lunedì, Aprile 22, 2024

UNISA. Oggi la presentazione del prototipo per il supporto del lavoro degli Uffici per il Processo

Sarà presentato oggi all’Università di Salerno, il prototipo che supporterà il lavoro degli Uffici per il Processo nell’ambito del Start-UPP in collaborazione con il Distretto di Corte di Appello di Salerno.

Il Progetto “StartUPP – Modelli, Sistemi e Competenze per l’implementazione dell’ufficio per il processo”, è stato anticipato in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario dalla Prof.ssa Paola Adinolfi, Responsabile Scientifico del progetto e Direttore del Master DAOSan presso il Dipartimento di Scienze Aziendali – Management & Innovation Systems (DISA-MIS) dell’Università degli Studi di Salerno.

START-UPP, progetto per il miglioramento dell’Ufficio-Per-il-Processo, vede in prima linea l’Università di Salerno in collaborazione con gli uffici giudiziari e gli ordini forensi del distretto di Corte d’appello di Salerno, in rete con le Università della Puglia e della Calabria e i rispettivi distretti giudiziari e Ordini degli avvocati, per l’implementazione di modelli operativi innovativi negli Uffici giudiziari per lo smaltimento dell’arretrato e per definire approcci macro-organizzativi, micro-organizzativi e gestionali.

«Abbiamo constatato come si stia realizzando un profondo processo di rinnovamento degli uffici giudiziari. Su questo si innesta un progetto che vede l’Università di Salerno in prima linea, a collaborare con gli uffici giudiziari del distretto di Corte di Appello – spiega il Coordinatore Scientifico, Prof.ssa Paola Adinolfi – Si tratta di una progettualità che coinvolge 7 università di tre regioni, Campania, Puglia e Calabria, e i relativi distretti giudiziari e gli Ordini professionali degli Avvocati. Tutti questi attori uniti nel perseguire gli obiettivi di aggressione degli arretrati, di miglioramento dell’efficienza e di riduzione della durata dei processi, obiettivi da mantenere a lungo termine, duraturi e stabili».

Avvalendosi della collaborazione interdisciplinare di esperti organizzativi, aziendalisti, informatici, giuristi e statistici, e utilizzando il modello di action research TREE sviluppato dall’ateneo di Salerno, si sono integrati e contestualizzati applicativi e ambienti collaborativi pluripremiati progettati da Unisa.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
85FollowerSegui

Ultimi articoli