sabato, Giugno 22, 2024

Napoli. Esplode un’auto in tangenziale: UNISA risponde alle accuse di proprietà del veicolo

Tragedia nei giorni scorsi a Napoli. Una vettura-prototipo Volkswagen Polo che viaggiava sulla tangenziale di Napoli è esplosa improvvisamente durante il cammino, causando gravi ustioni ai due occupanti, Maria Vittoria Prati, 66 anni, ricercatrice dell’Istituto motori del CNR, e Fulvio Filace, 25 anni, tirocinante presso lo stesso ente di ricerca e laureando in ingegneria meccanica. L’auto sarebbe infatti esplosa durante un test su strada della vettura che interessava l’ibridizzazione dei veicoli obsoleti. Inizialmente si è pensato che la vettura fosse di proprietà dell’Ateneo di Salerno che invece risponde così alle accuse:

“L’Università degli Studi di Salerno esprime piena vicinanza alla dottoressa Maria Vittoria Prati, prima ricercatrice del CNR, e allo studente Fulvio Filace dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” – e alle rispettive famiglie – coinvolti nella tragica esplosione avvenuta lo scorso venerdì sulla Tangenziale di Napoli. In riferimento alle notizie apparse sugli organi di stampa, l’Ateneo si vede costretto a chiarire con fermezza che il veicolo oggetto del tragico evento non è di proprietà dell’Università degli Studi di Salerno, né è stato affidato all’Università degli Studi di Salerno per le prove su strada. L’Ateneo, inoltre, non è partner del progetto LIFE-SAVE (Solar Aided Vehicle Electrification), nell’ambito del quale è stato sviluppato il veicolo citato dagli organi di stampa.”

Al momento restano ancora da accertare le cause dell’esplosione.

Articoli simili

SEGUICI

17,836FansMi piace
1,950FollowerSegui
912IscrittiIscriviti

Ultimi articoli