martedì, Agosto 16, 2022

Paestum. Dum Dum Republic: riparte il Roymundo Festival 

Riparte il Roymundo Festival al Dum Dum Republic con la straordinaria direzione artistica del musicista, producer e compositore Roy Paci.

Proprio dalla suggestiva arena che sorge sul mare è stata ufficializzata la sesta edizione del Festival, in partenza il prossimo 3 luglio, che si contraddistingue per la ricerca e la sperimentazione musicale, per il suo essere fuori dalle logiche mainstream. Una rassegna che nasce, soprattutto, dall’amicizia e dalla passione.

Il RoyMundo Festival parte con gli Swing Groover, un gruppo elettro-swing, siciliani di Bagheria, che si sono distinti in vari festival internazionali. Unna miscela esplosiva molto interessante, la leader del progetto Adamantina ha una voce molto bella e particolare. Un progetto davvero molto trascinante.

Il 10 luglio è la volta dei Mellow Mood, rappresentanza del reggae vero e proprio, anche se giovani, con un legame molto importante con il roots reggae (il reggae delle origini) molto traditional, con punte innovative.

Il 17 luglio si proseguirà con un live set tutto a sorpresa dal sapore internazionale. Il 24 luglio arriva uno dei gruppi più scoppiettanti, che è l’Istituto Italiano di Cumbia, un collettivo di musicisti vari che si alternano sul palco. “Portarli tutti sarebbe improponibile perché sono 50 – spiega Roy – È una fusione di tanti progetti insieme per far sì che questo filone latino e della cumbia venga trasmesso e veicolato”.

Il 31 luglio ci sarà dj Spyke, che è una delle menti fondanti dei Boomdabash“Siamo molto felici perchè è uno di quei live set molto entusiasmanti”.

Per poi arrivare ai padri fondatori del reggae in Italia, loro sono gli Africa United e saranno al Dum Dum Republic il 7 agosto.

Il 21 agosto Quartiere Coffee, altro gruppo reggae più innovativo da Grosseto, mentre il 28 agosto Ayom dal Portogallo in collaborazione con Ariano Folk Festival.

The Sweet Live Society il 18 settembre, un collettivo di musicisti di Torino e dintorni, con una miscela di elettrofunk e patchanka elettronica.

Il 4 settembre i ‘nostri’ giganteschi, iconici – perché ormai mi sento anche io di Paestum sorride Roy – i nostri Almamegretta che tornano alla grande con il loro nuovo album.

È un legame viscerale quello di Roy con il Dum Dum, dove in questi giorni si esibirà live portando il suo nuovo singolo “Happy Times”, che definisce “un inno alla libertà”.  

“Ho scritto di getto in spagnolo, mi è venuta fuori questa voglia di dire riprendiamoci la notte, una delle frasi latine più belle è ‘ romper la noche’, perchè le notti sono fatte di concerti, di dj set, di quell’ atmosfera importantissima che permette di vivere la magia del concerto in maniera epidermica, con le sue connessioni. Una vibrazione”.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
80FollowerSegui

Ultimi articoli