domenica, Novembre 27, 2022

“Prysmian-Fos”: Civica Mente prepara una mozione, maggioranza e opposizione rispondono all’appello

Il caso “Prysmian-Fos” finirà sui banchi del consiglio comunale. L’associazione politica “Civica Mente”, guidata dal consigliere comunale ed ex candidato a sindaco Maurizio Mirra, ha preparato una mozione che porterà in assise alla prossima seduta utile. E nella conferenza dei capigruppo, come si legge nella nota stampa, sia maggioranza che opposizione hanno dimostrato di appoggiare in pieno l’idea. L’argomento della mozione è il futuro della Fos di Battipaglia, storico stabilimento dedito alla produzione di fibra ottica che dà lavoro, direttamente e indirettamente, a circa 900 persone.

Pur tenendo conto che il problema sia dovuto a decisioni ministeriali – chiarisce Francesca Galluccio, membro della segreteria del movimento politico – riteniamo che sia necessario un intervento politico a tutti i livelli. Evitare la perdita di investimenti della multinazionale sulla F.O.S.  significherebbe un aumento di nuovi posti di lavoro con le ovvie ripercussioni sull’intero indotto. È doveroso, quindi, che la questione Prysmian sia costantemente attenzionata. A questo proposito chiediamo che sia inserito come ordine del giorno permanente dei consigli comunali, fino a conclusione della questione Prysmian, l’aggiornamento sullo stato dell’arte e sulle possibili azioni da attuare, a valutare la possibilità di convocare un consiglio comunale monotematico, relativo all’argomento in oggetto, con la partecipazione delle parti coinvolte”.

Le fa eco Maurizio Mirra: “Siamo molto preoccupati dai futuri sviluppi della vicenda produttiva che sta coinvolgendo la FOS. Battipaglia, infatti, ha già subito i duri contraccolpi di numerose crisi industriali, che hanno impoverito il territorio e costretto tanti nostri concittadini ad emigrare oppure a non conoscere una stabilità lavorativa. Pertanto, ho espresso in sede di conferenza dei capogruppo la volontà di un atto politico forte e condiviso, che veda insieme maggioranza e minoranza, perché il problema ricade su tutta la città. Non solo sui lavoratori FOS e sull’indotto, ma sull’intera economia cittadina. Sia i consiglieri di maggioranza sia quelli di minoranza si sono dimostrati estremamente sensibili all’argomento”.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
82FollowerSegui

Ultimi articoli