domenica, Luglio 21, 2024

Prima Battipaglia replica alla difesa della sindaca sull’aumento della Tari:”Solo bugie, liberate la città. Abbiamo bisogno di amministratori competenti”

Tiene ancora banco la polemica sull’aumento della Tari in città. L’arrivo delle bollette in questi giorni ai cittadini per circa 13 milioni di Euro, con un aumento di circa il 5%, ha fatto “arrabbiare” molti utenti.

Sulla questione è intervenuta la prima cittadina Cecilia Francese, che in un video messaggio, con tanto di lavagna e penna, ha spiegato dal suo ufficio che purtroppo il consiglio comunale, la sua maggioranza, ha dovuto incrementare le tariffe per legge a causa di costi non dipendenti dalla gestione dell’Amministrazione.

Precisando, con i dovuti dettagli, che le spese riconducibili all’ente sono immutate dal 2017.

Ma i cittadini non sono rimasti soddisfatti della spiegazione e su facebook all’unisono hanno bocciato la sua giustifica.

“Basta…siamo stanchi di sentire le sue baggianate … in cattedra a spiegare cosa? Che la città è un immondezzaio”. E’ lo sfogo del Comitato Prima Battipaglia che non usa mezzi termini e attacca la prima cittadina e tutta la sua squadra con l’espresso invito a “liberare la città”.

“Una famiglia di tre persone paga 500 euro all’anno per la spazzatura – si legge nella nota del comitato Prima Battipaglia – , 42 euro al mese, 1 euro e 50 al giorno e avete la faccia tosta di voler spiegare? Ma cosa volete spiegare? Ma basta.. Basta così.. smettetela di raccontare baggianate.

Una città sporca, zero spazi verde, zero piste ciclabili, marciapiedi del primo dopoguerra, alberi che cadono, mare sporco, arredi urbani inesistenti, illuminazione a fase alterna, cestini di quaranta anni fa, discariche sul Castelluccio lesive della nostra salute”.

Il comitato Prima Battipaglia va oltre la Tari, censura un po’ tutta la gestione targata Cecilia Francese.

“Sono ormai anni di cattiva amministrazione con situazioni intollerabili come l’assenso alla costruzione di un distributore di benzina vicino a una scuola con 1200 alunni, come spendere 350 mila euro di competenze legali dal 2019 ad oggi.

Potremmo continuare all’infinito – conclude Prima Battipaglia – …basta con le bugie.. liberate la nostra città.. abbiamo bisogno di amministratori e funzionari competenti”.

Articoli simili

SEGUICI

18,020FansMi piace
1,960FollowerSegui
917IscrittiIscriviti

Ultimi articoli