domenica, Maggio 26, 2024

Eboli. Bimbo di 15 mesi ammazzato da due pitbull, Earth: “C’ è bisogno dell’obbligo del patentino per i proprietari dei cani”

L’ennesima aggressione di cani mal gestiti si è consumata a Campolongo nel salernitano. Dalle prime notizie apprese un bimbo di 15 mesi è stato azzannato da due cani pitbull di proprietà di amici di famiglia della vittima. I cani hanno strappato il bimbo dalle braccia della madre che è rimasta ferita ma non gravemente.

Sul fatto interviene l’associazione EARTH, associazione nazionale di protezione degli animali, che da tempo chiede l’obbligo di patentino per tutti i proprietari di cani indipendentemente dalla razza e che punta il dito sulla inefficacia delle ASL .

“I pitbull hanno una elevata aggressività intraspecifica e un forte istinto predatorio ” spiega Valentina Coppola; etologa e presidente di EARTH. “Proprio per tali motivi devono essere adeguatamente socializzati e gestiti con attenzione.I cani non riconoscono nei bambini un ” cucciolo di essere umano” ma , se non correttamente socializzati, individuano una preda. Questi cani si sono comportati esattamente come se la persona avesse portato in braccio un cagnolino o un altro animaletto.”Per EAERTH La cosa che spaventa e’ che a fronte di tutte queste tragedie non ci sia ancora un obbligo di patentino per tutti i possessori di cani.

È importante sottolineare poi che sin dal lontano 2009 sono stati istituiti corsi di formazione per i proprietari di cani mordaci. “Tuttavia la questione viene gravemente sottovalutata dalle ASL, che in molte regioni non organizzano i corsi e laddove lo fanno per la maggior parte non si tratta di percorsi formativi adeguati. 

Ad esempio a  Roma, la ASL Rm 1 addirittura si limita a inviare un corso preregistrato con delle slide ai proprietari.”

Secondo l’associazione è evidente che se non si comincia a trattare il problema dell’educazione dei cani con la giusta attenzione, tragedie come queste continueranno ad accadere.

EARTH ha predisposto una informativa al Ministero della Salute per chiedere di dare la giusta attenzione alla questione invece di scaricare il problema parlando solo di “razze pericolose”. Tutti i cani al di sopra dei 30 kg sono in grado di uccidere, soprattutto se in branco. Solo la corretta comprensione, educazione e gestione dei cani può scongiurare il problema; problema che non viene certamente risolto con l’invio di un corso pre registrato come pensa di fare la ASL.

Articoli simili

SEGUICI

11,542FansMi piace
85FollowerSegui

Ultimi articoli