lunedì, Giugno 17, 2024

Salerno. Al Teatro Ghirelli si presenta “Il dissenso al fascismo. Gli italiani che si ribellarono a Mussolini (1925-1943)”

“Il dissenso al fascismo. Gli italiani che si ribellarono a Mussolini 1925-1943” (Il Mulino)

A seguire, lo spettacolo teatrale “Ben alta la fronte. Il tempo del dissenso”, tratto dal libro

Stretti nella morsa fra repressione e consenso, una minoranza di italiani sotto il regime fascista trovò vari modi e forme per continuare a esprimere dissenso. In occasione del centenario della marcia su Roma, finalmente un libro racconta la loro storia: Il dissenso al fascismo. Gli italiani che si ribellarono a Mussolini 1925-1943 di Mario Avagliano e Marco Palmieri (Il Mulino).

Che spazio ebbe l’opposizione al fascismo in Italia? E in che modo si espresse, vista l’opera sistematica di repressione di ogni voce contraria o distonante messa in atto dal regime? È il tema di questo libro, che viene presentato a Salerno l’11 febbraio 2023, alle ore 18.30, presso il Teatro Antonio Ghirelli (viale Antonio Gramsci). Partecipano, assieme a Mario Avagliano, lo storico e docente universitario Alfonso Conte e la docente Gilda Ricci. Modera Eduardo Scotti. Nel libro ci sono numerose citazioni di antifascisti salernitani e campani, da Giorgio Napolitano a Salvatore Cacciapuoti, da Clemente Maglietta ai fratelli Eduardo e Peppino De Filippo, da Mario Vinciguerra e Benedetto Croce a Luigi Maresca, da Maria Olandese ad Ada Grossi, ai salernitani don Aniello Vicinanza, Francesco Bassi, Eduardo Adinolfi Borea, Nicola Fiore, Ruggero Fiorillo, Nicola Autuori, Enrico Marano, Raffaella Gammino, Pasqualina Caruso, Giovanni Conforti, Giuseppe Giordano e al vescovo Nicola Monterisi. Il dissenso ebbe fasi altalenanti, fino a crescere in modo esponenziale negli anni di guerra, in cui nel Salernitano era in voga la seguente filastrocca: «Duce, duce come ne’ fatt’arriduci. Lu juórnu senza pane e la notte senza luce».

A seguire è prevista la prima nazionale del recital “Ben alta la fronte. Il tempo del dissenso”, di e con Egidio Carbone Lucifero e con Loretta Palo del Teatro Avanposto Numero Zero di Napoli, una riduzione teatrale, fedele nei testi e nello svolgersi diacronico degli eventi, del libro «Il dissenso al fascismo”. Gli autori così presentano lo spettacolo: “Sensibilizzare alla lettura, attraverso l’alchemica atmosfera della messa in scena, di una storia considerata troppo spesso “minore” – quella delle espressioni isolate e non politicizzate di dissenso al regime fascista – assume un doppio significato. È insieme il tentativo di offrire un risarcimento morale, un omaggio simbolico a chi tenne “ben alta la fronte” e a cui dobbiamo la libertà e un monito a non ripetere ciò che è stato: privare dello status di “cittadino” colui il quale, opponendosi a forme di dittatura più o meno manifeste, «è escluso dalla comunità nazionale» – come si legge nell’introduzione al libro – e diventa “persona senza stato”. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

Gli autori

Mario Avagliano e Marco Palmieri, giornalisti e storici, con il Mulino hanno pubblicato Vincere e vinceremo! Gli italiani al fronte (2014), L’Italia di Salò (2016), 1948. Gli italiani nell’anno della svolta (2018, Premio Fiuggi Storia), Dopoguerra. Gli italiani tra speranze e disillusioni (2019), I militari italiani nei lager nazisti (20212), Paisà, sciuscià e segnorine. Il Sud e Roma dallo sbarco in Sicilia al 25 aprile (2021).

Articoli simili

SEGUICI

17,836FansMi piace
1,950FollowerSegui
912IscrittiIscriviti

Ultimi articoli