giovedì, Dicembre 1, 2022

Pallacanestro. La O.ME.P.S. Afora Givova Battipaglia batte la Basket San Salvatore Selargius 

– Comunicato Stampa –

Al PalaVienna, nell’incontro valevole per la quarta giornata del campionato di Serie A2 Femminile, Girone Sud, successo preziosissimo per la O.ME.P.S. Afora Givova Battipaglia che, al termine di 40 minuti di strenua battaglia, ha la meglio su un’assai combattiva Techfind Basket San Salvatore Selargius. Risultato finale: 50-59.

Primo quarto molto intenso ed altrettanto equilibrato con le due squadre che si alternano più volte alla testa del punteggio, ma, come detto, sostanzialmente equivalendosi. Il primo strappo del match è di marca ospite (1-4), ma le padrone di casa reagiscono prontamente tanto da mettere la testa avanti (6-4 al 4′). La prima frazione è davvero un’altalena. Una tripla di Chiovato, al minuto 7, riporta avanti Battipaglia (8-9), ma, sul capovolgimento di fronte, Aispurua, anch’essa da oltre l’arco, riconsegna il vantaggio a Selargius (11-9). Nell’ultima parte del primo periodo, ecco arrivare l’ulteriore controsorpasso delle biancoarancio, firmato dai canestri di Alford e Seka. Al 10′, Battipaglia è avanti di 2 (11-13).

Il secondo quarto non è particolarmente esaltante a livello spettacolare: le due compagini, infatti, sbagliano tanto sia in difesa che, soprattutto, in fase conclusiva. Sono le ospiti a farsi preferire in apertura di frazione: le ragazze di coach Maslarinos, infatti, volano sul +7 (11-18) dando l’idea di poter andare in fuga. La fuga, però, non c’è: ad esserci, invece, è il ritorno delle padrone di casa, favorito, in questa fase, da alcune disattenzioni di Battipaglia. È Granzotto a mettersi in evidenza nella parte centrale del periodo. Al minuto 15, Selargius è sul -3 (15-18). Nell’ultima parte del primo tempo, ecco, però, arrivare una decisa accelerazione da parte delle ospiti che, trascinate da Castelli e Potolicchio, autrici di giocate e canestri di pregevole fattura, costruiscono un nuovo allungo. All’intervallo lungo, la O.ME.P.S. Afora Givova è avanti di 9 (21-30).

L’inizio del terzo quarto è splendido per Selargius (rientrata in campo col coltello tra i denti) e complicato per Battipaglia (che non ha iniziato il secondo tempo con la dovuta concentrazione) tant’è vero che, in appena due minuti, le sarde hanno recuperato tutto lo svantaggio accumulato in precedenza (32-32). Il resto della frazione scorre, di lì in poi, sui binari dell’equilibrio ritrovato: Granzotto e Srot da una parte, Castelli dall’altra provano a dare slancio alle squadre di appartenenza, ma nessuna delle due compagini riesce a prevalere. Questo, almeno, fino all’ultimo minuto della frazione quando, sul 42 pari, due ottime giocate dell’assai positiva Chiovato consentono alle ospiti di tornare a condurre. Al 30′, Battipaglia è avanti di 3 (42-45).

Il momento positivo della O.ME.P.S. Afora Givova prosegue anche nella prima metà della frazione conclusiva: è Rylichova a fare le cose migliori in questa fase, suoi i 5 punti consecutivi che, al minuto 35, regalano alle biancoarancio un prezioso +8 (44-52). Selargius, oramai quasi con le spalle al muro, scivola, poco dopo, anche sul -10, ma, nonostante ciò, non ha alcuna voglia di arrendersi e, con grande orgoglio (e con Pandori sugli scudi), provano a riaprire il discorso vittoria riportandosi anche, al minuto 38, sul -6 (48-54). Le ospiti, però, non si scompongono e, con uno splendido gioco da tre punti di Castelli (anche oggi autrice di una prova di grande maturità), al minuto 39, sul 48-57, di fatto chiudono i conti. È la O.ME.P.S. Afora Givova Battipaglia, brava a gestire con maggiore lucidità il convulso finale di partita, ad aggiudicarsi, meritatamente, con il punteggio di 50-59, il match del PalaVienna imponendosi su una Techfind San Salvatore Selargius molto generosa ed assai battagliera.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
82FollowerSegui

Ultimi articoli