venerdì, Dicembre 9, 2022

Battipaglia. Contrabbando di sigarette, giudizio immediato per Di Stasio, Romano e Sannino

Accolta la richiesta di giudizio immediato per il battipagliese Michele Di Stasio, 74 anni  e i napoletani Ciro Romano, 47 anni e Michele Sannino, 46 anni che il 30 settembre scorso furono arrestati per contrabbando di sigarette. Il prossimo 6 dicembre, i 3 imputati per il concorso nel reato di contrabbando, con l’aggravante d’aver commesso il fatto adoperando un mezzo di trasporto di proprietà di persone estranee ai fatti, dovranno comparire davanti a Giuseppe Ferruccio, giudice della Prima sezione penale del Tribunale di Salerno in composizione monocratica. Nel garage del battipagliese fu rinvenuta la bellezza di 720 casse piene zeppe di tabacchi lavorati all’estero: ben 7,2 tonnellate di “bionde” illegali che, se immesse sul mercato clandestino, avrebbero fruttato almeno due milioni di euro. Romano e Sannino furono sorpresi mentre erano intenti a caricare su un camion di proprietà di un’azienda di camion – ignara – di San Giovanni a Teduccio, a Napoli, i cassoni di sigarette sotto lo sguardo di Di Stasio. Quando i tre furono interrogati, Di Stasio riferì al gip d’aver concesso il proprio garage – conservandone comunque le chiavi – in comodato d’uso («senza precisa pattuizione del canone») ad un tale “Michele”, «incontrato casualmente davanti ad un bar», del quale, a suo dire, non conosce neppure il cognome. Uno sconosciuto che gli avrebbe chiesto «il locale per conservare delle scatole di patatine da consegnare ai supermercati della zona». Il 74enne disse di sapere che c’erano delle patatine. 

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
82FollowerSegui

Ultimi articoli