (c.d. white list) istituito presso la Prefettura della provincia in cui l’operatore economico ha la propria sede oppure devono aver presentato domanda di iscrizione al predetto elenco”.

«Abbiamo deciso di indire una gara solo per 15 mesi – hanno spiegato l’assessore delegato al Piano di zona Massimiliano Curcio e l’assessore alle Politiche Sociali Damiana Masiello – perché il nostro obiettivo è andare verso la costituzione di un’azienda speciale nel minor tempo possibile. Sarà in seguito il nuovo organismo a gestire anche l’assistenza specialistica, garantendo continuità ed efficienza dei servizi erogati dal Piano di zona. Non era però pensabile, nelle more della sua costituzione e vista la scadenza imminente dell’attuale affidamento, trattandosi di servizi erogati alle fasce più deboli della popolazione, lasciare le famiglie senza assistenza specialistica. Pertanto abbiamo dovuto, giocoforza, effettuare una proroga tecnica».

La gara sarà gestita dalla centrale unica di committenza. Sia il coordinatore dei servizi appaltati che gli operatori dovranno essere in possesso di specifica laurea.

Si fa infine presente che in soli tre mesi di gestione amministrativa sono stati avviati e conclusi numerosi procedimenti relativi alle Politiche Sociali che attendevano da tempo, quali l’approvazione della programmazione e l’erogazione dei buoni spesa.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
82FollowerSegui

Ultimi articoli